Translate

Cerca nel blog

martedì 26 marzo 2013

Fib Sp500 Nasdaq 26-3-13

Temevo qualche scherzetto, nonostante l'annunciata apertura in gap up e in effetti l'hanno fatto. Ora, se l'Sp500 ha recuperato nel finale lasciando una situazione dubbia e il nasdaq un po' meno evidenziando una maggior debolezza, il nostro indice è stato il peggiore d'Europa, la sua discesa insieme a quella dell'EURUSD è stata veramente pesante. Direi che il grafico promette un giro sotto i 15000 immediato o dopo un rimbalzo martedì mattina. Questo rimbalzo (se ci sarà) dovrebbe essere un'ottima occasione per andare short. Individuerei punti di ingresso a 15550 e 15700 stop 15920 target come dicevo almeno 15000. Una nota su intesa, se il top di oggi, come sembra, costituisce anche il top della B, la C potrebbe riportarla in zona minimi a 0.85

lunedì 25 marzo 2013

Fib Bund Sp500 etc. 25-3-13

Nonostante la settimana trascorsa, la situazione non è molto più chiara di prima, Ritengo che il trend di lungo sia al rialzo, quello di medio al ribasso e quello di breve in bilico. Nel Breve lo SP500 sembra abbia completato o stia per completare un'onda 4, subito dopo dovrebbe allungare verso nuovi massimi, la conferma l'avremmo sopra 1563. Nel momento in cui scrivo il future segna 1558 che corrisponde ai 1563 dell'indice per cui avrebbe praticamente dato questa conferma (anche se qualche scherzetto è sempre possibile, ovvero che tali valori non vengano poi confermati durante la sessione normale)

In linea il fib che, dopo aver traccheggiato un poco, ha allungato nel finale di venerdì.

Presumendo corretto il conteggio, dovrebbe continuare ancora un po' fino a 16500/600

Potremmo tuttavia trovare altri elementi di coerenza Il bund dopo aver segnato un altro massimo dovrebbe correggere fino a 143 per poi segnare ancora un massimo

Infine tra i titoli scelgo Intesa, che mostra un conteggio coerente con quello che vedrei sull'indice.

lunedì 18 marzo 2013

Bund 18-3-13

Il bund ha segnato nuovi massimi, quindi aggiorno il grafico con le prossime attese, i pallini 5 rosso e 4-5 blu sono posti dove sarebbero i relativi target ideali.

domenica 17 marzo 2013

Nasdaq Fib bund 18-3-13

A dire la verità, le mie prospettive per la settimana prossima sono piuttosto confuse. L'ultima operazione ribassista sul FIB ha raggiunto il suo target perfettamente a 15720 dove abbiamo chiuso parte della posizione e il resto è andato in stop profit quando si è risaliti a 15900 (valori future marzo). Da questo movimento dovrei concludere che sia in corso un'espansione al rialzo, eppure ci sono alcuni elementi che non mi convincono. - In primis la salita di giovedì/venerdì è stata guidata principalmente dagli energetici ENI, Saipem, A2A e non dai bancari (sia pure con le rispettive eccezioni vedi BPER e ENEL) e senza i bancari non andiamo da nessuna parte, inoltre venerdì giorno di scadenze, contrariamente a quanto credessi hanno chiuso sopra i 16000, evidentemente la trappola era il ribasso, ma si tratta di un capitolo chiuso, ora si aprono nuovi giochi. - In secondo luogo c'è il Bund che non molla mai e prosegue nella sua salita vista nell'ultima analisi (questa settimana è solo salito un po' e nulla è cambiato nel grafico per cui non vale la pena di ripostarlo) - In terzo luogo avrei dei pessimi segnali sui mercati americani. Detto ciò, ritengo che sia in corso soltanto un rimbalzo che potrebbe spingersi anche a 16500/700 (valori future giugno), come riscendere immediatamente. In questo frangente trovarsi con la posizione sbagliata puo' costare caro, da un lato potrebbe mancare la parte peggiore del ribasso, dall'altro se mi sbagliassi e si concretasse un'espansione rialzista, almeno per ora non vedo uno stop che valga la pena in base al rischio/rendimento. Cmq posto il grafico di quello che sarebbe il conteggio secondo me in questo momento.


A parziale conforto di questa view il grafico dell'ETF short sulla borsa di Parigi che mostra una divergenza rialzista e sembra in procinto di invertire i corsi

Il Nasdaq resta nel suo canale rialzista, ma anche lui non mi sembra caratterizzato da particolare forza.

E ora un paio di titoli:

Enel: si è portata già sul target che avrebbe avuto in caso di una correzione più pesante degli indici, il che potrebbe portarla su nuovi minimi assoluti se detta correzione dovesse ancora terminare.

A2A: ha raggiunto il suo target stimato per un rimbalzo, ma data la forza mostrata potrebbe anche proseguire un po'

Saipem: ha raggiunto anche lei il target indicato a 24 in tempi non sospetti, questa dovrebbe essere un'onda 4 attendo sempre il completamento della 5 (per ora stimata a 16) prima di entrare.

BMPS: Resta nel suo canale ribassista, anche se ha frenato la discesa, direi che potrebbe anche non fallire, ma un nuovo minimo assoluto resta dovuto.

In conclusione per la settimana prossima il rimbalzo potrebbe anche proseguire qualche giorno, la mia idea è di aprire posizioni short su segnali netti o in zona 16700 con stop arbitrario. Come l'anno scorso, il ribasso che iniziasse in questi giorni potrebbe durare fino all'estate.

domenica 10 marzo 2013

Fib bund 11-3-13

Cosa stia succedendo negli ultimi giorni non è chiaro, come non è chiaro che conteggio si stia configurando, in particolare sul Nasdaq mi è completamente oscuro, mentre lo SP500 ha raggiunto il target dei 1550 pronosticato tempo fa. Cominciamo cmq dal fib e in particolare dalla salita dell'ultima settimana, quindi nel brevissimo direi che potrebbe essersi completato un movimento in 5 onde, il che comporta che deve seguire almeno una correzione Come sempre quando si susseguono varie onde composte di tre le possibili alternative si moltiplicano, è praticamente impossibile prevederle tutte, così considererò quelle che per me sono le principali - correzione in corso dai massimi non ancora terminata con target 14000/400 o comunque inferiore al minimo precedente di 15250 - correzione terminata in failure (coi flash crash dell'onda precedente capita spesso) e rialzo ripreso dai 15400 circa, in tal caso la correzione dovrebbe limitarsi a 15720 formando un'onda 2. Entrambe le ipotesi presuppongono che sia esatto il conteggio di brevissimo in 5 onde. A conferma della discesa prevista direi che anche il bund ha fatto solo una pausa nel suo rialzo che dovrebbe continuare, verso un target rettificato a 145.5 o comunque superiore al massimo precedente che, rettificato si pone a 144.5 Quindi operativamente l'idea è SHORT con primo target 15730 poi 15150 infine 14400 il tutto dovrebbe svilupparsi durante la prossima settimana, quindi eviterei acquisti per le prossime 5 sessioni.

domenica 3 marzo 2013

Fib bund EUR 4-3-13

Da un'occhiata generale ai grafici, la mia impressione è che si debba scendere ancora, almeno un po'. Detto questo le alternative possibili sono numerose e la via che si porrà, dipenderà probabilmente dagli eventi politici in corso. Passiamo ad esaminare le principali. Quella che mi convince di più presenta una correzione complicata in corso, per cui non scommetterei sull'esattezza dell'etichettatura, tale ipotesi avrebbe un target fra 14000 e 14400 da precisare in seguito: - ipotesi 1 le principali alternative vedrebbero il termine della sottoonda corrente a 15060, di lì dovrebbe seguire un rimbalzo (se termina l'onda A di Y) o la ripresa del rialzo (se termina la Y) - ipotesi 2 e 3 infine abbiamo un altro conteggio che considera il termine di una terza onda sempre a 15060, qui potremmo avere la ripresa del rialzo come prima, oppure un rimbalzo più limitato a 15800 ipotesi 4 e 5 Personalmente, come ho detto preferisco la prima ipotesi, anche perchè tutte le altre hanno il "difetto" di un'onda iv o anche della 4 di 1/A che dura un po' troppo nel tempo, tuttavia ciò non è sufficiente a farle scartare. E' interessante riprendere ad esaminare l'ETF short sul CAC40 che ha terminato il suo conteggio in maniera perfetta, coerentemente dovrebbe rimbalzare fino a 30/31 confermando le idee ribassiste sull'azionario Sempre coerentemente il bund si presenta con un rialzo in corso, di cui stimerei il target a 148.2, guarda caso anche stavolta siamo in prossimità dei giorni di roll over sui futures. Infine l'EUR USD che se sembra essere andato un po' per conto suo nelle ultime settimane, si potrebbe dire, invece che abbia semplicemente anticipato il ribasso degli altri strumenti. Sul lungo termine sembra aver completato un abc, conseguentemente dovrebbe ritornare almeno sui minimi precedenti a 1.2. Nel brevissimo mi aspetterei un rimbalzo da un momento all'altro, nel tentativo di tenere quota 1.3, ma al massimo penserei possa arrivare a 1.32