Translate

Cerca nel blog

venerdì 31 luglio 2009

Nasdaq 31-7-09

Come spesso succede la realtà diverge dalle previsioni, a 1613 circa avremmo dovuto avere una IV e poi l'ultima V a 1538 in base a quanto postato in intraday, invece sia pur dopo aver inizialmente rimbalzato proprio a 1613, per la prima volta da giorni gli indici chiudono in discesa, seppur non abbastanza da andare in negativo.
Vista la chiusura o si sta formando una IV in overlap...che per i puristi non esite e la V dovrebbe essere contenuta entro 1638.

oppure, e questo è il pricolo, si sta semplicemente formando l'ennesima espansione, target ideale di ii a 1600 e ripartenza sparata.

Se, infine, la V finale dovesse essere stata "stroncata", per mia esperienza capita spesso sull'ultimissima onda, il segnale di SHORt verrà dato alla violazione di 1583, in caso avvegna tale violazione, se fossi uscito in precedenza, rientrerei e se avessi mantenuto a oltranza, medierei la posizione SHORT.
Segnalo che nonostante la salita iniziale il cambio €/$ restava pressochè invariato ed il bund si manteneva forte per poi partire a razzo nel finale.
Anche la candela formatasi oggi non è certo un buon segno.
Il Russell è arrivato ai 550 preventivati qualche giorno fa.
Qualche perplessità sullo sp500 che nonostante tutto si è mantenuto abbastanza forte, sicuramente più forte del Nasdaq.
La giornata comunque ha visto ancora scarico in modo preponderante e soprattutto a fine giornata.

giovedì 30 luglio 2009

Nasdaq 30-7-09


Dovrebbe mancare solo l'ultimo massimo dell'ultima sottoonda 5 di 5 di 5(or C), altrimenti mi arrendo e vado in ferie :))
Se comunque non lo facesse, al di sotto di 1583 si apre la via del ribasso.

Nasdaq 30-7 intraday

Direi che è confermata l'alternativa ipotizzata stanotte, è stata fatta una 4 running e manca ancora qualcosa.



A questo punto 1581 si pone come livello alla rottura del quale dovrebbe essere in corso la discesa.

Sp500 30-7-09

Anche oggi ennesimo attacco degli orsi respinto, il tempo passa e la discesa non si concretizza, questo mi induce a pensare che forse abbiamo terminato solo onda 3 di 5 (or C) e che sia in corso soltanto la 4, una 4 laterale, certo dovrebbe toccare almeno 955 (meglio 935) e per il momento non è riuscita a fare neanche quello.
Un'eventuale ulteriore massimo (onda 5) entro i 1000 sarebbe compatibile con l'accumulo in corso.
Quindi questa sarebbe l'alternativa ad un ribasso immediato che tarda a venire

N.B. Al momento dividerei le possibilità al 50% tra la discesa immediata e un 5 ancora da fare, ma chiaramente, in questa situazione, uno stop potrebbe non essere la scelta migliore.

mercoledì 29 luglio 2009

Nasdaq & sp500 29/7/09

Non ho molto da aggiungere all'analisi di ieri
http://borsaronero.blogspot.com/2009/07/sp500-28709.html
Oggi ennesima sessione imperniata sulla distibuzione che fa crescere ulteriormente le probabilità di vedere uno storno consistente a breve.
Aggiungo alcune cose che ho notato nonostante la solita chiusura sui massimi degli ultimi minuti:
c'è un €/$ che stavolta non ha recuperato altrettanto terreno;
un bund in salita intraday nonostante la salita delle borse in close;
Non molto rilevante, forse, la chiusura negativa dei mercati europei ed italiano, perchè anche gli usa erano in rosso verso le 17.30, comunque l'amico Alex mi segnalava sul DAX questa

per quel che vale anche il TS e-mini è entrato short.
Concludendo la mia impressione e, badate che si tratta solo di un'impressione, è che stavolta la tirata all'insù dell'ultimo minuto fosse destinata più a far saltare eventuali stop stretti degli orsi che non a preparare l'allungo del giorno dopo.
In altri termini, se questa fosse una partita a poker avrei agito così anch'io.

martedì 28 luglio 2009

Sp500 28/7/09

Lunedì un piccolo nuovo massimo e niente di più, anche se l'ennesima chiusura sul top di giornata quando ormai sembrava una sessione destinata al rosso.
Il fatto di non avere avuto una sessione fortemente al rialzo farebbe scartare (per ora l'ipotesi di un'altra 3 in agguato, scrivo per ora, perchè la sessione cama di oggi potrebbe essere ancora un espansione di detta 3, in tal caso la sessione fortemente rialzista dovrebbe seguire martedì.
Detto questo valutiamo che invece oggi abbiamo avuto una correzione intraday e un piccolo nuovo massimo come previsto nella seconda ipotesi di ieri http://borsaronero.blogspot.com/2009/07/sp500-25-7-09.html
Con tale ipotesi però, il massimo di apertura avrebbe dovuto bastare e la successiva chiusura con ritorno su detto massimo (cerchio rosso)non è proprio di aiuto

Ho quindi pensato che potrebbe essere in corso una ending diagonal che potrebbe proseguire con su e giù per qualche seduta. Ma ricordate che questa ipotesi regge solo se non ci saranno altre sessioni violente al rialzo.

domenica 26 luglio 2009

sp500 25-7-09

Come sospettavo, venerdì, non appena la giornata sembrava avviarsi negativamente sono intervenuti degli acquisti a fermare la discesa, poca roba in verità, ma tanto è bastato. Etichetterei venerdì come una giornata in pari tra accumulo e scarico.
Nel tentativo di "dargli un nome" come si dice dalle mie parti, ho trovato in giro un conteggio, che in parte mi convince.

Dico in parte perchè, sebbene tutte le correzioni siano veramente micro esse sono avvenute tutte in momenti in cui mi sarei aspettato una correzione, ovviamente più consistente.
Non mi piace l'abcde a salire, l'autore di questo conteggio ha un po' il vizietto di infilare questi abcde un po' dappertutto, ma, magari, il torto è mio che non li considero quasi mai.
Ho quindi, pensato a questa alternativa

che vede gli ultimi movimenti come parte di una 5 espansa.
Di conseguenza, se possimamente dovesse svilupparsi una o più sessioni leggermente positive, potremmo essere nella mia alternativa e quindi vicini al top; se, invece, dovessimo assistere ancora a delle sessioni scoppiettanti potremmo essere nella prima ipotesi o altra ancor più positiva.
In una situazione del genere, se è pericoloso andare LONG, potrebbe essere troppo presto per mettersi SHORT, quindi è sempre opportuno aspettare una prima onda di ribasso.

venerdì 24 luglio 2009

Nasdaq 24/7

Situazione piuttosto intricata, quando avevo praticamente rinunciato a capirci qualcosa sull'ennesima sessione caratterizzata da forte scarico che chiudeva "ufficialmente" sui massimi come al solito, in after hour è uscita la trimestrale MSFT non accolta bene dai mercati, che fa paerdere ai futures buona parte del terreno guadagnato in giornata.
A questo punto sono sospettoso di tutto, se, finalmente, si trattasse della 4, la correzione dovrebbe continuare verso la zona 1525/1550, per poi formare l'ultimo massimo.
In fondo non saremmo lontanissimi dal target di 1580 stimato tempo addietro.

giovedì 23 luglio 2009

Nasdaq 23-7-09

Mercoledì è la prima volta che gli indici non chiudono portati sui massimi in chiusura, ma anzi negli ultimi minuti correggono leggermente, un altro segno di rallentamento? vedremo.
Aggiorno il grafico col possibile conteggio di quest'ultimo movimento.

Inutile dire che l'intera sessione è stata caratterizzata da ulteriore scarico "di lungo"
Continua il parallelo quì http://borsaronero.blogspot.com/2009/07/russell-cosi-per-gioco.html proposto, la somiglianza è notevole anche per quanto riguarda lo sp500.
Per potersi confermare ulteriormente dovrebbe correggere a brevissimo come fece dall'11 al 13/3/2002, non una grande correzione, ma un grosso segnale d'allarme per quanto avvenne in seguito.
P.s. il target minimo perchè si possa pensare di avere visto la 4 è 1532/935 (valori degli indici), nel 2002 seguendo il parallelo fu fatto proprio il target minimo e non quello ideale 1500/925

mercoledì 22 luglio 2009

Nasdaq 22/7/09

Oggi abbiamo visto un classico movimento correttivo articolato in un altrettanto classico abc.
Credo tuttavia si sia trattata di una 4 interna alla III (quale che sia poco importa) e non della IV attesa, perchè il movimento è stato piuttosto ridotto e lontano anche dal target minimo per essere la IV.
Quindi direi che sia da interpretare solo come un primo rallentamento dell'onda III in corso.
I target ideali per l'eventuale IV sono variati a 1500/925.
La situazione non è invece cambiata, aumenta ancora il livello di distribuzione e , sebbene ritenga si debba salire ancora un po' il rapporto rischio/rendimento in tali circostanze è veramente basso.

martedì 21 luglio 2009

Nasdaq 21/7/09

Ho molto poco da aggiungere all'ultimo post.
Devo dire che giornate così non aiutano il mio modo di fare trading, nemmeno in intraday si riescono a contare le onde, nel contempo ancora una volta ritengo che la situazione sia troppo pericolosa per esporsi con posizioni long.
Le rilevazioni sui volumi segnalano numerose sessioni ininterrotte di scarico, che è diventato predominante, il fatto che non abbia trovato un quasi/immediato sfogo indica che si tratta di scarico di medio/lungo periodo, il che significa che è in preparazione una consistente discesa e l'inversione potrebbe essere improvvisa e violenta.
Come già detto, di sicuro non aprirei posizioni long adesso e se vedessi una correzione di un 3/4% che dovrebbe essere onda IV mi preparerei a scappare da eventuali long in essere.

lunedì 20 luglio 2009

Nasdaq 20/7/09

Non molto da aggiungere all'analisi precedente, direi che ci troviamo ancora in quella che sembra essee la III di 5.
Attendiamo la IV che ci aiuterà a capire dove collocare il target di 5.
Il probabile livello di rintracciamento per onda IV sale a 1480.

venerdì 17 luglio 2009

Russell così per gioco

Mi è capitato sott'occhio il Russell così sono andato a dare uno sguardo al suo comportamento intorno ai minimi del 2002.
Il conteggio di allora visto adesso appare estremamente lineare.

notavo tuttavia i seguenti elementi:
Innanzitutto la trappola nel quadrato verde dove, dopo quello che sembrava un classico abc con sorpasso del massimo di b, quindi ci si sarebbe aspettato un nuovo massimo assoluto, si è avuto invece un crollo verticale;
La sparata corrente sugli indici (il grafico del russell è molto simile a quello dello sp500) somiglia molto di più alla a dell'ultimo movimento correttivo che non alla 1 successiva al vero minimo;
Volendo accettare il paragone con la situazione odierna potremmo trovarci sul punto b
oppure proprio all'interno del quadrato, ne deriva che un'eventuale rottura del minimo precedente senza un ulteriore massimo chiamerebbe uno short di medio/lungo periodo.
Per non perdere ulteriore tempo con digressioni "fantasma" ho calcolato quello che dovrebbe essere il target di onda 5 (550) su questo indici secondo lo schema già visto sugli altri.

P.s. Purtroppo i grafici di cui dispongo su questo indice sono privi di volumi, se qualcuno li possiede sarei interessato a confrontare l'andamento dei volumi degli ultimi mesi con quelli del periodo precedente considerato.

Nasdaq 17/7/09

Giovedì una sessione sulla falsariga della precedente ovvero ulteriore allungo con forte scarico, detto scarico dovrà trovare un suo sfogo o nel breve termine formando la IV prospettata o nel lungo formando l'onda B superiore, in tale ultimo caso ne servirà ancora sebbene il livello corrente sia consistente.
Proseguendo il conteggio di ieri direi che la (IV) si sia mostrata in forma triangolare, mancando di conseguenza l'obbiettivo normale, quindi ormai dovremmo essere alla fine della III e ci si può aspettare la IV (target ideale al momento 1475)

Non consiglierei di riaprire le posizioni SHORT prima di vedere IV e V, coloro che hanno deciso di mantenere la precedente posizione a oltranza potrebbero considerare di chiuderla se si verificherà il rintracciamento a 1375 tanto dovrà sempre seguire onda V dove riaprire a un prezzo migliore.

Oggi ho anche notato un bund insalita nettamente in contrasto con l'andamento delle borse, scadenze tecniche o scherzetto in preparazione?

giovedì 16 luglio 2009

Nasdaq 16-7-09

Come al solito l'ipotesi a cui assegno le minori probabilità è quella che si concretizza, magari ciò capita proprio perchè le solite manovre questo vogliono lasciare intendere e intento l'ipotesi giusta è sempre presente proprio perchè tendiamo a considerarle tutte. Lasciamo perdere questi vani e poco pratici tentativi di darne una spiegazione e passiamo a specificare meglio alcune affermazioni fatte oggi nei commenti.

1)E' ormai abbastanza chiaro il dover etichettare il minimo a 1395 circa come onda 4 e del resto era il suo target ideale ed è stato centrato quasi al millimetro.
2)Da tale teorema deriva un target ideale di onda 5 a 1560.
3)Teniamo anche presente che le onde 5 finiscono un po' dove capita (a volte anche prima del massimo di onda 3);
4) Da quanto detto al punto 2) e 3) precisiamo che il probabile target di onda 5 si porrebbe tra 1500 e 1570;
5) siamo già a 1500 per cui troverei estremamente difficile pensare che siamo in onda I di 5 e di qui' possa articolarsi un'espansione se il target finale deve esssere compreso nel range su detto. Inoltre il gap up è tipico di una terza onda quindi sarei orientato a pensare di essere nel pieno di onda III di 5, come illustro nel grafico.

Potremmo quindi assistere nell'immediato a delle correzioni limitate corrispondenti ad onda (iv)1475 o IV1465 non è ben chiaro se l'onda interna posta tra parentesi possa esistere o meno vista la scarsità dei suoi rintracciamenti.Tali valori presumono che non ci sia un ulteriore ritocco del massimo di mercoledì (ovvero onda III) o andrebbero rivisti
6) Oggi è stato rilevato un livello di scarico notevolissimo che ha largamente consumato e superato l'accumulo precedente, inoltre ho dei segnali di brevissimo piuttosto negativi, il che è abbastanza coerente con l'attesa del termine anche di onda 5 tra non molto.
7) Così per la cronaca il TS50 ha raggiunto l'apertura di ben 7 posizioni SHORT.

Spero di aver chiarito eventuali interrogativi sorti, se così non fosse chiedete pure.
P.s. I commenti sono moderati, vengono pubblicati nel momento in cui li vado a leggere.
P.P.s.
AMD e UBS hanno raggiunto ed anche superato i targets previsti e sono state liquidate.
P.P.P.s. Se il gap non ci fosse stato avremmo probabilmente visto la correzione per la II ipotizzata ieri, ma il gap c'è stato PANTA REI!

mercoledì 15 luglio 2009

reincremento spread 15/7/09

La trimestrale di Intel sull'onda dell'emotività ha creato l'ennesimo sbilanciamento a favore dell'indice tech.
aprirei quindi
5 SHORT su e-mini Nasdaq100 a 1471.25
3 LONG su e-mini Sp500 a 909.5

Nasdaq 15/7/09

Siamo in zona target per riaprire gli short, anzi, dopo la trimestrale di Intel in after hour, i futures segnano addirittura 1470/910.
Ciò consente di rischiare poco ponendo uno stop a 1500/930.
Questo movimento fuori mercato potrebbe dare il via ad un'apertura in gap mercoledì per poi iniziare a scendere di nuovo.
AMD in after hour segna 3.78 e UBS arrivata a 13.7 potrebbe agevolmente superare i 14 per cui liquiderò in giornata entrambe le posizioni.
Illustro in grafico le ipotesi, innanzitutto quella ribassista che suggerisce l'apertura di posizioni short e il relativo stop

e poi quella rialzista
dove mancherebbe un'onda 5 di grado superiore

Un primo indizio a favore di tale ipotesi sarebbe la rottura della trend blu.
Va inoltre tenuto presente, che, anche si verificasse questa ipotesi, saremmo ancora in I di 5 per cui dovrebbe necessariamente seguire un rintracciamento per onda II che al momento è pari a 1430/885.
Per quanto riguarda accumulo/scarico, anche la giornata di martedì ha visto un forte scarico, l'accumulo è, tuttavia ancora in leggero vantaggio, ma questo livello è insufficiente a far partire un rialzo.
L'ipotesi rialzista, quindi, potrebbe concretizzarsi solo se la prospettata onda II si realizzasse in più giorni e tutti con forte accumulo, in caso contrario ha sicuramente più probabilità quella ribassista.

martedì 14 luglio 2009

Nasd & Sp500 14/7/09

I movimenti di lunedì sono stati in linea con le aspettative, ovvero prosecuzione del rimbalzo. Il quale rimbalzo si sata articolando in maniera piuttosto complicata (confermando che sitratta di un rimbalzo), inoltre la sessione odierna ha visto un notevole scarico su entrambi gli indici, non tale da "consumare" tutto l'accumulo dei giorni scorsi, ma senz'altro una buona parte di esso.
Di conseguenza restano le attese:
per un target a 1455 (905 per lo sp500) che è l'evoluzione più probabile (60%);
un 30% lo assegnerei all'ipotesi che si metta in laterale per tutta la sessione di martedì, per poi scendere di nuovo;
infine un 10% al caso che possa spingersi fino a 1470 (915 sp500).
Escluderei al mometo che si possa andare oltre!
In ogni caso un ritorno al disotto di 1400/870 segnerebbe la ripresa del ribasso.
Anche il dax ha messo in campo un poderoso rintracciamento ed avrebbe target ideale 4790.
UBS ha preso un po' di vigore, AMD raggiunge i 3.6 non molto lontana dal suo target, nonostante apparisse un po' debole, chi mi avesse seguito ricordo che si tratta di posizioni speculative da chiudere ai primi segni di debolezza e di certo da non portare in perdita.

domenica 12 luglio 2009

Nasdaq & Sp500 12-7-09

Niente di rilevante nella giornata di venerdì, salvo un'ulteriore piccola aggiunta di accumulo, il che mi fa propendere per la continuazione del rimbalzo verso 1440/1455 nel brevissimo.
Il Nasdaq sembra articolarsi in uno di quei movimenti complicati

Mentre lo sp500 procendere in modo più lineare

Solo l'eventuale rottura del minimo a 1395 sancirebbe la continuazione del ribasso.

giovedì 9 luglio 2009

Nasdaq 10/7/09


Giovedì, movimento leggermente positivo in linea con le previsioni, ma con nessuna indicazione determinante.
L'idea è che si debba arrivare a 1455 prima di ricominciare a scendere.
La rottura immediata del minimo o una fase laterale con accumulo aprirebbe altre strade.
AMD e UBS guadagnano qualche punto.
P.s. Anche se il target atteso è 1455, non può sfuggire a una semplice occhiata la resistenza formatasi in zona 1440, per cui già da questa quota invito ad essere guardinghi.

Nasdaq 9-7-9

Oggi cercherò di illustrare le principali ipotesi al momento sussistenti.
Innanzitutto, l'ipotesi principale rialzista, portata avanti da tempo, che avrebbe visto il completamento di onda 4 con il raggiungimento del suo target pieno intorno a 1400 e sarebbe attesa la 5 a 1560/80.

Detto questo, però devo far notare che le rilevazioni sull'accumulo, per quanto esso sia stato presente in maniera consistente negli ultimi due giorni, mi sembrano insufficienti a proiettare l'indice su nuovi massimi immediati, per cui mi convincono di più ipotesi maggiormente ribassiste, dove onda Y non sarebbe terminata, ma starebbe semplicemente per creare un'espansione con un rimbalzo verso 1455/60.

Un'altra ipotesi vedrebbe non ancora terminata, nè onda Y, nè il suo primo movimento.
Il recupero di fine giornata sarebbe quindi solo un'onda IV intermedia, si andrebbe acnora giù nell'immediato, ma non di molto, prima di rientrare in una delle due ipotesi precedenti.

Operativamente i suggerimenti restano gli stessi di ieri: alleggerire gli SHORT in attesa del rimbalzo.
Personalmente ho anche aperto un paio di leggerissime posizioni LONG su AMD e UBS, per le quali mi aspetterei, in caso di rimbalzo immediato, targets rispettivamente a 3.7$ e 14.3CHF. Ovvio che se vedessi il Nasdaq in zona 1455/60 non baderei ai singoli targets.

mercoledì 8 luglio 2009

Nasdaq 8-7-09

Martedì gli indici hanno rotto i precedenti minimi e subito sono andati sul successivo supporto e vecchio target posto rispettivamente a 1400 e 875.
Devo dire in tutta franchezza che il modo in cui si sta articolando quest'ultimo movimento partito dai 1500 circa non mi è per niente chiaro, le ipotesi sarebbero davvero le più varie e quindi inutili.
E' invece abbastanza chiara la situazione di fondo...per ora si scende e non è ancora finita, potrebbero verificarsi dei rimbalzi, che, quando ci saranno aiuteranno a chiarire il tutto, ma per ora non mi aspetterei una ripresa del rialzo.
nella sessione odierna, specie in chiusura di giornata, si è potuto notare un forte accumulo, che nel complesso della discesa corrente è però poca cosa. Tutto sommato manterrei la stessa impostazione degli ultimi giorni:
se tale accumulo troverà sfogo immediato, potremmo avere un rimbalzo verso un target ideale a 1460 (modificato in relazione all'ulteriore discesa registrata) dove si potrebbero aprire posizioni short, contando su questo rimbalzo si potrebbero chiudere le rimanenti posizioni short per riaprirle su detto target;
se, invece tale accumulo non dovesse avere effetti immediati, si potrebbe tranquillamente continua a scendere finche' non avrà raggiunto un livello tale da consentire il probabilmente non lontano rimbalzo.
Concludendo la quota dei 1400/875 raggiunta è un supporto molto importante, un rimbalzo su di esso sarebbe del tutto naturale quindi alleggerirei ulteriormente le posizioni short rimanenti con l'intenzione di riaprirle a 1460/910.
La situazione non consente, a mio avviso, una ripresa immediata dell'uptrend, per cui ogni rimbalzo va shortato di nuovo.
Situazione non dissimile sugli indici europei e sul dax in particolare dove un rimbalzo potrebbe arriva a 4800 circa.

martedì 7 luglio 2009

Nasdaq & sp500 7/7/09

La giornata di lunedì ha visto un ulteriore allungo al ribasso ed è da notare che la risalita di fine sessione è stata caratterizzata da un forte scarico specialmente sullo SP500.
Innanzitutto correggiamo il target atteso per un eventuale rimbalzo a 1465/70.
Non è detto che il rimbalzo sia immediato, ma nel caso sarebbe da aprire posizioni short in quella zona con stop sopra 1490. Restano sconsigliate le posizioni long, lo scarico di fine giornata potrebbe implicare che la discesa principale, semplicemente, non è ancora terminata e il rimbalzo rimandato nel tempo.
Considerato che lo scarico era particolarmente concentrato sui titoli dello sp500 piuttosto che sui tech, lo scenario più probabile è il rimbalzo del Nasdaq verso il target indicato e in contemporanea un rimbalzo più tiepido degli altri indici.
Concludendo l'unica traccia di accumulo si è avuta in maniera molto morigerata ad inizio sessione e lo direi essersi già "consumato" con la salita di fine giornata, con una situazione del genere sono da attendersi ulteriori ribassi, immediati o dopo magri rimbalzi.

giovedì 2 luglio 2009

Nasdaq 3-7-09

Vi posto un aggiornamento dei grafici delle due ipotesi portate avanti, nelle ultime ore di contrattazione gli indici sono scesi ancora un po', ma di fatto non cambia nulla per i livelli, aggiunge però qualche punto di probabilità all'ipotesi ribassista.
Nell'ipotesi rialzista si dovrebbe ripartire a breve verso nuovi massimi, condizione necessaria è che non si violi quota 1412 e la sua conferma si avrebbe sopra il massimo di ieri a 1495.

Per l'ipotesi ribassista è possibile un rimbalzo correttivo fino a 1475 per poi andare a rompere i 1412, a tale quota si potrebbero valutare ingressi SHORt con stop 1495.
Una volta rotti i 1412 si aprono vari scenari di ribasso con target diversida 1395 a 1200, ma li esamineremo se e quando avverrà tale rottura.

Nasdaq 3-7-09

Vi posto un aggiornamento dei grafici delle due ipotesi portate avanti, in nottata aggiungerò il commento.

chiusura incremento spread

lo spread aperto qui http://borsaronero.blogspot.com/2009/06/incremento-posizione-spread-25-6-09.html

guadagna circa 700€ lo chiuderei
prezzi correnti
Sp 898.5
Nasd1445

Nasdaq 2-7-9 intraday

primo target raggiunto, la situazione appare pesante, ma per prudenza ricordate di dimezzare la posizione, abbasserei lo stop a 1490 per il resto.
Il prossimo livello importante da rompere è il precedente minimo a 1412/884

Nasdaq 2-7-9


Nonostante il nuovo massimo di qualche punto, la mia idea di base non cambia, anzi il fatto che si sia allungato giusto di qualche punto confermerebbe che il movimento al rialzo è in esaurimento. Restano aperte le due strade descritte ieri http://borsaronero.blogspot.com/2009/07/nasdaq-1-7-09.html, ed oggi ancora di più perchè con l'aggiunta di quest'ultima sottoonda direi che la salita è leggibile sia in 3 che in 5, inutile etichettarla vista l'ambiguità, quindi niente di conclusivo per il medio periodo.Sul lungo mi sentirei solo di escludere l'ipotesi peggiore che vedrebbe un target a 800.
Sono dell'opinione di mantenere comunque gli SHORT, un altro livello che potrebbe indicare la partenza della discesa è la rottura del minimo a 1465, la trend rialzista blu, se si guardano i futures in after hour, è già stata violata.
LA giornata di mercoledì è stata caratterizzata da un forte scarico ed anche questo elemento favorirebbe la discesa attesa.
Per giovedì sono attesi dati molto importanti per cui potremmo avere un po' di volatilità nonostante i volumi scarsi di questa settimana.
Venerdì i mercati Usa sono chiusi!

mercoledì 1 luglio 2009

Nasdaq 1-7-09

Il movimento di martedì sembra confermare le nostre attese di, almeno, una leggera flessione.
Sono sempre possibili entrambi gli schemi illustrati da qualche giorno che passo ad aggiornare.

Il rosso che vede una target ribassista a 1445 per poi proseguire al rialzo;
Il blu che dovrebbe vedere minimi inferiori ai 1412.
A seconda del come ci si arriverà si potrebbero ricevere indicazioni a favore dell'uno o dell'altro.
Operativamente, direi che si possono aprire posizioni SHORT con alleggerimento a 1445 e stop sopra i massimi a 1493 circa (con qualche rischio nel caso che la a fosse invece un'altra 4, ma bisogna tentare).
Un piccolo appunto sul DAX, dopo aver raggiunto quota 4900 circa ha ripiegato discretamente, la mia impressione è che il dax si sia mossso in maniera differente dagli indici USA e che questa risalita possa esere ancora onda B del movimento discendente partito il 2 giugno. Per la verità target ideale sarebbe stato 4990, ma il modo in cui ha ripiegato mi suggerisce che forse ha già finito. Una discreta conferma di questa idea la si avrebbe al di sotto di 4750 e il target ideale sarebbe a 4300 circa.