Translate

Cerca nel blog

martedì 31 gennaio 2017

Sp500 31-1-17

L'inversione di oggi non lascia tranquilli i livelli indicati a 2278 circa sono stati violati e il grafico (30') mostra anche un island top reversal.

Resta salvo per ora il supporto a 2252, finchè regge potrebbe trattarsi dell'ennesima espansione.

domenica 29 gennaio 2017

Sp500 29-1-17

Del medio lungo periodo ho già parlato nelle ultime settimane e siccome non è cambiato nulla, stavolta mi limiterò al breve.

Sp500 secondo me sta facendo una limitata correzione che potrebbe essere già terminata venerdì u.s. oppure mancare di qualche punto raggiungendo, magari lunedì stesso, i 2280 future, per poi andare di nuovo verso i 2320/30, attenzione che non è affatto detto si limiti a questo livello.

Rispetto ai dubbi che possano, giustamente sovvenire, evidenzio: - un macd pronto all'inversione dopo aver scaricato; - un nasdaq che, praticamente non si è mai fermato; - un Russell che sebbene abbia corretto, denota un classico flag rialzista.

Il FIB ha una situazine simile con una volatilità maggiore, potrebbe aver già dato o necessitare di un completamento a 18500/400, ma direi che resta rialzista.

Il petrolio, si può dire sia nella terra di nessuno, anch'esso in una laterale, deve decidere a breve se completare la correzione, oppure aver già dato.

L'oro ripiega all'incontro con la ribassista di medio, l'eventuale passaggio potrebbe portare a nuovi massimi, ma per come si è comportato finora, un ripiego a 1100 non è escluso.

EURUSD ripiega, ma resta nel canale rialzista, se lo rompesse, supporto principale a 1.052.

venerdì 27 gennaio 2017

Intesa 27-1-2017

Se sul medio/lungo periodo ci può essere qualche dubbio su cosa sia in corso, nel brevissimo sembra molto chiaro.

Quindi long con stop sotto 2.2

giovedì 26 gennaio 2017

26-1-2017

Per lo sp500 in un certo qual modo si possono intravedere già 5 onde dai 2250 future, me secondo me sono da interpretare come I-II-i-ii-iii ciò comporterebbe, sempre se la iii fosse finita, una correzione a 2287, se invece mi sbagliassi e la correzione arrivasse a 2280 questo sarebbe un livello da comprare. N:B: valori future

mercoledì 25 gennaio 2017

Sp500 25-1-17

Ed ecco la sorpresa, come sempre quando tutto sembra scontato. La sessione di martedì dello sp500 non può essere ignorata non foss'altro che per l'aver segnato un nuovo massimo. Elliottianamente quindi tornerei al conteggio infrasettimanale. con una 5 (forse in ending) espansa. In base all'analisi tecnica ordinaria abbiamo la rottura di una fase laterale di 50 punti di ampiezza, ci si può quindi aspettare un target intorno ai 2320.

Ci sarebbero tuttavia degli elementi a favore dei ribassisti, cioè che questo nuovo massimo non trova conferma, nè sul Nasdaq, nè sul Russell eil vix che si avvia a 10. Ciononostante, secondo me, sono solo gli ultimi punti a cui possono aggrapparsi, quando invece il nostro mercato, di solito anticipatore si è mostrato forte per tutta la sessione, quando proprio non ce n'erano ancora le premesse.

domenica 22 gennaio 2017

SP500 22-1-17

Le varie ipotesi postate da domenica ad oggi, non è che siano da buttare, tuttavia se devo scegliere quella che oggi mi convince di più è la seguente, ovvero è terminata leggermente in anticipo onda 3 rossa e si prepara la 4, probabilmente a cuneo (ABCDE), con target 2210(riga verde) . Come evidenziato nelle ellissi rosse, faccio notare che situazioni simili all'attuale possono durare parecchio tempo.

Il Fib ha avuto una settimana positiva, ma la mia impressione è quella di una correzione in corso.

EURUSD sembra nettamente rialzista e diretto a 1.1/1.11.

L'oro è in zona critica qui deve decidere se rompere, prossimo target 1300, o ripiegare, l'argento è molto simile.

venerdì 20 gennaio 2017

Sp500 20-1-17

Tanto per abbozzare un conteggio, la linea rosa tiene in gioco il trend rialzista.

sabato 14 gennaio 2017

Sp500 16-1-17

La situazione corrente lascia qualche dubbio, le ipotesi le ho già esposte in corso di settimana, in pratica, la V è terminata oppure estende? E come sostengo sempre nulla è predeterminato, direi che al momento i grossi venditori sono assenti, ciò non significa che non possano entrare sul mercato da un momento all'altro. Lunedì è festa il che potrebbe essere sfruttato sui future per fare qualche scherzo in un senso o nell'altro.

Se la discesa azzurra sembrerebbe la cosa più normale, ogni piccola correzione è stata acquistata e quindi si potrebbero rompere i 2300 da un momento all'altro.

Posso solo dire che la rottura del massimo confermerebbe l'estensione e dovrebbe portare oltre i 2320, mentre la rottura dei 2252 confermerebbe la fine di onda 3 e chiamerebbe i 2210/15 per la 4.

Per i sostenitori della ending di lungo termine (P3 o P5 che sia) avremmo una conferma solo sotto 2180.

Il Fib ha avuto una settimana piuttosto negativa, potrebbe correggere fino a 18400/500, ma considerato che il trend principale è ancora rialzista, non rischio chiudendo le posizioni, sia pur temporaneamente.

Il DAX non è molto diverso, anche se ha tenuto meglio.

Stesso discorso per Intesa, mentre mi piace segnalare continui progressi per Mediolanum.

Il petrolio ha corretto un po' al rialzo, ma non ci sono cambiamenti rispetto alla settimana scorsa.

Sull'oro permangono i dubbi, sul grafico sono evidenti 3 onde e la risalita in corso avrebbe raggiunto il target ideale di una 4, il dubbio quindi è se debba fare la 5 con target 1090 oppure se le 3 onde fossero un abc e la risalita è solo l'inizio verso nuovi massimi.

Nel dubbio, appunto comincerei ad aprire qualche posizione in caso di ritorno sui 1160.

L'EURUSD, che di solito si muove in parallelo, è influenzato anche da altri fattori, al momento ha rotto le ribassiste di breve e punta a 1.085/1.11, con disappunto, per ora di tutti coloro che scommettevano sulla parità a breve.

Ricordo che lunedì è Martin Luther King's day, trattano solo i futures ad orario ridotto.

venerdì 13 gennaio 2017

Sp500 13-1-17

Nell'analisi di ieri ho trascurato un dettaglio, l'eventuale leading avrebbe avuto come rintracciamento ideale non i 2260 (che pure erano un supporto rilevante, ma all'incirca il minimo odierno (in verità un paio di punti più giù di quanto segnato). Il nuovo contro rally visto in fine di sessione, fa pensare che l'analisi fosse corretta semplicemente ponendo un po' più sotto il supporto. Per cui possiamo tenere il minimo di oggi some stop per eventuali posizioni long.

Per chiarire meglio questa sarebbe l'ipotesi negativa, che però dovrebbe concretare una 4 con target ideale intorno a 2210, quindi in ogni caso non mi aspetterei sfracelli.

giovedì 12 gennaio 2017

Sp500 12-1-16

Ieri c'è stato l'atteso discorso di insediamento di Trump, il quale, però ha detto poco e niente, salvo prendersela con le case farmaceutiche e facendo crollare tutti i titoli del settore.

Guardando al grafico dobbiamo osservare in primis la tenuta dei 2260 indicati, dopo vari su e giù, mi sembra avere tutta l'aria di una fine correzione, in tal caso ritengo che il movimento da inizio anno sia da interpretare come una leading, quindi salvo rottura del minimo a 2260 indice (in tal caso avremmo avuto un ending), sembra prepararsi un movimento più ampio in termini temporali e di spazio rispetto a quanto preventivato. Già penserei a qualcosa oltre i 2300

mercoledì 11 gennaio 2017

x Mario

Visto il grafico che mi hai mandato, innanzitutto io guardavo alla linea rossa tratteggiata anzichè quella continua e in effetti nel cerchio verde c'è un aumento dei volumi che poi decrescono, tale decrescita porta al cerchio rosso non con buone premesse, tuttavia un ripiego, direi meno profondo di quel che immagini (vedi linea blu che dovrebbe essere una 4 o al massimo una 2 di espansione, quindi andar sotto i minimi di novembre è escluso), con la rottura accompagnata da volumi potrebbe concretizzare un altro allungo, questo a prescindere dalla figura che mi sembra forzata in entrambi i casi.

Cmq suggerisco di non guardare MAI un TS senza tenere presenti i volumi.

lunedì 9 gennaio 2017

Sp500 & C. 8-1-17

Non molto è cambiato dall'ultimo post, lo sp ha fatto la correzione attesa, ma non ha raggiunto il target indicato, il che mi induce a pensare che detta correzione non fosse una 4 ma ancora una IV di 3.

Sul Grafico potete vedere entrambe le ipotesi, ce ne sarebbero altre possibili, ma per ora considero queste e preferisco la IV di 3.

- In questa ipotesi abbiamo appunto concluso la IV a 2233, considerando che la I è stata di 131 punti e la III di 75, il limite massimo di questa V è 2308, qualora si andasse oltre questa ipotesi è da scartare.

- In alternativa se avessimo avuto la 4 rossa avremmo un target ideale a 2299.

Andando a vedere più da vicino, partendo dai 2233 l'onda in corso mostra già un'espansione, anche se potrebbe essere una ED, quest'ultima idea non mi convince.

Concludendo abbiamo un primo target a 2299 e finché lo sp500 si mantiene sopra i 2259 è ancora rialzista. L'eventuale sorpasso di 2308 farebbe propendere per ipotesi maggiormente rialziste. Temporalmente vedrei possibile un top temporaneo verso il 16

Il petrolio mi lascia un po' perplesso per la sua forza, ma guardando al conteggio è ancora possibile un ritorno a 48.5 dove riaprire le posizioni.

Oro ed EUR sono quasi paralleli, entrambi lasciano il dubbio se debbano fare un altro affondo o se siano partiti in anticipo rispetto al top azionario atteso. Per il Momento denotano una buona forza rialzista, ma proprio venerdì abbiamo avuto un controrally, non so se entrerei di già.S e devo tirare a indovinare, direi che un altro minimo ci può stare, magari non ampio.

Il Fib, come detto già prima delle vacanza, ha buone chances di arrivare a 20400, ma attenzione ad un eventuale rottura di 19000.

A gentile richiesta Intesa. Ha raggiunto la zona target che, a mio parere avrebbe dovuto essere raggiunta cmq, qui sarebbe lecito prendere parziale profitto, e sicuramente lo farei in zona 2.74/78 con l'idea di ricomprare più in basso, tenendo presente che la prospettata correzione sullo sp500 possa influenzare anche il nostro mercato e che il massimo target del triangolo rotto si pone a 3.2, ma la strada è ancora lunga.

Anche per l'Italia, se è possibile una correzione tra un po', direi che il rialzo non è terminato.