Translate

Cerca nel blog

giovedì 31 dicembre 2009

martedì 29 dicembre 2009

Nasdaq 29-12-09

Nulla di nuovo, il Nasdaq prosegue la sua corsa per cui resa l'impostazione di mantenere la posizione LONG. Mi è parso di cogliere un vago segno di rallentamento, qualora dovesse partire immediatamente l'onda iv avebbe un target intorno a 1840.

venerdì 25 dicembre 2009

Nasdaq 28/12/09

Ci siamo lasciati con una situazione di relativa incertezza sui mercati e con il suggerimento di aprire posizioni long a 1780 con stop 1755 poi rettificato a 1778, ebbene da allora sul Nasdaq si è configurato il rally (ovvero l'onda 3) che ci si poteva attendere dal conteggio principale.

Ora sebbene lo sp500 sia rimasto un po' al palo e detto rally avvenga su volumi piuttosto limitati, il conteggio fornisce una sola chiara indicazione...mantenere la posizione e seguire il nasdaq piuttosto che lo sp500 per eventuali indicazioni di uscita. E' chiaro che col conteggio esposto nel grafico, quanto meno dovremmo avere onda iv-v e IV-V prima di poter pensare alla chiusura della posizione.

venerdì 18 dicembre 2009

Nasdaq 18/12/09

L'indice tech giovedì raggiunge la zona 1780, come anticipato.
Chi volesse tentare potrebbe aprire posizioni LONG con stop 1755 e target nuovi massimi.
Personalmente al momento preferisco prendermi una pausa fino a Natale/Capodanno, di solito non ci sono movimenti eclatanti durante le due settimane pre-capodanno e i volumi ridotti non rendono eventuali segnali particolarmente attendibili.
Inoltre l'improvviso reverse del cambio Euro/Dollaro che ha perso circa il 10% nelle ultime sessioni e il sentiment particolarmente bullish non mi lasciano tranquillo, nel contempo le rilevazioni sul carico scarico al momento non suggeriscono un immediato sell off, così meglio prendere una pausa in attesa di eventi più significativi e quindi BUON NATALE A TUTTI!

giovedì 17 dicembre 2009

Nasdaq 17-12-09

Anche mercoledì nulla di nuovo, in grafico illustro l'ultimo mese con entrambi i conteggi già esaminati ieri.C'è la possibilità che siano terminate 5 onde e quindi dovrebbe seguire una correzione in zona 1780. Un eventuale break della trend rialzista aprirebbe nuove strade, ma non si può parlare di ribasso se non sotto 1650, anche il livello di 1740 potrebbe indicare solo una diversa correzione.
So che non sono indicazioni particolamente utili, ma il mercato in congestione di questi giorni è quel che è!

mercoledì 16 dicembre 2009

Nasdaq 16-12-09

Niente di nuovo da aggiungere alle due ipotesi viste ieri http://borsaronero.blogspot.com/2009/12/nasdaq-151209.html.
La piccola correzione di oggi può essere un'ulteriore espansione per la prima o un normale sviluppo della seconda.
Presumendo che in ogni caso si debba arrivare almeno a 1130 direi che la differenza fondamentale starà nel come ci si arriverà:
violentemente con relativo rapido ed ulteriore allungo per la prima ipotesi
oppure con calma e senza gap per la seconda.

martedì 15 dicembre 2009

Nasdaq 15/12/09

La sessione di lunedì è stata per la maggior parte improntata al rialzo, il che consente quasi di scartare l'ipotesi che prevedeva un ulteiore piccolo affondo per andare a toccare il target preciso a 1777. Per cui chi fosse entrato anticipando può mantenere con stop sotto 1782, non vedo un'alternativa che consentaun rapporto rischio/rendimento favorevole.
Vengo a riproporre il conteggio di lungo periodo già visto qui http://borsaronero.blogspot.com/2009/11/301109.html sullo sp500
al momento nulla lo ha smentito, anzi si viene a proporre anche una sua alternativa di cui già vi anticipavo ieri.
Il conteggio principale vede in formazione onda C di E con una possibile espansione che dovrebbe trovare target intorno a 1150

L'alternativa vede sempre in formazione onda E, ma anche quest'ultima si starebbe sviluppando in abcde ed avrebbe un target a 1130 circa.

E' interessante notare che per entrambe le ipotesi è in formazione un cuneo ascendente, tipica figura ribassista.

domenica 13 dicembre 2009

Nasdaq 14/12/09

Venerdì la giornata è andata quasi come previsto, ma di questo ho già detto nell'aggiornamenteo intraday.
Venendo all'aggiornamento di fine sessione sembra che sui massimi si sia completata una prima onda di espansione e sia partita, poi, la relativa correzione, correzione che avrebbe target ideale a 1777, raggiunto questo target si dovrebbe ripartire forte al rialzo

In alternativa:
coi 1782 raggiunti la correzione potrebbe essere già terminata ed essere il mercato già ripartito;
sono possibili anche alternative ribassiste, ma non sono da prendere in considerazione salvo la violazione del minimo a 1755 circa;
ultima e più pericolosa possibilità (segnata in blu sul grafico) vedrebbe la c di E svilupparsi a sua volta in abcde, per cui l'ultimo massimo verrebbe superato di poco invece di dirigersi a 1850/70 come nell'ipotesi principale e ciò sarebbe compatibile con l'idea che i grossi trading manager tengano su il mercato fino a fine anno per incassare i bonus, per poi mollare tutto, per cui attenzione.
Operativamente a 1777 si può comunque entrare LONG con stop 1755 primo ostacolo 1815, poi si vedrà.

venerdì 11 dicembre 2009

Aggiornamento intraday 11/12/09

I mercati hanno allungato a formare la prevista onda v, ma senza creare un nuovo massimo e senza raggiungere il target previsto ieri http://borsaronero.blogspot.com/2009/12/nasdaq-111209.html, tuttavia se il conteggio è giusto la prima onda è terminata e si dovrebbe rintracciare a 1777/1090 (valori dei futures scadenza marzo) a tali valori si potrebbero quindi aprire posizioni LONG con stop sotto il minimo a 1750/1080

Nasdaq 11/12/09

Il movimento di giovedì somiglia di più all'ipotesi rialzista vista ieri http://borsaronero.blogspot.com/2009/12/nasdaq-101209.html
piuttosto che quella ribassista, quanto meno direi che ne aumenta le probabilità.
Di conseguenza vedrei prospettarsi la prossima evoluzione come illustrato in grafico.

quindi dovremmo avere prima un nuovo massimo intorno a 1820 e poi una correzione intorno a 1780 dove si potrebbe entrare LONG con stop 1750.
L'ipotesi ribassista non è ancora completamente esclusa, ma lo sarebbe col raggiungimento di un nuovo massimo.

giovedì 10 dicembre 2009

Nasdaq 10/12/09

La giornata di mercoledì, sia pur impostata al rialzo, si è svolta nel solito range.
LA situazione ancora non è chiara direi che all'incirca dovremmo trovarci nel punto X blu indicato ieri http://borsaronero.blogspot.com/2009/12/nasdaq-9-12-09.html, anche se con un conteggio leggermente diverso, il che starebbe a significare che la correzione non è ancora terminata.
Avrei una piccola conferma di questa idea dalla prima onda partita dal minimo odierno, lo schema è identico sia per il Nasdaq, sia per lo sp500, parlo dell'onda nel quadrato rosso, che mostrandosi abbastanza chiaramente in tre onde non conforta l'apertura di posizioni al rialzo.

D'altro canto le "3 onde nel quadrato" potrebbero rivelarsi semplicemente parte di un'espansione sviluppandosi come di seguito

In tal caso cercheremo un opportuno punto di ingresso.
E sarebbe da notare come il millimetrico nuovo minimo di mercoledì sia stato la classica trappola per stoppare chi fosse entrato troppo presto.

mercoledì 9 dicembre 2009

Nasdaq 9-12-09

Martedì la situazione si è inizialmente svolta come previsto, con apertura in gap down e prosieguo della discesa, poi è successo qualcosa di strano.
Quello che ora etichetto come il punto c rosso pensavo che fosse la 3 di c. Invece la successiva risalita si è mostrata subito più forte di un ipotetica 4 di c e ciò mi ha spinto a chiudere gli short, pensando di aver trascurato un'onda da qualche parte, come descritto negli interventi intraday, ma non ancora ad aprire posizioni long, avrei voluto vedere chiaramente 5 onde al rialzo, prima di entrare long, qui si contano chiaramente 3 onde e poi? E poi segue una discesa che per forma e consistenza porta ad escludere che arrivi la quinta onda.
Di conseguenza penso che il conteggio si possa essere evoluto con le prospettive che illustro nel grafico, ma non è certo l'ideale per impostare un'operatività, per cui al momento sono FLAT e resto in attesa di capire meglio.


P.s. Come dico sempre PANTA REI (tutto scorre) ovvero non esiste un futuro predeterminato, perciò considero sempre più ipotesi, qulunque fattore può far muovere la realtà verso un futuro piuttosto che un altro.
Così, facendo un po' di dietrologia, è possibile che notizie come quella relativa al fondo del Dubai e il downgrade della Grecia possano trasformare un atteso rialzo in un immediato ribasso.
Quanto detto è solo un esempio, per chiarire, ancora una volta, il principio generale in base al quale faccio trading e che spero sia compreso e condiviso da voi tutti.

martedì 8 dicembre 2009

8/12/09 II aggiornamento

la risalita sta prendendo forza, quindi chiuderei le posizioni .
Prezzo corrente 1776

Nasdaq 8-12-09 aggiornamento

Con l'apertura in gap down dovrebbe essersi concretizzato il secondo conteggio, come anticipato.
Al momento è stato segnato un minimo a 1760, se conto bene le sottoonde ne dovrebbe mancare un altro a 1755, che dovrebbe anche segnare la fine della correzione.
In ogni caso abbasserei lo stop a 1785.5
n.b. quanto sopra si riferisce a valori del future di dicembre

Nasdaq 8/12/09

In base a quanto visto, direi che si sta seguendo l'ipotesi principale ovvero di correzione verso 1754/68
Con particolare riferimento ai movimenti di lunedì successivi al massimo di giornata, postosi con precisione a 1799,sono possibili due conteggi, sempre entro l'ipotesi principale, che divergono di poco.
L'ultimo leggero recupero a fine sessione può essere:
- la iv di onda c di 2 per cui la correzione potrebbe limitarsi al target minimo di 1768 mancando solo onda v
oppure
- parte di un'espansione di onda c, per cui il minimo sarebbe onda (i) e il recupero onda (ii), per tale ipotesi sarebbe probabile un'apertura in leggero gap down per martedì.

Operativamente:
innanzitutto abbasserei lo stop a 1799 (anche se non è proprio tecnicamente corretto) per entrambi i conteggi; poi,
- se si avrà un'apertura "normale" e si raggiungeranno i 1768 con calma direi di attuare il reverse/LONG indicato già ieri http://borsaronero.blogspot.com/2009/12/nasdaq-71209.html con stop 1740
- se si avrà, invece, un'apertura in gap down si potrebbe tentare di mantenere lo short in vista dei 1754 e lì reversare, inoltre, in tale ultimo caso, abbasserei ulteriormente lo stop a 1790.
Lo sp500 si è mostrato leggermente più forte, per cui direi di guardare comunque al Nasdaq per i livelli di operatività.

domenica 6 dicembre 2009

Nasdaq 7/12/09

Venerdì pare si sia raggiunto in ritardo il target 1813 concretizzato in un 1816, ne è seguita una correzione e il tutto lascia presumere che il conteggio corretto sia il seguente

Da 1799 dovrebbe partire un'altro movimento in discesa verso la zona target 1754/1768.
Le possibili alternative sono:
- correzione già terminata e trend up già ricominciato

- onda c di E terminata sul massimo e ripresa del ribasso

Operativamente:
in funzione dell'ipotesi principale si potrebbero aprire posizioni SHORT a 1799 con stop/reverse LONG a 1817 e target/reverse LONG 1754/68
lo stop/reverse a 1817 ci tutelerebbe dall'ipotesi 2 di correzione già terminata.
il reverse LONG a 1754/68 è coerente con l'ipotesi principale e adrebbe poi applicato uno stop reverse sotto il minimo a 1740 per ttelarsi dall'ipotesi 3, ma qui la cosa può essere problematica per i diversi minimi realizzati da indice e futures, prendendo in considerazione quelli ufficiali dell'indice direi che vadano considerati i 1740 ma sempre e solo a mercati ufficiali aperti.

venerdì 4 dicembre 2009

Nasdaq 4/12/09

Giovedì si è concretizzata la seconda ipotesi, ovvero il conteggio di cui sospettavo, ma a dimostrazione della regola per cui le 5 finiscono un po' dove capita, l'allungo è stato millimetrico, per cui viene mancato il target a 1813 ed inizia praticamente subito l'onda 2 attesa.
Per l'operatività programmata poco importa che i 1813 non siano stati raggiunti, resta confermata l'idea di aprire posizioni LONG in zona 1755-1766 (1086 per lo sp500) [livelli rettificati in relazione allo sviluppo di giovedì]
con stop 1740/1067. Il LONG troverebbe conferma comunque al di sopra di 1807/1117.
Al contrario, una rottura del minimo a 1740(che però sui futures è stato addirittura di 1720) aprirebbe la strada all'ipotesi che sia già terminata la c di E, anzichè la 1 di c di E e quindi le ipotesi di target nuovi minimi assoluti.

giovedì 3 dicembre 2009

Nasdaq 3-12-09

Lo sp500 martedì ha segnato nuovi massimi, così anche se il nasdaq ancora non si è adeguato, propenderei epr dare prevalenza alla ripresa del rialzo.
Questa è l'ipotesi più semplice, che vede il primo movimento (I di C di E) terminato e quindi si dovrebbe rintracciare fino a 1760 circa.

Siccome sono sempre sospettoso devo anche considerare che sul massimo potrebbe essere terminata solo la 3 ( di I di C di E ) la successiva correzione sarebbe la 4 e quindi potrebbe esserci un immediato ulteriore allungo fino a 1813 prima di correggere per la II

Operativamente che si concretizzi la prima o la seconda ipotesi importa poco, lo sapremo presto, l'idea è di aprire posizioni LONG in zona 1760/1770 con stop 1740 e target 1850/70

mercoledì 2 dicembre 2009

2/12/09

Apertura in gap up e prosecuzione positiva nella giornata di martedì, nonostante tutto, non c'è nulla di nuovo da rilevare, il mercato è rimasto nel range indicato potremmo quindi:
sia avere un ulteriore discesa (completamente della b di E) prima di proseguire al rialzo
sia essere già nel rialzo di cui sopra (1 di c di E).
L'idea di medio periodo resta comunque, che vedremo in seguito nuovi massimi in zona 1150.
http://borsaronero.blogspot.com/2009/11/301109.html
Posto infine un grafico con i possibili conteggi rialzista (in verde) e correttivo (in rosso) e relative prospettive di brevissimo.

martedì 1 dicembre 2009

1 dicembre 2009

Giornata di up & down che non toglie e non aggiunge niente all'analisi di ieri a cui vi rimando.
http://borsaronero.blogspot.com/2009/11/301109.html

Ora sebbene non sia chiaro se questa discesa sia terminata o meno, l'idea di medio periodo resta comunque, che di vedremo seguito nuovi massimi in zona 1150.

lunedì 30 novembre 2009

30/11/09

Un ponte movimentato questo de ringraziamento appena trascorso, che apre numerose possibilità.
Innanzitutto l'unica idea che al momento mi sembra avere un senso sul lungo periodo è la seguente


Lascia inveriato il concetto base di essere in una correzione al rialzo di lungo periodo e tenta di individuare il punto di arrivo in zona 1150/60.Pone l'idea per cui saremmo in onda E di Y di una complicata correzione.In particolare una E articolata in abc di cui sull'ultimo massimo sarebbe terminata la a e sarebbe in questi giorni in formazione la b
Operativamente ci sono ancora troppe possibilità per tentare qualcosa:
- la b potrebbe essere già conclusa, in quanto i futures in premarket hanno mostrato affondi molto superiori a quelli del grafico ufficiale;
- la c di b potrebbe essere appena iniziata, come da grafico seguente, con target anche inferiori a 1060;

- poichè i futures sono arrivati fino a 1067 potremmo col rimbalzo di venerdì aver concretizzato la 4 di c di b e concludere sempre a 1060, ma questo conteggio risente del solito difetto vedendo la 4 invadere l'area della 1;

Due punti fermi sono che al di sotto dei 1026 sarebbe probabilmente iniziato un ribasso più importante, mentre al di sopra di 1115 si dovrebbe proseguire al rialzo.
Un'idea potrebbe essere di aprire posizioni LONG intorno a 1060 con stop 1026 e target 1150

giovedì 26 novembre 2009

26-11-09

Hanno fatto lo scherzetto, mentre scrivo i futures Usa segnano 1750 e 1085
direi che si rientra a pieno titolo nella previsione principale di qualche giorno fa.
http://borsaronero.blogspot.com/2009/11/nasdaq-24-11-09.html
La discesa non dovrebbe essere terminata in relazione ai target attesi di 1730-1710/1060-1070

Thanksgiving

A occhio la tendenza mi sembra confermata al rialzo.
Giovedì è il giorno del ringraziomento e venerdì il classico ponte, non mi aspetto movimenti rilevanti in questi giorni, quindi farò una pausa fino a lunedì.

mercoledì 25 novembre 2009

Nasdaq 25-11-09

Come già evidenziato in intraday, la forma della discesa avvenuta martedì non mi ha convinto (la discesa avrebbe dovuto essere più violenta e consistente) e quindi ho deciso di chiudere completamente la posizione short finchè si è in leggero gain.
La discesa potrebbe essere solo in preparazione e quindi la parte "violenta" la vedremmo in seguito o, molto più semplicemente, non c'è stata detta violenza perchè il movimento era correttivo.
Al momento lo schema che mi convince di più è il seguente

per cui riterrei un rialzo leggermente (60/40%) più probabile.
dopo il punto y potremmo avere ulteriore piccola discesa ma senza andare sotto i 1755 oppure la partenza per il rialzo di cui ho appena parlato, che sarebbe confermato al di sopra di 1803 per target ideale 1838.

martedì 24 novembre 2009

aggiornamento intraday 24-11-09

La forma del movimento odierno se all'inizio prometteva bene, adesso ha rallentato la discesa, personalmente ho deciso di chiudere la posizione.
Non escludo di rientrare più tardi se lo sviluppo mi convincesse in tal senso.
Chi volesse mantenere può abbassare lo stop a 1794/1107.

Nasdaq 24-11-09

La sessione di lunedì ha raggiunto i 1790 preventivati, poi però, si è andati un po' oltre creando dubbi sulla futura evoluzione.
Al momento, tuttavia rientriamo ancora nello schema seguito, che prevederebbe un target di 1700/1730, ma devo raccomandare l'applicazione dell'eventuale stop sopra il massimo a 1813.

Una possibile alternativa vedrebbe terminata una 4 sul recente rintracciamento ed ora partita una 5 con target 1838.

E' anche possibile che la 2 or B sia stata "scarsa" e quindi si sia ripartiti per target più ampi al rialzo.

Ma cercheremo di discernere fra le ultime due ipotesi solo se verranno violati i massimi.

lunedì 23 novembre 2009

Nasdaq 22-11-09

La sessione di venerdì ci ha mostrato che il percorso intrapreso è quello rosso http://borsaronero.blogspot.com/2009/11/ii-aggiornamento-intraday-19-11-09.html

Operativamente quindi:
SHORT a 1790 con stop 1814 target 1710/30
valori dell'indice

venerdì 20 novembre 2009

Nasdaq 20-11-09

Dall'aggiornamento intraday, a cui vi rimando http://borsaronero.blogspot.com/2009/11/ii-aggiornamento-intraday-19-11-09.html, il Nasdaq è andato a toccare esattamente i 1776 come indicato, ci interessa vedere il seguito, cioè se si prenderà la strada rossa o quella verde, per regolare la successiva operatività, quindi venerdì sarà una sessione di attesa.

giovedì 19 novembre 2009

II aggiornamento intraday 19-11-09


La situazione dovrebbe essere quella illustrata nel grafico ovvero si è terminata (o al massimo manca qualche frazione) una terza onda (e personlmente sono uscito dallo short preso in corsa), ora
- o è terminata una correzione e si riparte al rialzo (in verde)
- o vedremo un'altra onda al ribasso (target 1754) dopo una risalita a 1776 e in tal caso rientrerei short in zona 1790 (in rosso)

aggiornamento intraday 19/11/09


Vista l'evoluzione corrente credo che il conteggio giusto sia il seguentecon ribasso già iniziato

Sp500 19-11-09

Mercoledì abbiamo visto quella che ritengo essere un prosieguo della correzione, nello specifico onda IV di 5, anzichè alla ripartenza verso un nuovo massimo, come pronosticato.
Nel complesso non è cambiato molto, ma comincia a nascere qualche dubbio sulla precisa continuazione.
Onda IV può essersi articolata così:

e quindi avremmo già due espansioni per onda V (si tenga però presente che si tratta di un grafico a 5')
oppure può essersi articolata così:

con un'altro conteggio di wxy o un più semplice triangolo abcde (non cambia nulla)
e in tal caso onda V sarebbe partita in modo più regolare e il target atteso sarebbe 1117 (1115 future)
Ancor più difficile la situazione del Nasdaq100 dove l'ipotetica IV avrebbe invaso il campo della I, ma sapete che non ritengo vincolante in modo rigoroso questa regola, specie sulle onde finali.
Infine c'è da notare un calo sempre maggiore dei volumi ed a guardare le mie rilevazioni c'è una preponderanza di scarico.
A costo di sembrare petulante ribadisco la pericolosità di assumere posizioni LONG in una situazione del genere e preferisco cercare punti di ingresso SHORT.

mercoledì 18 novembre 2009

Sp500 18-11-09

Il movimento visto martedì rientra perfettamente nelle attese. E' in corso lo sviluppo di onda V di 5, che al moento sembra presentarsi in forma espansa e quindi è probabile raggiunga qualche punto in più dei 1115. Non resta che seguire i prossimi movimenti per cercare il punto di entrata SHORT.

martedì 17 novembre 2009

SP500 17-11-9

Riassumo il conteggio dell'ultima onda, sul massimo di lunedì dovremmo aver completato onda III di 5 ed onda IV con la successiva correzione, di conseguenza mi aspetterei un top a 1817/1115 (valori dei futures) e una successiva discesa.

Il Nasdaq segue lo stesso schema.
Circa i target di questa correzione, non è facile prevederli perchè non mi è chiaro come sia messo il conteggio di lungo periodo.
Cmq abbiamo:
target minimo a 1090/1770;
target probabile a 1065/1720;
discese più profonde sono da attendersi solo al di sotto dei 1030/1652.

domenica 15 novembre 2009

Sp500 16-11-9

Continuo a seguire l'ultimo conteggio proposto qui http://borsaronero.blogspot.com/2009/11/nasdaq-sp500-13-11-09.html
Dai movimenti visti venerdì sembra in formazione l'onda 5, di cui avevo parlato, con uno sviluppo abbastanza chiaro, che seguito con precisione potrebbe farci aprire uno short sul top. Questa idea verrebbe meno in caso di rottura dei 1080, ma tale rottura non prometterebbe niente di più di un target a 1060/70 prima del previsto.
Il Nasdaq si presenta nel medesimo schema.

Il Russell ha seguito le attese, ma la vedo un po' difficile che non vada oltre i 600, mantre lo sp va su nuovi massimi.

venerdì 13 novembre 2009

Russell 13-11-09

Sono andato ad osservare il grafico del russell 2000, spesso ho trovato che, mentre tutti stanno a guardare lo sp500 o il nasdaq, che per questo motivo sono oggetto di possibili manipolazioni, dal Russell si potessero a volte cogliere delle verità nascoste.
Ebbene, di questo indice mi ha colpito come, non solo sia ben lontano dai suoi massimi, ma abbia toccato il suo punto ideale di rintracciamento (intorno a 600) in base allo stesso schema (vanificato dai nuovi massimi), che avevo prospettato nei giorni scorsi per Nasdaq e sp500.
E' anche interessante che lo Spmib future si sia comportato esattamente allo stesso modo arrivando quasi ai 23500.
Osservare anche il Russell in questi giorni potrebbe essere molto utile per avere conferma dei movimenti prospettati sugli altri indici.
In particolare dovrebbe formare la 4-5 rossa e poi un rimbalzo che non arrivi oltre il punto c.

Nasdaq & sp500 13-11-09

Nonostante la correzione di oggi non è cambiato molto, anzi forse da' qualche conferma per il conteggio dell'onda in corso che al momento vedrei come segue


LA summa di questi grafici è che dovremmo vedere un altro massimo a 1815/1115 per poi scendere/correggere fino a 1060-70/1720-40. Solo in caso di rottura dei recenti minimi a 1026/1650 potremmo pensare a una ripresa del ribasso e a discese più importanti.
A ciò va aggiunto che il Nasdaq si mostra molto più forte dello sp500 e se l'equilibrio non verrà ripristinato presto, probabilmente, solo uno dei due indici raggiungerà i target indicati.
Dal punto di vista del lungo termine c'è un fattore che non è cambiato, siamo in un movimento correttivo (almeno tale lo giudicherei dalla forma) della forte discesa partita a fine 2007.
Operativamente sul prossimo massimo nella zona target indicata si potrebbe tentare uno short, con stop personale e target 1740/1070

giovedì 12 novembre 2009

Nasdaq 12-11-09

Come era abbastanza chiaro negli ultimi giorni, i massimi sono stati violati al rialzo.
Ora a dire la verità, non riesco nemmeno ad ipotizzare un conteggio di lungo periodo e a quanto ho visto in giro non sono il solo, c'è chi si è inventato un'onda abcdefg e chi ha piazzato una serie di ab che alla fine non sono indicative di nulla.
L'unica idea che mi sembra coerente con i canoni è che tutti i rialzi e successivi ribassi a partire da agosto scorso siano una serie di 1-2 ne conseguirebbe che dovremmo vedere a breve un forte rialzo tipico di una 3 eppure questa idea non è coerente con gli evidenti segnali di debolezza che persistono. Un'altra idea vedrebbe A sul top di giugno, B sul minimo di agosto e poi una C in 5 onde, di cui terminata una 3 sul massimo a 1099/1778, ma anche in questo caso la IV di 3 avrebbe invaso il campo della I e quindi? Allora piuttosto che sparare corbellerie preferisc aspettare di capirci qualcosa.

Per quest'ultima idea il target ideale sarebbe intorno a 1105/1800, ma aspetterei di vedere comunque il primo movimento al ribasso per ogni eventuale decisione operativa.
Sto cercando piuttosto di seguire l'ultima onda partita dai 1652 e nemmeno è un lavoro facile, tutte le correzioni sono state minime e acnhe questo non aiuta.
Ho elaborato la seguente etichettatura, ma non sono troppo convinto anche alla ipotetica 4 ho aggiunto un punto interrogativo perchè sarebbe dovuta andare a toccare i 1750 e al momento non sembra proprio intenzionata, inoltre le sub-onde della III sono cosi piccole che non le vedo affidabili. Inoltre le mini correzioni sono di solito, segno di forza, anche qui, dunque la situazione si presenta contraddittoria.
Direi che quasi sicuramente manca almeno un massimo, ma non mi sbilancio oltre.

mercoledì 11 novembre 2009

NAsdaq & sp500 11/11/09

Oggi nessuna variazione significativa, rispetto all'ultimo conteggio direi che si è ancora in onda (iii) quindi le chance di non superare i precedeni massimi (oggi sfiorati) sono sempre più esigue.
Restano tuttvia interessanti sia il progressivo calo dei volumi, sia il fatto che il composite sia ancora un 2.5% distante dai suoi massimi segno che gli acquisti sono concentrati sui titoli principali.
A conferma vediamo anche il Summation index che se a marzo, epoca dei minimi assoluti mostrava con le sue divergenze una certa forza, già sugli ultimi massimi non è stato in grado di superare i precedenti, le divergenze negatve si sprecano, inoltre sebbene il Nasdaq100 abbia sfiorato i 1780 il summation è molto distante dal suo top, anzi gice sul minimo del recente ribasso ed ha perforato la mm200, mi sembrano tutte ragioni che debbano spingere alla prudenza. Certo non è un indicatore di brevissimo termine, ma credo ci si possa aspettare una forte divergenza negativa ( e la perforazione della mm 50 sulla 200 che a marzo sarebbe stato un ottimo segnale)sull'eventuale prossimo massimo degli altri indici.
In caso di nuovi massimi, resistenze importanti si pongono a 1850/1120.

martedì 10 novembre 2009

Nasdaq 10-11-9

La sessione di lunedì è andata oltre le attese superando il possibile target di 1084/1750, vista la forma del movimento, le possibilità di un crollo immediato sono piuttosto esigue, anzi pare in corso una sub-onda 3

da tale ipotesi se ne può dedurre solo una continuazione del rialzo, circa i target vedremo in futuro.
I volumi sono rimasti comunque bassi e "l'accumulo di breve" è stato "consumato", ma per pensare di nuovo a un ribasso, a breve dovremmo vedere valori inferiori a 1074.
Non è stato dato alcun segnale short e visto quanto è successo devo aggiungere per fortuna. Se qualcuno avesse anticipato l'entrata posso solo raccomandare di rispettare lo stop a 1099/1780

lunedì 9 novembre 2009

Aggiornamento intraday 9-11-09

A quanto pare si è concretizzato il conteggio in verde!
Stiamo seguendo i micromovimenti e a parte divergenze e altre indicazioni un netto segnale short ancora non si è avuto.
E' appena il caso di ricordare che se si oltrepassasse quota 1099/1780 salterebbe il conteggio ribassista di medio periodo.

domenica 8 novembre 2009

SP500 & QQQQ 9/11/09

Venerdì in premarket abbiamo visto uno spike che ha portato il future a 1069.5 (e scusate lo 0.5 di differenza :))
ne è seguita una discesa verticale che dalla forma è apparsa subito essere una correzione, per cui direi che a 1053.5 si è chiuso il punto B di Y.
I movimenti successivi sono tutt'altro che chiari ho ipotizzato 2 conteggi ma non mi convincono molto,

La risalita a 1069 potrebbe essere stata
- la C di Y in failure per cui i movimenti successivi potrebbero essere preparatori del ribasso atteso (conteggio rosso)
oppure
- la 1 di detta C (conteggio verde) per cui sarebbero attesi target tra 1073 e 1084, tale conteggio potrebbe vedere addirittura un piccolo gap up lunedì.
Operativamente bisognerebbe seguire il conteggio verde fino alla formazione di 5 onde per poi entrare SHORT, in alternativa se non ci fossero nuovi massimi, sotto 1057.5 si rientra SHORT perchè dovrebbe essere partita la 3 del conteggio rosso.
Mi piace richiamare l'attenzione su questo possibile testa/spalla che al momento segue tutti i canoni ovvero il calo dei volumi nella formazione della spalla destra.
Lo stesso schema è visibile per lo sp500 nazi i volumi sono colanti fin da giovedì.

venerdì 6 novembre 2009

Sp500 6-11 aggiornamento intraday

dalla forma direi che l'ipotesi di completata A di Y a 1069.5 e B a 1053.5 sembra la più concreta, quindi il target atteso per la C si pone tra 1073 e 1084.
In alternativa se non ci fossero nuovi massimi, sotto 1053.5 si rientra SHORT

Sp500 6/11/09

Proseguo il conteggio dal grafico di ieri http://borsaronero.blogspot.com/2009/11/sp500-5-11-09.html
LA correzione che non doveva andare sotto 1038 si è fermata a 1039 durante il premarket e di lì è partito un altro movimento al rialzo, come previsto. Di questo movimento è senz'altro stata fatta la gran parte, anche se ho qualche difficoltà a dire se sia terminato o meno, sia perchè potrebbe essere tanto in 3, quanto in 5 onde, sia perchè a fine giornata di giovedì si nota una probabile ending diagonal, ed infine perchè ieri ho notato un discreto calo dei volumi proprio sullo sp500/DJI,

quindi
- o mancano 2 massimi e potremmo quindi arrivare ai 1070 anticipati da tempo,
- o ne manca uno solo vedremmo quindi prima una correzione a 1057 e poi un 1067 finale,
- oppure la ending diagonal ha segnato la fine del movimento,
- ciò non ostante, venerdì sono in uscita alcuni dati importanti, la disoccupazione alle 14.30, le vendite all'ingrosso alle 16.00 e il credito al consumo alle 21.00, su tali dati uno spike che arrivi ai 1070 è senz'altro possibile.
- infine non si può neppure escludere che sia in corso solo la a di Y, per cui si potrebbe ripiegare fino a 1050 per la b e raggiungere i 1070 con la c
Per farla breve se non è terminato poco ci manca, quindi chiuderei senza pensarci troppo le posizioni LONG, non vale la pena rischiare per qualche dollaro in più, e mi preparerei ad aprire SHORT.
Se non si fosse riusciti ad entrare meglio, direi che la rottura dei 1039 segnerebbe la ripresa del ribasso,preallarme a 1043, stop 1099 e primo target 990/1000.
Venerdì sarò assente, perciò non potrò dare indicazioni più precise in corso di giornata.
Con la medesima idea di una discesa dell'azionario vedrei probabile un movimento del bund verso i 123.
N.b. tutti i valori di cui sopra afferiscono al mini future.

giovedì 5 novembre 2009

Sp500 5-11-09

La giornata si è svolta inizialmente come previsto, con apertura in gap up ed impostata al rialzo..almeno fino all'intervento della FED.
Il rialzo è arrivato a 1700/1059 rispetto ai 1730/1070-75 previsti, tuttavia il target non è ancora da scartare. Al momento, sul grafico a 1 minuto, finchè non mi delude lo tengo presente, vedrei tre onde completate sui 1059, qui potrebbe essere terminata la correzione e ripreso il ribasso, ne avremmo conferma alla rottura del minimo a 1026. Tuttavia è ancora possibile il raggiungimento del target a 1730/1070-75 se la correzione non fosse terminata e si articolasse come esposto in grafico in tal caso zona 1038 dovrebbe reggere.

Operativamente:
Il LONG a questo punto è un po' rischioso, ma lo si potrebbe tentare in zona 1038/1670 con target 1070/1730 e stop/reverse a 1026/1650.
L'operazione principale resta lo short da aprire in caso di arrivo a 1070-75/1730 stop 1099/1780 target almeno 990/1600
oppure in caso di rottura dei 1026/1650 con stop 1059/1700 e target almeno 990/1600.
Per quel che riguarda carico/scarico direi che l'accumulo degli ultimi giorni non è stato ancora sufficientemente consumato, anche per questo è possibile che la correzione al rialzo non sia ancora terminata.

mercoledì 4 novembre 2009

Sp500 4-11-9

Martedì giornata caraterizzata da su e giù, ma nel complesso poco mossa, il Nasdaq ha segnato un nuovo minimo di un solo punto e lo sp500 nemmeno quello, il tutto, a mio avviso, conferma una frenata della discesa, anzi direi che si è preparata la correzione al rialzo che era attesa.
Posto il grafico del e-mini future sullo sp500 a 1 minuto, il chart a un minuto non è per niente il mio preferito, ma di recente sembra abbastanza chiaro.
In tale grafico si vedono i movimenti della giornata, che a mio avviso han formato una doppia espansione, che quindi promette una continuazione del rialzo di breve, anzi vista la doppia espansione c'è una buona possibilità che mercoledì si possa aprire in gap up. Quest'idea è confermata dall'accumulo registrato negli ultimi giorni, che al momento considero di breve termine, ovvero destinato a "consumarsi" nelle prossime sessioni.

martedì 3 novembre 2009

Nasdaq 3-11-09

Lunedì abbiamo visto un movimento corrispondente all'ipotesi principale, il rimbalzo si è fermato a 1690/1052 leggermente prima di quanto previsto, poi abbiamo visto un nuovo minimo a 1652 rispetto ai 1646 preventivati.
Al momento direi che le altre ipotesi sono venute meno e quindi è atteso un recupero qualunque tipo sia stata la discesa.
Operativamente si potrebbe tentare un LONG, con stop sui minimi, al break della trend blu e target 1730 (1070) a tale quota REVERSE SHORT con STOP sui massimi assoluti e target almeno 1600 (990/1000).

sabato 31 ottobre 2009

Nasdaq 2-11-09

Rispetto agli aggiornamenti intraday, in cui prima mi aspettavo due minimi e poi uno solo, se ne son visti due, salvo sorprese l'onda dovrebbe essere terminata.
Cerchiamo di indentificare quale onda:
innanzitutto rispetto al conteggio principale seguito finora, dovrebbe essere terminata onda C oppure 3.
- Se è terminata onda 3 dopo un rimbalzo a 1700 (1055) potremmo avere un altro minimo a 1645 seguito da un rimbalzo maggiore a 1730 (1070) per poi riprendere la discesa

- Se è teminata onda C potrebbe essere terminata la correzione e si andrebbe verso nuovi massimi (linea verde)
- oppure si potrebbe articolare una correzione WXY quindi dopo un rimbalzo a 1735 (1055) ci si avvierebbe verso i 1600 (990/1000) (linea rossa)

- Non posso trascurare un conteggio molto più semplice che è di tutta evidenza a chi guarda il grafico oggi, ovvero presumendo di aver sbagliato il conteggio delle sottoonde (non era certo facile con tutti quegli spike) potremmo aver completato o quasi una prima discesa in 5 onde per cui seguirebbe sempre un rintracciamento in zona 1730/35 (1070) per poi scendere pesantemente, 1600 (990/1000)rappresenterebbe un obbiettivo minimo.

- se poi i big adottassero il comportamento visto durante tutto il rialzo potremmo vedere tutto scendere precipitevolissimevolmente :)
OPERATIVAMENTE:
ieri ho suggerito di chiudere gli SHORT viste le ipotesi che si sono aperte è probabilmente il momento distare alla finestra per vedere quale strada verrà presa.
Nonostante le varie ipotesi si noterà che i livelli sono sempre gli stessi.
Gli eventuali long, ricordo lo stop personale perchè uno tecnico al momento non c'è, sono da alleggerire a 1700 (1055) e reversare a 1730/35 (1070).
Lo S&P in corso di giornata sì è completamente allineato al Nasdaq per cui le ipotesi valgono anche per questo indice, ho indicato tra parentesi i valori dello sp500 che corrispondono ai vari rintracciamenti.

venerdì 30 ottobre 2009

Nasdaq & sp500 rettifica aggiornamento 30-10-09

Come al solito le cose comabiano in pochissimo tempo.
Adesso ritengo che il conteggio corretto sia il seguente partito dai 1064 massimo di ieri quindi è atteso un solo altro minimo.

Diverso conteggio ma stessa attesa per il nasdaq, in particolare potrebbe arrivare proprio a 1682 prima di riscendere quindi modificherei lo stop a 1688 (tecnicamente il livello esatto sarebbe 1700 ma non mi va di cedere troppo terreno)