Translate

Cerca nel blog

giovedì 27 novembre 2008

SP500 & Bund 27-11-08

Oggi sarò molto breve, faccio festa anche io.
Rotti i massimi entrambi gli indici hanno allungato come previsto, però mi sembra di poter contare 5 onde a partire dal minimo di ieri, esendo il target previsto 950 circa, molto lontano credo che questa 5 onde possano essere una 1 di C e quindi potremmo coreggere per la 2 fino a 840/50, chiaramente, al disotto del punto B verrebbe inficiato il conteggio, anche se non sarebbe sancita la ripresa del ribasso.

Posto anche un'ipotesi di conteggio sul bund. dovremmo essere alla fine di onda 3 o C, fino ad oggi ho seguito il conteggio pensando ad una C, ma se si dovesse andare oltre il top assoluto (linea rossa) tale ipotesi verrebbe meno, tuttavia anche in tal caso a breve dovrebbe seguire una 4 verso 118.5. Il mancato sorpasso non escluderebbe invece che manchi una 5. Non so se sono stato chiarissimo, ma il grafico dovrebbe esserlo.

mercoledì 26 novembre 2008

Nasdaq & C 26/11/08

Non molto da aggiungere a quanto detto ieri, potremmo essere nella correzione prospettata, che potrebbe essere più corta del previsto, specie per lo sp500 che si mostra più forte.
Non ci sono stati in questi tre giorni scarichi rilevanti, salvo qualcosa nella sessione di martedì che potrebbe dar adito alla correzione prevista nella prima metà della sessione di mercoledì (o anche nei primi 5' con la volatilità che c'è stata di recente).
I target ideali di correzione sarebbero 790/800 per lo sp e 1170 per il Nasdaq, tuttavia, notando una certa forza di fondo, la correzine potrebbe fermarsi un po' prima, vedasi i rispettivi grafici.
Operativamente si potrebbe tentare un PERICOLOSO short con stop sopra i massimi alleggerimento sulla prima linea e chiusura sulla seconda.
In caso di arrivo sulla seconda LONG con stop sotto i minimi o comunque LONG sopra i massimi per target rispettivamente 950 e 1250.

martedì 25 novembre 2008

Nasdaq & C. 25/11/08

Il recente rialzo, sebbene arrivato appena sotto il limite che avevo stabilito in precedenza per determinare se il trend fosse invertito oppure no, sta facendo comunque troppa strada, così innanzitutto qulificherei come "onda autonoma" e terminata l'ultima (in ordine di tempo) discesa e sono andato a rivedere il grafico di lungo termine. Ora, sul Nasdaq tale grafico, quasi suggerirebbe l'inversione di cui sopra dando credito all'ipotesi fino a ieri presentata come poco probabile.

Tuttavia non mi quadrano alcuni elementi, sono solo due giorni, ma mi pare stia facendo troppo e troppo in fretta, come in altre occasioni di rimbalzo che possono osservarsi sullo stesso grafico.
Temporalmente mancano 3 settimane e di solito nel Thanksgiving day viene architettato qualche scherzo, che stavolta potrebbe essere al ribasso.
Infine posto un conteggio suggeritomi da Fabio, compatibile col movimento in corso e che "chiama" un'ultima discesa.

Questa ipotesì vedrebbe sullo sp500 completata sul minimo a 741 onda 3 ed avrebbe come target ideali di onda 4 870 (praticamente raggiunto oggi) 950 e poi 1020, ma quest'ultimo sarebbe forse un po' troppo.
Nel brevissimo, dopo due sessioni al rialzo sparato ritengo probabile una correzione, ipotizzando che questa salita sia onda A di 4 già terminata o terminante verso l'apertura di martedì, si dovrebbe correggere fino a 790/800 (onda B) e poi superare il massimo creato arrivando forse fino ai 950 il tutto entro mercoledì, in alternativa potrebbe continuare con un'altra forte sessione ultimando la 4 in un'unica ascesa, come è accaduto spesso.
Operativamente si potrebbero chiudere eventuali long all'apertura e attendere il rintracciamento a 800 con stop sotto il minimo a 741, sempre che si verifichi la prima ipotesi.Se il rialzo dovesse andare molto oltre gli 870 (900 sarebbe già troppo) probabilmente ricadremmo nella seconda e quindi eviterei il LONG.

Sul bund, mi aspetterei più o meno lo stesso movimento, ovviamente inverso, con A a 119.5/119 B a 120.7/120 e C 118.5/118 poi ripartenza per un nuovo massimo di qualche punto. A occhio mi pare che il recente massimo sia stato la fine di un'onda 3 quindi la discesa proosticata da tempo, dovrebbe essere rinviata di qualche mese.

domenica 23 novembre 2008

Nasdaq & C. 22/11/08

Come temevo quella di giovedì sembra non fosse altro che un'ulteriore espansione, per fortuna conclusasi non molto più giù.
Darei, con buona probabilità, per terminata il peggio avvero onda (iii) centrale e il rimbalzo partito a fine giornata dovrebbe essere la (iv) con target ideale 1100/10
,

lo sp500 sembra avere un'espansione in meno per cui dovrebbe essere terminata onda iii e come target di iv avremmo 803/20.

Sui grafici ho segnato in blu i livelli in cui i rimbalzi della 4 andrebbero ad invadere le 1, ora se di regola non ritengo la cosa determinante, quando poi ritengo di essere in prossimità del bottom lo valuterei solo un buon segno, niente di più. Dubbi sulle ipotesi formulate sorgerebbero solo al di sopra della prima linea verde e la conferma del rialzo solo al di sopra della seconda.
Quindi per lunedì è probabile un'apertura al rialzo e poi si vedrà.
Ricordo che temporalmente mancherebbero esattamente 3 settimane da oggi, anche se temo qualche scherzetto nel ponte del ringraziamento, ma lo scherzetto può essere in entrambe le direzioni.
Posto ancora l'aggiornamento della visione ottimistica,anche se, a questo punto non ha più niente a che vedere con l'onda M, tale visione vedrebbe terminato il ribasso. In passato sarei entrato su questa possibilità valutando che al paggio ci fosse da aspettare altre due onde, oggi voglio delle conferme in più.

Il bund ormai ha visto la scadenza delle opzioni e sarebbe proprio ora che cominciasse a scendere, se dovesse iniziare tale discesa mentre l'azionario va a creare dei nuovi (piccoli si spera) minimi, ciò sarebbe un altro buon segno.

venerdì 21 novembre 2008

Nasdaq 21/11/2008

Come anticipato ieri apertura in gap down, rimbalzo e ulteriore affondo.
I movimenti di oggi lasciano, per ora, qualche dubbio sulla corretta interpretazione, dubbi tuttavia di poca importanza perchè direi ancora che il ribasso non è finito sebbene raggiunto in pieno il target dei 750 sullo sp500 e mancherebbe pochissimo sul nasdaq. Sul Dax, invece, mancherebbe non poco ai 3700 di recente preventivati.
Il dubbio è: se oggi sia finita onda (iii) centrale e quindi il peggio, oppure si sia disegnata solo l'ennesima espansione, personalmente propenderei per la prima ipotesi, ma il mio "personalmente" vale poco, la situazione dovrebbe chiarirsi da sola nei prossimi giorni. Al momento vedrei comunque, per entrambe, ancora ribasso, sebbene nell'immediato potremmo avere un rimbalzo (si spera onda (iv)) con target ideale 1113 e 820 di sp500, se invece dovessimo avere un immediato ulteriore ribasso sarebbe confermata l'ulteriore espansione.

Sul grafico sp500 riporto solo l'ipotesi verso cui propendo, ma si tenga presente che lo schema del Nasdaq vale per entrambi gli indici.

Operativamente starei ancora fuori, solo rialzi superiori ai 1175 e 860 metterebbero in dubbio il proseguimento della discesa. Non si abbia fretta visti i prezzi e il livello di accumulo (inutile dire oggi incrementato) perdere un 10% per strada non è nulla rispetto a ciò che seguirà, ma non bisogna anticipare...lo dico a voi,ma principalmente a me stesso! Anche perchè più dura la discesa più difficile sarà convincere i "giocatori, ormai pronti a ritirarsi, a rimettere i soldi nel piatto".
Aggiorno anche l'ipotesi più ottimistica, che però adesso riterrei improbabile, nonostante l'estremo ipervenduto, che vedrebbe il ribasso praticamente terminato.

giovedì 20 novembre 2008

Nasdaq 20/11/2008

A quanto pare il target minimo di rimbalzo era proprio quello giusto. La prossima volta che parlo di intuito, forse fareste bene a fare il contrario :))
Cmq l'idea generale che il ribasso dovesse continuare non era sbagliata serviva un altro minimo ed eccolo servito, purtroppo a giudicare dai grafici direi che la discesa non è finita, anzi dovremmo essere nel bel mezzo di onda (iii) di iii di III di 5.



Lo SP500 si presenta leggermente diverso, ma non promette niente di buono neanche lui.

Da questi grafici un'apertura in gap down giovedì sarebbe tutt'altro che inattesa.
Inoltre il target dei 1020 potrebbe non bastare, ma lo vedremo in seguito di certo non si va long nel bel mezzo di una 3 al ribasso.

Tanto per consolarsi, ma con l'avvertenza che al momento non ci sono conferme ...non trovate che il grafico delle ultime sessioni

somigli molto a questo http://1.bp.blogspot.com/_qgHZ8EAMU6s/SH2BfZEo4iI/AAAAAAAAAR4/qg3-StB2CsQ/s1600-h/nasd15-7-08.gif


Concludendo, dovremmo essere nell'ultima discesa seria...si spera, che da un lato temporalmente dovrebbe trovare il suo minimo tra 3 settimane e dall'altro potrebbe terminare all'improvviso con qualunque scusa, ricordo che sul fondo c'è un accumulo di lungo termine impressionante, che, neanche a dirlo, mercoledì è aumentato ulteriormente. Per il brevissimo (1-2 sessioni) la discesa di oggi ha reso la debolezza del mercato abbastanza evidente. Come detto a inizio settimana, resto alla finestra, non so voi, ma non sarei tranquillo a shortare il mercato a certi prezzi.
Innanzitutto cerchiamo di non prenderle poi si vedrà.
P.s. avrei anche calcolato un target ideale per il dax a 3700 circa.

mercoledì 19 novembre 2008

Nasdaq & C. 19/11/08

Oggi è continuata la battaglia che ancora una volta non ha visto prevalere nessuna delle due parti.
Non posso dare delle indicazioni operative, in quanto i possibii target al rialzo sono troppo vicini, il primo sarebbe stato 1180/90 praticamente già raggiunto in after hour e gli altri sono incerti, potremmo avere un rialzo che non oltrepassi la riga blu che indicherebbe un'espansione al ribasso, oppure uno che la superi, ma non oltrepassi la rossa che darebbe luogo a più possibilità, il sorpasso della rossa farebbe scattare delle velleità rialziste che al momento escluderei. A intuito direi che dovremmo salire un po' mercoledì e forse giovedì poi vedremo, ma non ho particolari elementi su cui fare affidamento.



E' interessante notare, invece, sul medio/lungo termine, che da oltre un mese siamo sempre nella stessa zona...fase laterale prima del rialzo?
Resto dell'idea che manchi ancora un'onda che ci porti a un nuovo minimo, ma lo scenario si fa interessante e più vengono sparate notizie su quanto male vada l'"economia reale" più diventa interessante...rally di Natale in agguato?
Il bund ha raggiunto e superato quota 119, se l'azionario dovesse andare al rialzo come penso e di conseguenza il bund al ribasso, sotto 118 si potrebbe pensare di chiudere posizione short per riaprirla sul ritorno a 119.

martedì 18 novembre 2008

Nasdaq 18/11

Il movimento di lunedì non ha aggiunto niente a quanto ilustrato domenica, sono ancora possibili tutte le ipotesi.
In linea teorica c'è da notare che i volumi sono piuttosto scarsi e che le sessioni recenti non terminano mai bene nonostante si registri ancora qualche accumulo, il che, di solito, non è un buon segno per cui la mia preferenza in situazioni simili andrebbe allo SHORT, però...però questa è settimana di scadenze e sbolognare le ultime put per poi tirare su il mercato tra mercoledì e venerdì è un film già visto.
Per cui mi limiterei a degli scalps se proprio non si riesce a star fuori.

lunedì 17 novembre 2008

Nasdaq & C. 15/11/08

Nonostante le mia attese per un allungo anche piccolo, il mercato ha invece preso subito la via del ribasso, salvo un rimbalzino a metà giornata, che solo sullo sp500 ha "allungato" di qualche centesimo.
Da quel che ho potuto registrare negli ultimi due giorni, sul mercato c'è una vera e proprio guerra tra rialzisti e ribassisti e sebbene i volumi non siano altissimi sono equamente distributi.
Ho ipotizzato alcuni conteggi relativi ai recenti sviluppi e in generale direi che tutti non sono ottimistici, il meno peggio vedrebbe completarsi a 1270 una correzione al rialzo per poi riprendere il ribasso, gli altri direbbero che il ribasso è già ripreso.




Sul fondo restano divergenze di lungo su alcuni indicatori e un accumulo di medio/lungo termine a livelli storici.
Secondo il conteggio sempre di LUNGO termine seguito finora, siamo nell'ultima onda di C (sperando che in futuro questa C non si riveli essere una 3)
Da un punto di vista temporale siamo sempre più vicini agli inizi di dicembre attesi da tempo per il minimo.
Sebbene i grafici nel breve dicano ancora ribasso forse sarebbe il caso di star fuori e cominciare a studiare cosa comprare tra non moltissimo.
Sempre per il breve si tenga presente che venerdì abbiamo le solite scadenze e non sarebbe così anomalo un nuovo improvviso rally, magari dopo un nuovo minimo, tanto per non smentire i miei grafici.

venerdì 14 novembre 2008

Nasdaq & C. 14/11/08

Oggi è stata una dura giornata ed anche una dura nottata di lavoro.
Innanzitutto guardiamo la salita sviluppatasi nelle ultime ore

La mia impressione è che quella al centro non possa essere un'onda 3 e quindi è da classificare come un'espansione, di conseguenza dovremmo vedere un ulteriore allungo venerdì, almeno di un 20 punti.
Dicevo una dura giornata, perchè? perchè, come anticipavo nei commenti della giornata,dai 1108 mi sarei aspettato un leggero rimbalzo ed un ulteriore minimo, invece abbiamo avuto una bella sparata, il che costituisce un grosso problema, guardate voi stessi il grafico degli ultimi giorni

A questo punto diamo per scontato che sul minimo si si chiusa un'onda tale onda può essere la 5 finale attesa da tempo per cui di quì si dovrebbe salire e basta per parecchio, o una I di essa per cui molta attenzione alla zona 1270/80 target ideale della eventuale II.

Passiamo allo SP500, col nuovo minimo ormai davo il famoso triangolo per sballato invece col recupero "miracoloso" di giovedì sembra tornare in auge promettendo almeno i 975.


Dicevo prima una dura giornata perchè per quanto lo guardassi non riuscivo a vedere 5 onde nel movimento partito dai 1382 del nasdaq, ma ne contavo sempre e solamente 3, inoltre, mi ponevo il problema di come conciliare il triangolo dello sp che promette un nuovo minimo con l'ipotesi che tale minimo sia stato già fatto sul nasdaq (di solito avviene il contrario, per cui è più facile che ci sia nuovo minimo sul Nasdaq e non sullo SP500).
Tenuto presente che si tratta di un'anticipazione che abbisogna di conferme e che potrebbe cadere facilmente nei prossimi giorni, nonchè che tale conteggio è solito far rivoltare i puristi (Fernando già mi pare di sentirti :DD), la soluzione potrebbe essere quella che io chiamo l'onda M ovvero un'onda che di solito si realizza su minimi importanti la cui caratteristica principale è l'onda IV che sfora di parecchio il limite della I (proprio come un ending triangle solo che non è tanto triangle), per ora la butto lì, se sarà il caso approfondirò in futuro.

Ricordo che da tempo ho indicato come la prima settimana di dicembre il momento temporalmente ideale per il minimo, vedremo...certo anche l'avesse fatto oggi non mi sarei poi sbagliato di molto.

giovedì 13 novembre 2008

Nasdaq & C. 13/11/08

La giornata di oggi è stata la palese dimostrazione che, a prescindere da qualunque convinzione personale, quando si dispone di un buon piano e lo si segue, si vince!

Oggi avevo la netta impressione che da un momento all'altro il mercato girasse al rialzo ed anche violentemente, (vedasi le conversazioni nei commenti di ieri) invece, come illustrato nelle ipotesi di ieri http://borsaronero.blogspot.com/2008/11/nasdaq-12112008.html , alla rottura del minimo precedente, è seguita una discesa continua.

A questo punto dovremmo quindi essere in onda iii di III di 5 ovvero nel mezzo dell'ultima discesa. Prevederei come fine di onda iii, dove dovrebbe seguire un rimbalzo ovvero onda iv, a 1137, ma al momento non suggerirei posizioni LONG.

Poichè teniamo sempre presente le possibili alternative per un "buon piano" qualora ci fosse MIRACOLOSAMENTE un'inversione, segnalo che, fino alla rottura decisa dei 1840 dello SP500, sarebbe ancora in piedi questo triangolo http://borsaronero.blogspot.com/2008/11/nasdaq-c-61108.html di cui posto un aggiornamento




Operativamente siamo SHORT e porrei lo STOP a 1200 a protezione della posizione e giusto qualora si verificasse il "miracolo", si tenga presente che anche in quel caso avremmo soltanto un rimbalzo intorno ai 1000 si sp500 e poi di nuovo giù.
Uno sviluppo più normale prevede il proseguimento del ribasso e l'eventuale rimbalzo di onda iv non dovrebbe raggiungere i 1200.

mercoledì 12 novembre 2008

Nasdaq 12/11/2008

La giornata di oggi è andata secondo le attese, d'altro canto entrambe le ipotesi analizzate ieri prevedevano un iniziale ribasso, ebbene dopo questo ribasso ancora reggono entrambe http://borsaronero.blogspot.com/2008/11/nasdaq-111108.html
infatti per l'ipotesi 1 (rialzista) potremmo avere concluso onda B e dirigerci verso massimi superiori alla A quindi superiori a 1380, target ideale 1460

per l'ipotesi 2 (ribassista) potremmo avere iniziato semplicemente un'altra espansione ragion per cui dovremmo rimbalzare, target ideale 1270, per poi riprendere il ribasso e, in tal caso, la rottura del minimo odierno darebbe una certa conferma a questa ipotesi.

Molto interessante il movimento prima della chiusura che si può leggere facilmente in 5 onde e che promette un buon avvio per l'inizio della sessione di mercoledì.
Sperando che non ci presentino la solita apertura in gap per poi far crollare tutto.
Operativamente: per il brevissimo tutte e tre le ipotesi dicono LONG con alleggerimento a 1270 e STOP/REVERSE SHORT al di sotto del minimo di oggi 1209 circa.
Una piccola nota per il medio termine, siamo in una situazione di accumulo record, accumulo di lungo termine, che di solito precede grossi moviment al rialzo, in base alle analisi degli ultimi mesi, direi che non è ancora il momento, mancherebbe un altro minimo assoluto, qualunque delle due ipotesi su citate si sviluppi nel breve.
Il bund si comporta come previsto, oggi un massimo di poco superiore ai 118 che potrebbe essere quello assoluto, se si sviluppasse l'ipotesi rialzista sull'azionario lo sarebbe sicuramente.

martedì 11 novembre 2008

Nasdaq 11/11/08

I future hanno raggiunto in pieno i 1320 previsti, ma nell'apertura regolare non si è andati oltre i 1300, poi si è sceso praticamente per tutta la giornata.
Sono ancora possibili due sviluppi entrambi vedono un iniziale ribasso che non dovebbe andare oltre i 1170 per l'ipotesi rialzista, mantre, confermato dalla rottura dei minimi, dovrebbe raggiungere i 1020/50 in quella ribassista.
Considerato l'eccesso di ottimismo che si legge in giro ed anche per una questione di tempi le mie preferenze vanno all'ipotesi ribassista, per tale ipotesi non dovremmo tornare sopra i 1300 nel brevissimo.
Per quello che riguarda l'ipotesi rialzista temporalmente il rialzo dovrebbe essere contenuto entro giovedì con target oltre i 1380, quindi dovrebbe realizzare prima un ribasso di una cinquantina di punti e poi un rilazo di 200 il tutto in tre giorni, non è impossibile, ma un po' improbaile, altro motivo per cui le mie preferenze vanno all'ipotesi ribassista.

sabato 8 novembre 2008

Nasdaq 9/11

Come ho scritto nel post precedente, http://borsaronero.blogspot.com/2008/11/nasdaq-81108-didattica.html era chiaro ad inizio di sessione che l'ulterire piccolo ribasso, prima della risalita, non ci sarebbe stato, dopo aver atteso quasi l'intera sessione in chiusura i futures rompevano al rialzo arrivando fino a 1290 (anche se l'indice ha chiuso prima), visto come ti fregano per 15' di differenza tra l'uno e l'altro?
Dicevo ieri che in genere l'onda E si sviluppa a seguito di qualche notizia http://borsaronero.blogspot.com/2008/11/nasdaq-c-61108.html , forse sarò portata dalla riunione dei vari governi prevista nel week end?
Comunque direi che si può alzare lo stop al di sotto del punto Y di questo grafico http://borsaronero.blogspot.com/2008/11/nasdaq-81108-didattica.html ovvero 1250 circa.
Inoltre dalla rottura sui futures si può ipotizzare un apertura in gap e il raggiungimento del target (che diventa) 1325, di quì restano possibili i due sviluppi illustrati in precedenza http://borsaronero.blogspot.com/2008/11/nasdaq-c711.html .
Ricordate di alleggerire a 1325 e comunque in questo rialzo direi di mollare tutte le posizioni acquisite nelle ultime due settimane.

Il rialzo dovrebbe esaurirsi tra lunedì stesso e giovedì al massimo, ma adesso mi sto sbilanciando troppo.
La sessione di venerdì è stata caratterizzata da scarsi volumi e un leggero incremento dello scarico.
Bund per ora tutto come previsto.
UBS: avendo sfiorato i 20 e ripiegato, segue lo stesso schema che avete visto sul Nasdaq, il target di alleggerimento diventa 18.78 se passasse i 20 potrebbe raggiungere i 21/21.5

Nasdaq 8/11/08 DIDATTICA

Il grafico che posto oggi è interessante da un punto di vista didattico, di solito i grafici a 5' nemmeno li guardo, salvo per approfondire qualche dubbio che mi sorgesse da quello a 15' o per qualche scalp veloce, ebbene è proprio questo il caso.
Dalla prima ora, con la conformazione in 5 onde del primo movimento e dalla sua discreta ampiezza (un po' troppo grande per essere un'onda a di una correzione di tutta la discesa partita da 1380), era chiaro che, nonostante la pregressa impressione, non ci sarebbe stato un altro affondo nel brevissimo.
Stabilito ciò ci si mette a calcolare il rintracciamento ideale di onda 2 (pari a 1252). Ecco che si scende e opps si ferma a 1256, accidenti siamo rimasti fuori... potremmo:
1) avere avuto una correzione scarsa
2) una correzione parziale che si completerà in seguito
3) avere sbagliato tutti i conti
cosa fare in questi casi?

Per la 1) si può impostare in automatico un ingresso al di sopra del punto 5, specie per lo scalping brevissimo va bene o segue una 3 o una C. Il rovescio della medaglia è che l'eventuale stop è lontano (al di sotto del minimo della 1) e che se quella che segue è una C può terminare anche dopo qualche centesimo (non è un caso raro) non dando chances di uscire in gain.
Si noti sul grafico che, salvo la fregatura di cui sopra, si può arrivare vicinissimi al punto 5 senza superarlo, per cui mai anticipare!
Per la 2) basta lasciare l'ordine di acquisto a 1252 fiduciosi lo stop in tal caso è più accettabile e il potenziale gain più interessante
Chiaramente i due ordini sono autoescludenti nel senso che eseguito uno dei due l'altro va cancellato.
Per la 3, beh c'è poco da fare si prenderà lo stop, o se si manterrà la posizione ad oltranza (siate ben consci dei rischi in tal caso), ovviamente andrà tradata e/o mediata in altre più chiare occasioni, mica si potrà sbagliare sempre :)))

Capiterà anche, che il rintracciamento come pure il break del punto 5, lo vada a fare negli ultimi 30' del venerdì, quando dopo aver atteso una giornata intera ormai avevate revocato tutti gli ordini e quasi spento il pc!!!
E chi vuol capire, capisce!

venerdì 7 novembre 2008

Nasdaq & C.7/11

Oggi sono stati raggiunti i target indicati ieri.
A occhio direi che manca ancora qualcosa in giù per cui nel grafico presumo che si raggiungano i 1220.
Ipotizzando che, per ora, quì si fermi la discesa (consiglio di osservare il movimento domani per cogliere il momento più opportuno, se si presenterà) abbiamo 2 alternative principali
1) onda 4 del ciclo superiore si è chiusa sul massimo a 1380, per cui questa è la I onda dell'ultima consistente discesa, dovrebbe quindi seguire onda II con target ideale a 1320 per poi proseguire il ribasso (linea rosso-blu)
2) a 1380 si è chiusa solo onda A di 4, per cui la discesa corrente è la B ed allora dovremmo vedere ulteriori massimi (lina rosso-verde).
Operativamente LONG con primo target a 1320, non applicehrei lo stop se si andasse ancora più giù perchè dopo un -10% in 2 giorni un rintracciamento anche seguisse in ritardo, dovrebbe sempre esserci e consentire, al peggio di pareggiare, ma con tali intenzioni raccomanderei posizioni leggere.
Chiaramente se dovessimo andare più giù dei 1220 i target subirebbero delle variazioni.

Circa lo SP500 al momento è valido lo schema postato ieri http://borsaronero.blogspot.com/2008/11/nasdaq-c-61108.html
qualora tutto filasse è chiaro che si potrebbe prendere il raggiungimento dei target ivi illustrati per operare secondo la prima o la seconda ipotesi del Nasdaq. Proprio qualche giorno fa leggevo su un testo che tipicamente le onde E si verificano sull'uscita di qualche notizia positiva, quindi massima attenzione negli orari di uscita dei dati macro per qualche inattesa sorpresa.
Sul Bund si son raggiunti in pieno i 118, come scrivevo nei commenti di ieri mi aspetterei qualche giorno di su e giù in zona 117/118 per poi prendere direzione al ribasso, non escluderei nel brevissimo qualche piccolo allungo anche sopra i 118, ma dovrebbe, nel caso, trattarsi di spiccioli.

giovedì 6 novembre 2008

Nasdaq & C 6/11/08

Oggi abbiamo avuto una discesa severa, in parte contrariamente alle mie aspettative, in parte perchè avevo avvisato di non fidarsi della fantomatica elezione, che avrebbe fatto salire tutto, ma in parte perchè pensavo che si continuasse a salire per uno o due giorni e invece l'effetto sell on the news è stato immediato.
Per il Nasdaq100 creado che si scenda almeno fino ai 1240/60 cosa che ormai consideravo difficle, ma comunque al momento sono possibili numerose ipotesi, anche troppe per cui lascio perdere.
Posto invece un grafico dello SP500 (sul quale faccio presente si son toccati i 1008 rispetto ai 1020 preventivati) dove sembra articolarsi la correzione a triangolo che avevo anticipato qualche tempo fa, tale sviluppo sarebbe estremamente compatibile sia con l'accumulo/scarico, che col forte scarico di oggi assume dei toni contrastanti nel breve termine (sul medio è estremamente prevalente l'accumulo), sia con l'idea che quella in corso sia una 4, infatti spesso tali formazioni precedono l'ultimo affondo di rango superiore.
In coerenza con tale idea si potrebbero aprire posizioni LONG a 880/900 con target 980/1010 e stop 840.
Il grafico dovrebbe indicare anche i tempi approssimativi, ma su questi non scommetto mai.
Se tutto verrà confermato il target finale dovrebbe essere intorno ai 750.

Il bund è tornato sopra i 117 siamo in attesa almeno dei 117.5 per riaprire le posizioni short, credo tra oggi e venerdì.

mercoledì 5 novembre 2008

5/11

DAll'apertura in gap di martedì era abbastanza chiaro, come ho risposto a un amico nella sezione commenti, che era in corso l'alternativa che vede l'avvio diretto verso il target 1430/65.
Nel momento in cui scrivo pare che Obama abbia vinto e le borse asiatiche accolgano bene la notizia, ma, appunto, ormai la notizia è uscita.
Mi aspetterei una buona apertura mercoledì e forse una continuazione giovedì verso i target indicati, ma credo che il rialzo finisca quì.
Comincia a comparire qualche scarico, ma chiaramente non aprirei posizioni SHORT prima del target, salvo segnali precisi ma starei pronto a chiudere tutti i LONG.

martedì 4 novembre 2008

4/11

La sessione di oggi è stata veramente irrilevante, non posso aggiungere nulla a quanto scritto ieri.

lunedì 3 novembre 2008

Nasdaq & C. 2/11/08


Contrariamente ai giorni scorsi venerdì c'è stato un certo scarico, nulla in confronto all'accumulo totale, ma potrebe dar luogo all'onda B che attendo da un paio di giorni e che tarda, d'altro canto non è l'indice abbia allungato di molto, il che mi convince che la A sia terminata o stia per terminare, la B avrebbe come target ideale 1242/60, vista la forza degli ultimi giorni mi aspetterei una discesa veloce verso tale zona per poi recuperare in fretta.
Mi è stato fatto osservare da Fabio che il movimento A-B potrebbe essere costituito dal su e giù precedente al grafico che ho postato, ebbene è senz'altro possibile e da tenere in considerazione, però in relazione ai grafici di alcune delle azioni principali e ai dati di accumulo/scarico, la mia ipotesi mi convince di più.
Ho letto in giro molto spesso frasi del tipo "adesso fanno il presidente e si sale", durante il crollo del Nasdaq del 2000 sentii la stessa frase, ebbene non si salì per niente, magari bastasse un presidente a risolvere una crisi del genere, quindi non illudetevi, o meglio non fatevi fregare!
Il bund ha allungato all'ingiù, ma aspetto sempre una risalita, sull'attesa del taglio da parte della BCE, almeno a 117.65
P.s. Ricordo, come già detto in precedenza, che l'alternativa al conteggio illustrato è un arrivo diretto in zona target di onda 4, ovvero 1430/60