Translate

Cerca nel blog

Ricordate di passare dai link presenti in questa pagina quando fate shopping su Amazon per regalare qualche spicciolo al blog. Remember to use the links on this page when you shop on Amazon to give some money to the blog

domenica 1 luglio 2018

Sp500 & C. 2-7-18

In quest'ultima settimana si è compiuta la discesa che attendevamo, più o meno da tutte le ipotesi, ora cercheremo di capire cosa può succedere più avanti. Le ipotesi restano le stesse, salvo qualcuna che ormai è caduta. - Comincio con la mia favorita (in blu) c'è un deciso pessimismo a seguito della chiusura di venerdì che partita di slancio ha poi perso quasi tutto il guadagno, ebbene ciò mi fa pensare che i crolli di cui si parla non si concretizzeranno, vedrei nella discesa da 2796 a 2693.5 tre onde complete e non particolarmente impulsive, tuttavia a livello ciclico dovrebbe essere appena iniziato un nuovo T+1 per cui mi aspetterei delle prime sessioni positive, ma nel contempo detto T+1 non dovrebbe avere molta forza in quanto l'ultimo di un Trimestrale. Conseguentemente è ragionevole pensare a un rimbalzo, non terminato venerdì, con un target che valuterei tra 2755 e 2785 per poi concludere il trimestre tra 2670 e 2650. - Parlavo di tre onde complete per cui non posso scartare il caso che il rialzo riprenda subito (in azzurro) e si porti oltre 2796, tale ipotesi sarebbe nettamente rialzista e bisognerebbe saltare sul cavallo che corre. - Di contro non è esclusa una continuazione del triangolo (in rosso) che con un nuovo rimbalzo o meno vede il suo ideale intorno a 2600. - Nemmeno si può escludere che sia in corso un semplice ABC (in rosa) cui manchi l'intera C e in tal caso i target ribassisti sarebbero intorno a 2400. Per quest'ultima idea data la situazione ciclica, dovremmo avere un immediato cedimento di 2693.5 e vedere tutti i prossimi 10/15 gg al ribasso. Operativamente quindi: vista la chiusura di venerdì, si puo' tentare long a 2715 con target 2755/85 e stop/reverse 2693. A 2755/85 se arrivatici in alcuni giorni e si noti difficoltà nel progredire, si può tentare short con target 2670/50 e stop/reverse 2797. Long cmq sopra 2796. E ancora long tra 2/3 settimane sui target di ribasso indicati. Tutti i valori afferiscono al Future, l'indice quota qualcosa in meno.
Un'ulteriore suggerimento per un rimbalzo a breve viene dal Nasdaq100 che mostra tre onde su un nuovo massimo e ha rintracciato perfettamente per una 4, dovrebbe quindi segnare un ulteriore massimo ideale in zona 7450.

L'Italia avrebbe confermato un rimbalzo limitato e dovrebbe proseguire il ribasso, forse con un iniziale tocco dei 22000. Il ribasso dovrebbe avere un target minimo 20600 e probabile a 19800 credo in parallelo ai movimenti americani, altrettanto in parallelo le cose potrebbero andare peggio se gli usa prendessero la strada rosa.
LA Germania ha proseguito il ribasso secondo le attese e superato il primo target, mi da tutta l'idea di voler andare sugli 11500, qualche cattiva news da Deutsche Bank?

Il Brasile che guardo da un po', come rappresentante degli emergenti, ha tenuto i 70000, un rimbalzo fino a 75000 ci starebbe.
Il petrolio mi ha sopreso, guardando il lungo periodo dovrebbe aver completato una 4 scarsa, quindi prospetta un target a 77. Ritengo cmq troppo pericolosi ingressi a questo livello.
L'EURUSD ha dapprima toccato il target di rimbalzo atteso ed iniziato una veemente discesa, ma venerdì c'è stato un ribaltone di forza che mi fa pensare a target più alti in zona 1.19/1.215
L'oro ha molti fattori contro, l'aumento tassi, la mancanza di inflazione e la salita del USD, che gli fanno rimandare il prospettato rally. Al momento è sul margine inferiore del canale ribassista di breve e un rimbalzo in parallelo all'EURUSD ci sta tutto, ma solo sopra i 1300 tornerebbe ad avere idee rialziste.

P.s. Quest'anno anticipo le solite vacanze, ma se ci fosse qualcosa di importante da segnalare cercherò di aggiornarvi.

venerdì 29 giugno 2018

Sp500 29-6-18

oggi nuova sessione con volumi discreti, forse il T+1 è solo terminato in ritardo e il pattern sembra un double bottom sporco, per cui torno all'idea di una risalita fino 2755/85. Operativamente Long con stop 2693 con target almeno 2755 e cmq alla rottura di 2796. Dal minimo mi sembra di leggere quattro onde per cui dovremmo avere un allungo a 2730 per la quinta e il rintracciamento a 2710 dove tentare il long con stop sul minimo.

mercoledì 27 giugno 2018

Sp500 28-6-18

scrivevo l'altro ieri "Target della Y raggiunto e sessione con forti volumi, perfettamente idonea ad un minimo (considererei un ulteriore affondo come una bear trap)." però ieri abbiamo avuto un rimbalzo continuato oggi fino a 2750, tale rimbalzo potrebbe anche essere la X fatta e finita, il che chiamerebbe un nuovo ciclo interamente al ribasso fino a metà luglio, con primo target temporaneo a 2675/85

martedì 26 giugno 2018

Sp500 26-6-18

Target della Y raggiunto e sessione con forti volumi, perfettamente idonea ad un minimo (considererei un ulteriore affondo come una bear trap).
Se temporaneo (ipotesi rossa) o definitivo (ipotesi rosa) lo vedremo dalla forza dei prossimi giorni.

domenica 24 giugno 2018

Sp500 & C. 25-6-18

Le ipotesi di medio sono rimaste invariate rispetto alla settimana scorsa, salvo quella dell'allungo sopra 2800 che non si è verificato e quindi è caduta, per il resto vi rinvio al post precedente.
sul brevissimo dobbiamo considerare...
- (in viola) manca una gamba ribassista che vada sotto la precedente quindi con un target 2700/2730 per poi recuperare, questa è la mia preferita, in quanto coerente con il conteggio che ho portato avanti durante la settimana e con la chiusura ciclica di T e T+1, nonchè con i volumi scarsi di venerdì.
- (in rosso) abbiamo il caso che la correzione non sia terminata e dopo la gamba ribassista su indicata si abbia un rimbalzo e un ulteriore affondo che raggiunga la zona 2650/80, ciclicamente necessiterebbe un altro T+1 al ribasso per la chiusura di un T+2 e T+3 quindi potrebbe essere anche violento, però ritengo ormai si possa limitare al massimo ai 2590 e non più arrivare in zona 2500
- (in verde) infine il caso che dai 2744 si stia già sviluppando il nuovo rialzo, conferma sopra 2792 (indice)
Ideale sarebbe qualche notizia nella notte che faccia iniziare la sessione abbastanza in negativo e successivo recupero.

L'Italia col punto C si è limitata ad una capatina sopra il max precedente, ma potrebbe trattarsi solo di una i di C verso il target 23200, questa idea verrebbe meno sotto 21300.
La Germania ha proseguito come da indicazioni verso i 12300/100
L'EURUSD avendo segnato un ulteriore minimo leggermente inferiore, non mi lascia scelta che interpretare a favore di una continuazione della discesa, ma con un rimbalzo fino 1.17 o poco più per un'estensione della V (in rosso), stop sul punto IV o con un rimbalzo fino a 1,215 per poi sviluppare una C con target 1,13/12 (in viola).
L'oro ha raggiunto i 1260 previsti, e dall'ipervenduto necessita di un rimbalzo, se è pronto per il rialzo atteso lo dirà solo il sorpasso di 1300.
Infine il petrolio sta, a mio parere solo effettuando un rimbalzo causato da un aumento della produzione deciso dall'OPEC inferiore al previsto, può arrivare anche a 70, ma non mi muovo se non vedo i 61.

mercoledì 20 giugno 2018

Sp500 20-6-18

L'ipotesi verde è caduta, si tratta ora di vedere se si è concretizzata l'azzurra, in modo leggermente scarso o se ci sarà un'altra gamba ribassista a brevissimo. Violazione di 2796 (future) dovrebbe significare espansione al rialzo.

domenica 17 giugno 2018

Sp500 & C. 18-6-18

In settimana si è raggiunto perfettamente il target indicato a 2792 e inseguito si è lateralizzato, si può dire che le ipotesi illustrate la settimana scorsa non siano cambiate, quindi, se necessario, le si vada a rileggere. Tocca, però aggiungerne una (in verde).
poichè il movimento successivo a 2792 è una abc potrebbe trattarsi dell'inizio di una delle ipotesi già viste, ma anche di una IV completa sul target minimo, considerando il rialzo partito da 2591 e da 2675 la sua III, di conseguenza la V e completamento di una prima onda rialzista avrebbe target 2810.
Per fine settimana dovrebbero chiudersi vari cicli T, T+1, T+2 per cui la mia ipotesi preferita resta quella blu con ribasso immediato e target 2650, ma se ci fosse l'allungo a 2810 passerebbe sulla verde con target 2680.
A favore dell'allungo ci sono Nasdaq e Russell che si sono mantenuti forti.
Tuttavia anche sui tech c'è un Sentiment esageratamente rialzista da non sottovalutare e tantomeno il nuovo scontro sui dazi.

L'Italia sembra avere optato per l'ipotesi rossa, il target ideale sarebbe a 23200 prima di un altro affondo sotto i 20000.

La Germania, è più forte del previsto, ma il conteggio non è ancora invalidato.

Il Brasile tiene con le unghie e con i denti sui 70000, una chiusura inferiore prometterebbe i 60000.
L'EURUSD ha sfiorato il target di rimbalzo e avviato l'onda successiva al ribasso, sarebbe opportuno una correzione a 1.17. Il target ribassista si pone ora a 1.137.
L'oro ha accusato il colpo seguendo il cambio, mi aspettavo un ritorno sui 1280, ma non che andasse sotto, prevedendo un'ulteriore discesa del cambio EURUSD è facile che il metallo giallo segua, prossimo target 1260.

domenica 10 giugno 2018

Sp500 11-6-18

Settimana tutta al rialzo, la correzione si fa attendere.
Tuttavia c'è una rarità, una certezza, il movimento da 2675 si legge perfettamente in cinque onde.
Di questo movimento il rintracciamento, molto vicino all'ideale di onda IV si è visto sul future fuori mercato, mentre sul cash appare più ridotto, ciò potrebbe comportare un ritorno sui 2750 per completare la IV sull'indice, oppure una prosecuzione immediata verso il target ideale della V a 2792.
Però preciso sempre che si tratta di target ideale per cui il top di venerdì che ritestava il massimo della III potrebbe anche essere sufficiente.

Dovrebbe quindi iniziare a breve una correzione.
Passiamo al lungo periodo per vedere dove potrebbe arrivare.
Leggo su molti siti, che ormai l'idea del triangolo è superata data l'avvenuta rottura, e riporto (in rosso) un conteggio ABCDE che anche se non a triangolo, non può ancora essere scartato.
Come possibile alternativa ribassista riporto il conteggio (in rosa) dove si starebbe completando la B di una ABC ribassista.
Tuttavia il mercato si è mostrato, sia pur non ancora con volumi eccezionali, piuttosto forte, di conseguenza, le ipotesi rialzista mi convincono di più.
Abbiamo quindi una 1 al suo termine (in blu), con un conteggio normale partendo dal punto E o con una strana leading diagonal partendo dal punto C, per entrambi i casi avremmo un rintracciamento ideale in zona 2650/80, dove incrociano la ribassista rotta e la rialzista creata. Chi non l'ha già osservato, lo noterà in seguito e quindi rappresenta un punto perfetto ed è la mia ipotesi preferita.
Infine c'è la possibilità che il rialzo sia nel suo pieno svolgimento e sia in corso una I di 3 in tal caso il rintracciamento ideale sarebbe piuttosto ridotto e si pone a 2730 (in azzurro).
Dal punto di vista ciclico dovremmo avere una correzione a brevissimo diciamo minimo per martedì e una maggiore nelle successive settimane, ovviamente se la strada verrà tracciata per un'ipotesi o l'altra dipenderà molto, dalla presenza di forza o meno dei primi giorni dopo martedì. Guarda caso mercoledì c'è la FED che con le sue indicazioni potrebbe dar luogo a qualunque degli sviluppi su indicati.

Il Nasdaq corrobora le idee rialzista di fondo segnando un nuovo massimo assoluto, mostra inoltre debolezza per il brevissimo e suggerisce un rintracciamento limitato.

L'EUROPA pare messa un po' peggio.
L'Itala ha preso una bella botta, mi dà l'impressione di dover continuare la discesa, ma per quel che mostra la modalità non è chiara. Ho considerato tre scenari:
- in blu, potremmo avere una c corta avvalorata dal primo rintracciamento ridotto e terminare la discesa a 20600/700
- in azzurro la 2 è stata già completata ed è anche scarsa il che significa...niente di buono ;)
- in rosso, onda 2 in formazione si dovrebbe arrivare in zona 23300 per poi ridiscendere.
La Germania sambra una via di mezzo tra Europa ed America, ma quella che ho etichettato come onda b ha tutto l'aspetto di una flag ribassista già rotta, per cui mi aspetterei proseguimento verso 12300/050.

Come fuori programma, vi segnalo l'indice brasiliano, che ha perso circa il 20% in tre settimane, nel silenzio generale. E' in ipervenduto ed ha dato un segnale di tenuta alla chiusura di venerdì. Sicuramente risente dei problemi della vicina Argentina. Ma insomma tra sud America ed Europa non c'è da stare molto tranquilli.

Il petrolio sembra preparare un rimbalzino, ma prima dei 61 non ci penserei proprio.

EURUSD ha proseguito il rimbalzo e quasi raggiunto il livello indicato. Al momento non mi sembra impulsivo, quindi cì+ la possibilità che si arrivi al rintracciamento ideale di lungo termine a 1.12/3.

Infine i metalli, l'oro non ha fatto gran che, si può dire che abbia seguito il cambio e non mi stupirebbe un ritest dei 1280 se l'EURUSD allungasse il ribasso.
Invece è stato leggermente più forte l'argento, di utilizzo maggiormente industriale, altro indizio che sia da considerare preponderante l'idea del rialzo dell'indice SP500.

domenica 3 giugno 2018

Sp500 & C 4-6-18

Settimana iniziata in discesa e terminata praticamente invariata, si avvicina il periodo di chiusura ciclica trimestrale, di conseguenza riduco a due le ipotesi.
- Immediata discesa  in base al conteggio illustrato e formazione di onda E con primo target 2585 (a di E) (in rosso)
- formazione di un top al di sopra di 2742 (probabilmente 2757)  che sposterebbe le probabilità a favore di un nuovo rialzo già in corso e conseguente correzione in zona 2650 (in verde)
- ci sarebbe una residua possibilità di un maggior rialzo che veda il movimento da C come una doppia estensione, ma la formazione me lo farebbe scartare.
L'Italia è andata un po' più giù del previsto sebbene con lo sviluppo indicato. Il target di rimbalzo si pone a 23200 (-200 pti per il future)

La Germania prosegue la discesa, anche a seguito di brutte notizie su Deutsche Bank
L'EURUSD accenna un nuovo rimbalzo, il target ideale è sceso a 1.19, teoricamente il conteggio sarebbe terminato, ma un ulteriore ribasso verso 1.12/13 ci potrebbe stare. Con l'aggiunta di un'onda alla ipotizzata C.

L'oro potrebbe lateralizzare ancora qualche tempo, a mio avviso aspetta solo che la salita dell'USD sia terminata per innescare un rally a 1600 per fine anno.

Petrolio poco mosso, confermate attese in direzione 61.

mercoledì 30 maggio 2018

Sp500 30-5-18

Rimbalzo effettuato come da previsione, anche un po' oltre per la verità.
Stop a 2742 conferma del ribasso sotto 2675.
I volumi li definirei sufficienti per un prosieguo, l'ideale per domani sarebbe una doji che non superi i 2742 con volumi scarsi.

martedì 29 maggio 2018

Sp500 30-5-18

L'affondo di oggi, avendo ampiamente superato il target di correzione ipotizzato a 2690, sposta le probabilità a favore dell'ipotesi di onda E appena iniziata (in rosso nell'analisi precedente). Nel contempo dovrebbe anche essere terminato il secondo T. Quindi abbiamo un target ideale di rimbalzo, dove entrare short, a 2716/2725 per poi riprendere la discesa, stop a 2742, target iniziale 2585.

domenica 27 maggio 2018

28-5-18

La sessione di venerdì non ha fornito ulteriori elementi, essendo rimasta nel range precedente, cosicché l'ultima analisi sullo sp500 che riporto di seguito resta valida.
Queste di fine settimana avrebbero dovuto essere sessioni ribassiste (ci sarebbero a disposizione ancora 1/2 sessioni) per la chiusura del secondo T, ma ogni tentativo di discesa è stato recuperato in giornata, nonostante cattive notizie e brutti dati, il che comincia a ricordare il clima positivo di qualche mese fa. Il conteggio partito dall'ultimo minimo a 2591 è suddiviso, secondo me in tre onde.
Il che lascia aperte tutte le strade, ma limitandosi al brevissimo, poichè i tentativi ribassisti non hanno avuto successo e si leggono facilmente tre onde anche nella discesa,...
- potrebbe essere terminata la correzione di onda iv (ed il relativo T) e seguire un nuovo allungo con target ideale 2758. verde
- potrebbe ancora essere in corso onda iv che si articoli in abcde (mancando ancore una o due sessioni alla chiusura del T), che dovrebbe segnare un minimo inferiore a 2704, ma non necessariamente raggiungere il target a 2691 indicato in precedenza. rosa
- potrebbe essere in corso una prima onda ribassista del ribasso con target 2590, in tal caso dovrebbe accelerare la discesa a breve e preferibilmente non andare oltre i 2740. rosso

In conclusione lo svilupparsi di un allungo sopra 2740 sposterebbe le probabilità a favore di un rialzo partito dall'ultimo minimo a 2590, si resta per l'onda E in caso contrario.

E' abbastanza evidente che la discesa è dovuta al cedimento del petrolio, infatti l'indice tecnologico non ne ha risentito e mostra la sua maggior forza che potrebbe portare fino a 7100.
Ricordo che lunedì, Wall Street è chiusa per il Memorial day quindi ci saranno solo i future attivi in una sessione part time.

La Germania ha raggiunto il top del rintracciamento indicato per poi cominciare a risentire della situazione geopolitica che coinvolge l'Italia in primo piano. Una correzione fino a 12500 mi sembra opportuna.
L'Italia ha ceduto violentemente, eppure ci si avvicina all'importante supporto dei 22000 dove potrebbe partire un buon rimbalzo fino ai 23500. Per il future bisogna sottrarre 200 punti.
Il petrolio dovrebbe rintracciare in zona 65/61 più probabile 61.
L'EURUSD raggiunge in pieno il primo target previsto tempo fa, ovviamente risente del clima europeo e non accenna a rimbalzare, abbassando sempre più il target di un eventuale rimbalzo, ora posto a 1.198. Permane il forte ipervenduto. Sebbene il target principale sia stato raggiunto teniamo presente che si potrebbe scendere ancora fino a 1.12 per il successivo.
Infine l'oro, ha tutta l'aria di aver segnato il minimo tanto atteso e mostra una notevole resistenza da ogni discesa, secondo il conteggio dovrebbe partire una 3 di lungo periodo, ma è anche normale che continui la fase di accumulazione finchè il dollaro non comincerà a perdere terreno.

venerdì 25 maggio 2018

Sp500 25-5-18

Vale la pena di anticipare quella che sarà anche l'analisi del week end.
Queste di fine settimana avrebbero dovuto essere sessioni ribassiste (ci sarebbero a disposizione ancora 1/2 sessioni) per la chiusura del secondo T, ma ogni tentativo di discesa è stato recuperato in giornata, nonostante cattive notizie e brutti dati, il che comincia a ricordare il clima positivo di qualche mese fa. Il conteggio partito dall'ultimo minimo a 2591 è suddiviso, secondo me in tre onde.
Il che lascia aperte tutte le strade, ma limitandosi al brevissimo, poichè i tentativi ribassisti non hanno avuto successo e si leggono facilmente tre onde anche nella discesa,...
- potrebbe essere terminata la correzione di onda iv (ed il relativo T) e seguire un nuovo allungo con target ideale 2758. verde
- potrebbe ancora essere in corso onda iv che si articoli in abcde (mancando ancore una o due sessioni alla chiusura del T), che dovrebbe segnare un minimo inferiore a 2704, ma non necessariamente raggiungere il target a 2691 indicato in precedenza. rosa
- potrebbe essere in corso una prima onda ribassista del ribasso con target 2590, in tal caso dovrebbe accelerare la discesa a breve e preferibilmente non andare oltre i 2740. rosso

domenica 20 maggio 2018

Sp500 21-5-18

La settimana è iniziata al rialzo, segnando un allungo fino a 2741, ma con volumi sempre decrescenti, lasciando immutata la view di una correzione in zona 2700 che ne è immediatamente seguita. successivamente abbiamo avuto un movimento laterale di cui dobbiamo notare, ancora una volta, i volumi in calo. In base ai cicli questo sarebbe dovuto essere l'inizio di un nuovo T, cioè la parte più rialzista, in conseguenza mi aspetterei una settimana ribassista per la sua conclusione.
ribasso (in azzurro) che potrebbe essere immediato o magari con un iniziale ritorno in zona 2730/40, il target ideale dovrebbe essere a 2690.
In seguito con l'inizio di un ulteriore T dovremmo avere un nuovo tentativo rialzista, il quale se non fosse in grado di superare il precedente 2741 dovrebbe confermare la formazione di onda E (in blu/rosso), se riuscisse ad allungare ulteriormente fino a 2750/75 (non dovrebbe andare oltre) lascerebbe il dubbio se si sia completata onda D o invece una 1 rialzista (in verde). Nel primo caso sarebbe ancora in gioco un ritorno in zona 2500, nel secondo target ideale della 2 sarebbe a 2660.
Al momento darei poche possibilità a sviluppi maggiormente ribassisti.

Molti hanno notato i nuovi massimi assoluti segnati dal Russell2000, ma il fatto che gli altri indici non siano stati connessi, mi lascia perplesso, ho, anzi, rilevato la perfetta corrispondenza del Nasdaq100 al target di rintracciamento indicato e la sua maggior debolezza venerdì. Se il conteggio fosse corretto, necessiterebbe di un nuovo ribasso con target inferiore al punto A.
Non ci sono novità sul Dax che ha allungato, ma sempre nella sua zona target.
Invece lo SPMIB40 ha pagato tutta insieme la sua tranquillità dei giorni precedenti. Il ribasso ha anche sforato leggermente il target atteso dei 23500. Cadute al di sotto di 22900 mi farebbero ritenere che l'onda rialzista si sia già conclusa. Non è escluso però un improvviso e veloce rivolgimento che raggiunga la zona 25000 indicata la scorsa settimana come target conclusivo. Il settore bancario è stato particolarmente colpito e potrebbe innescarsi una corsa a ricoprire gli short.
Il petrolio ha incrementato di uno spicciolo, ma il conteggio non cambia. Ritengo troppo pericoloso e imprevedibile un eventuale ulteriore allungo rialzista, inoltre si parla troppo ultimamente di un ritorno sui 100$.
EURUSD si è avvicinato molto agli 1.17 indicati tempo fa e il rimbalzo della iv è stato anche inferiore al previsto. Si rileva un forte ipervenduto per cui un nuovo rimbalzo sarebbe nelle corde, fino a 1.2/202.
Infine l'oro ha testato la zona 1280. Ha molti fattori contro, la salita del dollaro, la quasi assenza di inflazione e i tassi in rialzo, ebbene con tutto questo ci si sarebbe potuto aspettare una performance molto inferiore, invece tiene e l'argento recupera in fretta ogni affondo. La mia idea è che stiano preparando un rally.

domenica 13 maggio 2018

Sp500 & C. 14-5-18

Lo sviluppo della settimana ha corrisposto alle attese ed è stato anche raggiunto il target indicato da tempo di 2730.
Nel brevissimo sembra dovuta una correzione almeno di un paio di giorni.
Come dicevo, il target principale per la D è stato raggiunto per cui potrebbe riprendere la discesa per la formazione della E (in verde), ma non è escludibile un ulteriore allungo fino ai 2750 prima di questa nuova discesa (in azzurro).
Poichè quella che consideravo onda v di breve ha allungato parecchio, sebbene il conteggio sia ancora possibile (in rosa), bisogna anche considerare un'ipotesi maggiormente rialzista, forse con un ulteriore espansione (in blu).

Afavore di una nuova discesa, innanzitutto di breve, osserviamo i volumi, decrescenti, ma soprattutto non particolarmente consistenti e imparagonabili a quelli segnati in occasione dell'ultimo minimo (ovale rosa). Inoltre ho notato in giro una forte aspettativa per un arrivo in zona 2750. Quindi tutto considerato le mie preferenze restano sull'ipotesi verde.

In Europa il DAx si è semplicemente adeguato all'America raggiungendo la zona target.
L'Italia vuoi per i problemi politici, vuoi perchè si solito anticipa è stata debole tutta la settimana, ha raggiunto il target minimo per la 4, ma considerando le attese di breve negative per gli indici oltreoceano, sarebbe giusto raggiungesse un target pieno a 23500, per poi allungare verso i 25000.
Il petrolio ha allungato fino a 72 e siuccome c'è la possibilità che il conto sia terminato, ho chiuso tutte le posizioni collegate, se poi ci saranno ulteriori problemi in medio oriente, non posso saperlo.

L'EURUSD accenna il rimbalzo in merito al quale ci ha illuso in precedenza, target ideale per l'ipotetica onda iv si pone a 1.206.

In parallelo l'oro ha rimbalzicchiato un po', ma anche per lui sarebbe atteso un ultimo leggero affondo. Inoltre, poichè ad ogni accenno di rimbalzo i "cugini"argento e platino sovraperformano, aumenta la mia convinzione che tutto il settore sia pronto per un rally da un momento all'altro.