Translate

Cerca nel blog

domenica 31 luglio 2016

Sp500 & C. 1-8-16

Altra settimana passata in laterale, ma con chiusura venerdì su un nuovo massimo, ma di poco. LA prima impressione è che semplicemente non ci sia ancora abbastanza forza per partire al rialzo, per cui la laterale potrebbe continuare, ma contemporaneamente, potrebbe bastare un piccolo progresso per indurre le posizioni short a chiudersi di corsa.

Venendo ai possibili conteggi avrei 2 ipotesi principali che sono le stesse della settimana scorsa, nella laterale è abbastanza certo si sia svolta una 4 e il problema resta se considerare tale anche il fuori mercato svoltosi in occasione del falso colpo di stato in Turchia (tra parentesi).

- La mia idea preferenziale, seguendo anche il Nasdaq che mostra un'espansione in meno, ma nessuna correzione, è che la laterale sia la iv per cui dovremmo avere (in verde) a seguire una v di III a 2200, una IV a 2150/60 e una conclusione a 2215/20 (salvo espansioni e revisioni del conteggio)

- seguendo invece il conteggio in grafico dovremmo concludere l'onda con una V a 2200 e poi correggere in relazione alla salita da 1980, il target ideale sarebbe 2070 (in rosso), ma siccome il mercato è molto forte non mi stupirebbe si limitasse all'obbiettivo minimo a 2110 (in azzurro).

La stessa considerazione vale anche per l'ipotesi precedente, i target differiscono di poco.

Il fib sembra essersi allineato con un'espansione sulla 5a onda, gli obbiettivi teorici restano 17200/16000 possibilmente in parallelo con l'America.

L'EURUSD, come già segnalato in settimana dovrebbe aver ripreso la via del rialzo, abbiamo una prima resistenza in zona 1.13 dove probabilmente si completerà la prima onda.

Il petrolio ha quasi raggiunto i 40 e ha dato un primo segno di esitazione, in base anche al conteggio, seconda che la y si articoli in 3 o 5 onde, il ribasso potrebbe essere terminato o formare una IV prima di arrivare sui 37$

Infine abbiamo oro, argento che hanno ripreso il rialzo ed anche il platino che ha già segnato addirittura nuovo massimo relativo.

Il conteggio più chiaro al momento sembra quello dell'argento.

Questa settimana ci sono ancora se ci fosse qualcosa di significativo da segnalare, ma non riuscirò a realizzare il prossimo report del week end causa le necessarie vacanze agostane.

venerdì 29 luglio 2016

Nasdaq 29-7-16

Ennesima giornata in laterale, così per cambiare ho dato un'occhiata agli altri indici, ebbene se lo sp500 potrebbe avere in corso se non terminato la sua IV, Il Nasdaq non mostra praticamente nessuna correzione dopo la II che pure è stata scarsa, qui penserei esclusivamente che la III è in corso e continua!

giovedì 28 luglio 2016

Sp500 28-7-16

La FED non teneva nemmeno la conferenza stampa, quindi non c'erano elementi che potessero direzionare il mercato. Unica cosa ha confermato che sono propensi a un rialzo, il problema si riproporrà a settembre.

Lo sp500 ha continuato nella sua laterale con uno spike sotto il minimo di ieri, lo considero parte integrante della correzione vista ieri e quindi non ci sono novità su questo indice e aspettiamo almeno un altro allungo, mentre il Nasdaq continua a sovraperformare grazie alle trimestrali dei principali indici tech. Finora solo Intel e NFLX hanno deluso e TWTR non è una sorpresa.Stasera tocca a Googl ed AMZN.

Interessante il petrolio che sfora anche i 42.5, prossimo supporto a 40 e poi eventualmente il target ideale a 37$.

Si può forse cominciare a cercare qualche titolo del settore che sia sceso, ma non sembra siano in molti, mi sapete suggerire un buon ETC x1 o x2?

mercoledì 27 luglio 2016

Sp500 27-7-16

Posto il grafico del future con evidenziate le correzioni degne di nota che si sono viste nelle ultime settimane, sia pur fuori mercato. Se ne teniamo conto, il prossimo massimo da farsi in zona 2182 potrebbe essere la fine dell'onda corrente, cui dovrebbe seguire una correzione fino 2060/80.

Tuttavia, dobbiamo tener presente che questo è un conteggio pessimistico, in quanto la iv ha raggiunto un livello minimo di rintracciamento, ma lo ha fatto fuori mercato per cui sul grafico dell'indice ufficiale non compare, mentre la IV non ha nemmeno raggiunto il livello minimo che sarebbe stato 2148, fermandosi a 2153. Ciò significa che potremmo addirittura ancora essere nella parte finale di una iii. Di solito in queste situazioni mi regolo salomonicamente ovvero considero che su due onde dubbie ce ne sia in realtà una, quindi considererei la iii terminata a 2172 e la iv a 2153, dovrebbero seguire III IV e V.

Ma queste sono considerazioni personali, dobbiamo tenere presente che di fatto il rialzo potrebbe terminare a 2182 (future)

Sebbene la relazione sia quasi inesistente con l'indice americano, devo dire che la discesa di oggi sul Fib è perfettamente compatibile con una 4 che chiami un target finale a 17100/200 anticipato nel post del week end.

domenica 24 luglio 2016

Sp500 24-7-16

Settimana noiosa passata in laterale che rende poco leggibili i movimenti. O meglio quelli iniziali sono chiarissimi, non è chiaro invece se dobbiamo considerare il movimento corrente ancora parte della iii.

Nel brevissimo il seguente è il conteggio più pessimistico ove avremmo avuto la iii a 2168 la iv a 2143 (fuori mercato) e completato la v di III a 2170.25, quindi si scende a 2131 per la IV. E' chiaro che se andassimo oltre i 2170.5 senza prima rientrare almeno in zona 2140 la III sarebbe da considerare ancora in corso, ma non si può escludere che lo sia perfino la iii.

A mio avviso, la mancanza di correzioni degne di nota è indicativa della forza del mercato, al momento latente, ma pronta a esplodere.

Considerando poi che sul lungo periodo saremmo in una 3 di P5 invito ad osservare la 1 caratterizzata da espansioni e correzioni minime, se la 1 è stata così, cosa aspettarsi dalla 3? Il calcolo minimo per il target di P5 chiamerebbe 2280...senza espansioni, altrimenti si potrebbe arrivare anche oltre i 2700/800.

Stante la situazione gli short sono da evitare ed eventuali ribassi sarebbero occasioni d'acquisto.

Gli altri indici come Nasdaq e Russell appaiono anche più forti.

Veniamo all'Italia, in base al conteggio sembra si stia completando una terza onda a partire dai minimi (intorno a 17100), ora questa terza onda potrebbe essere, un'espansione, per cui potrebbe esserci un ripiego in zona 16000 per poi riprendere il rialzo (in verde), oppure l'ennesima correzione e si potrebbe tornare sui minimi prima di ripartire (in rosso). Per entrambi i casi i prezzi correnti, o meglio ancora quelli in caso di ripiego mi sembrano interessanti per degli acquisti di lungo periodo specie sui bancari, quasi quasi perfino per quella schifezza di MPS. In fondo i target ribassisti, previsti mesi fa, che all'epoca sembravano assurdi sono stati quasi tutti raggiunti.

L'EURUSD continua la sua discesa verso gli 1.085 forse in attesa della FED di mercoledì che potrebbe annunciare l'ennesima rinuncia ad alzare i tassi, ma anche facesse un rialzo minimo, direi che lo si potrebbe considerare scontato dal mercato.

Anche il petrolio scende lentamente e al momento non ci sono segnali contrari vedremo se ci sarà una reazione sul prossimo supporto a 42.5

L'oro ha toccato i 1310 come minimo, abbastanza vicino ai 1300 indicati per eventuali riacquisti, come si vede dal grafico, anche se il conteggio è un po' approssimativo, la zona costituisce un supporto importante. Sull'annuncio della FED si potrebbe riprendere il rialzo

L'argento non è molto differente e dopo aver recuperato parte della distanza rispetto al giallo, tiene piuttosto bene.

venerdì 22 luglio 2016

Sp500 22-7-16

Ieri un nuovo massimo di soli 2 punti che ripropone il dilemma:

è ivi terminata la iii e si scende a 2136 per la iv

oppure

abbiamo avuto la iii a 2168 la iv a 2143 (fuori mercato) e completato la v di III a 2170.25, quindi si scende a 2131 per la IV.

Insomma per entrambi i casi nel brevissimo si dovrebbe scendere un po', ma la salita di quest'onda non è ancora completa.

mercoledì 20 luglio 2016

Sp500 20-7-16

altri due giorni di sonnolenza sul mercato USA, lo sp500 resta in una laterale indeciso fra raggiungere il target ideale della iv a 2135 o considerarla chiusa a 2143 (fuori mercato) e rompere al rialzo con target 2181.5 per la v.

domenica 17 luglio 2016

Sp500 17-7-16

La forza dell'indice americano è indiscutibile, l'attentato di Nizza non ha potuto sortire altro che una piccola correzione, il colpo di stato farlocco in Turchia ha causato un ulteriore discesina in after hour.

A mio avviso il tutto non interromperà il trend rialzista in atto e la correzione di venerdì, per quanto poco visibile sull'indice ufficiale è da inquadrare come l'onda iv attesa. C'è il dubbio se nei primi minuti dell'apertura di lunedì il future possa toccare il target ideale a 2135, ma i 2145 segnati nella notte di venerdì sarebbero comunque sufficienti, dovrebbe comunque seguire la v di III, target almeno 2180 da rivedere a seconda dello sviluppo.

Non ci sono particolari novità sugli indici europei nè sul petrolio, nel senso che non sono stati violati livelli significativi rispetto alla settimana scorsa.

L'oro è in correzione, come indicato, ma non dovrebbe rompere i 1300. L'argento tiene meglio.

L'EURUSD scende leggermente, sembra ancora diretto a 1.085.

giovedì 14 luglio 2016

Sp500 14-7-16

E' difficile dire se la microcorrezione di oggi sia una iv completa, ma così piccola e non avendo raggiunto nemmeno il minimo indispensabile sarei dell'opinione che si tratti solo della sua a e successivo rimbalzo, tenuto presente questo se il target ideale è a 2126 potrebbe bastargli un 2134. Il Nasdaq100 per ora resta più debole e potrebbe raggiungere 4527.

Il fib è ancora più difficile da inquadrare per come si è sviluppato, ma siccome, tutto sommato sembra muoversi in sintonia con l'America, direi che su entrambi si potrebbero tentare ingressi di brevissimo (giusto qualche giorno, ricordate che stiamo cercando di cogliere una v) a partire dai 2135 di future sp500.

Oro e argento hanno già rintuzzato parte della correzione, mantenendosi alti nonostante tutto.

Petrolio mi sembra sempre negativo, forse aspetta che il rally azionario debba correggere più seriamente con la II per unirsi alla discesa.

lunedì 11 luglio 2016

SP500 12-7-16

Il gap non chiuso di oggi, mi conferma che siamo nella iii indicata, se dovesse correggere subito il target ideale della iv sarebbe 2116.

Anche il Fib sembra aver disegnato una v al rialzo, sebbene gli ultimissimi minuti siano un po' confusi e credo possa allungare ancora un po'.

sabato 9 luglio 2016

Sp500 & C. 11-7-16

Sul dato dei nuovi posti di lavoro, che ha clamorosamente, ma ce lo si aspettava, smentito quello del mese precedente, gli indici americani hanno allungato il passo e la rottura dei massimi assoluti è a poca distanza.

C'è di significativo che al momento vedrei soltanto conteggio rialzisti.

Sul lungo termine viene fissata la Primary 4 a 1810 e quindi la I di P5 a 2120 e la II si è limitata a 1990 rispetto ai 1940/60 previsti.

Segue il successivo sviluppo di rango inferiore che ho etichettato in bianco a partire dai 1990, tuttavia dobbiamo ricordare che si tratta di onda III di P5, non posso quindi escludere che il conteggio corretto sia quello in azzurro, ovvero qualcosa di molto potente appena iniziato.

I seguenti livelli possono fungere da stop a seconda che si parli di breve medio e lungo termine 2080-2060-1980 future.

Nasdaq100 è relativamente più indietro, ma non di rado recupera la distanza sull'uscita di trimestrali pesanti quali INTC AAPL MSFT, le attese in generale non sono brillanti, ma non di rado l'esito si rivela esplosivo se solo ci si presenta un po' "meglio delle aspettative".

Il Fib dopo il massacro bancario sembra risollevarsi nella speranza di qualche provvedimento dall'alto.

Quanto al conteggio teniamo presente che anche se non raggiunti i 14500, un nuovo minimo è stato fatto poco sotto i 15000, quindi onda 5 può essere completa (di che 5 si tratti al momento interessa poco, dato che strada per il recupero ce n'è tanta.

Considerata la doppia tenuta dell'ultimo minimo si possono provare long con stop sui minimi, ovviamente è da preferire il settore bancario nella speranza di una ripresa.

Di questo settore ho guardato molti titoli e in conclusione c'è chi mostra un conteggio terminato come UC e UBI

chi sembra mancare ancora di un'onda, come ISP GEN e BPER, ma certo non si può escludere nè che la faccia in ritardo su qualche notizia, nè un troncamento.

In generale hanno tutti raggiunto il target previsto o si sono discostati di poco.

Nonostante legga in giro mirabolanti tenute che dovrebbe fare il petrolio, questi non m'ispira fiducia per nulla, sul grafico sono evidenti la rottura della trend rialzista e la successiva rottura del supporto statico. L'ultima candela promette continuazione ribassista, magari non si arriverà ai 36 del target ideale, ma per il momento lo ritengo un settore da evitare, salvo si torni sopra la trend tratteggiata.

Infine oro e argento continuano a mostrare una forza inusitata, anche segnali negativi quali le shooting star non durano più di qualche sessione, l'argento poi è partito a razzo nelle ultime due settimane.

Il conteggio dell'argento sembra più chiaro

mentre l'oro mi lascia qualche dubbio sull'ultimo movimento,

per entrambi direi che le posizioni sono da tenere e si possono fare nuovi ingressi in caso di leggere correzioni che potrebbero occorrere per scaricare l'ipercomprato.

EURUSD niente di nuovo, ci mancherebbe un tocco in zona 1.085 per compeltare il movimento.

venerdì 8 luglio 2016

Sp500 8-7-16

Come anticipato nei commenti del giorno, con lo sviluppo odierno potremmo aver avuto: - il completamento della v e in tal caso si dovrebbe riscendere fino a 2025/30 conferma solo sotto 2065 fut, primo indizio se rompe 2080.

- semplicemente un'espansione della v, infatti ci si è fermati proprio sopra 2080 per poi recuperare, in tal caso si dovrebbe allungare fino a 2120 e forse su nuovi massimi.

Fattore discriminante sarà probabilmente il dato sul lavoro USA in uscita alle 14.30.

mercoledì 6 luglio 2016

Sp500 7-7-16

Al momento tutto rientra nello schema

domenica 3 luglio 2016

4 Luglio festa dell'indipendenza USA

Questa settimana gli indici USA ci han sorpreso a dir poco, sembrava ormai scontata la prosecuzione della discesa post BR-exit e invece è durata un sol giorno (ecco come andava interpretato il sentiment quasi integralmente rosso, sarà per la prossima volta).

Tuttavia non è ancora il caso di dare nulla per scontato, data la forza dimostrata, forse, scarterei l'ipotesi peggiore che vedeva un target a 1730, resterebbero quindi le due ipotesi: - della x e ripresa della discesa fino 1940, salta sopra 2120

- L'altra l'ho illustrata sul Nasdaq ove appare più lineare, semplicemente la 2 di P5 è terminata in anticipo sullo sp500, ma avrebbe raggiunto perfettamente il target in pre-market a 4135 circa e quindi di lì sarebbe partita la I di 3 di P5. Presumiamo di essere nella iv di questa I, per cui, dopo un piccolo allungo per la v si dovrebbe correggere a 2040/4280.

Per EURUSD non ci sono novità, mi aspetterei sempre un minimo a 1.085.

Il petrolio sembra alquanto resistente, il che mi induce a modificare il conteggio come segue per un target finale a 54/56.

Oro sempre forte e argento ha addirittura sparato alla grande verso il prossimo target a 21.5, sembra solo avere recuperato parte dello svantaggio ed anticipare il prossimo movimento dell'oro. Azzarderei un target finale a 24.5 in parallelo ad un oro a 1450.

La recente ascesa delle commodities è facilmente spiegabile, con la mutata aspettativa sul rialzo tassi, più che con l'attesa di un ribasso azionario. Al momento la stima è che non ci saranno rialzi per i prossimi due anni.

Nonostante la positività americana, l'Europa mi sembra ancora debole.

Come detto la scorsa settimana preferisco una correzione laterale in abcde (diversa a seconda dell'indice) che vorrebbe un altro affondo.

Per il fib ci starebbe un altro allungo a 16750 per poi ridiscendere, solo sopra 18000 penserei che il minimo si è limitato ai 15000 (che è senz'altro possibile).

Molti dei target che avevo previsto per i titoli del settore bancario sono stati raggiunti, ma non sembra essere terminato l'uragano.

Aggiungo il grafico di ISP che lascia propendere per l'ipotesi negativa e non è nemmeno il bancario messo peggio.

venerdì 1 luglio 2016

La notizia che può cambiare i conteggi

EU SAID TO APPROVE EU150BN LIQUIDITY GUARANTEES FOR ITALY BANKS Milano parte e si tira dietro il resto d'Europa Per me il trend sull'Italia è invertito solo sopra 18000, è vero è lontano, ma se c'è arrosto dietro il fumo, la strada verrà percorsa in breve tempo. Per quanto riguarda l'America, se la salita in corso invece di essere parte di una correzione, fosse la I di 3 di P5 beh dovrebbe esserci sempre una II che per ora calcolo in 2020. Ma anche qui siamo ancora nei limiti, per cui il target 1930 non è ancora escluso.