Translate

Cerca nel blog

venerdì 31 ottobre 2008

Aggiornamennto 31/10

In relazione alla discesa effettuata fino adesso, chi volesse tentare lo short potrebbe entrare ora (prezzo corrente 1335) stop sopra i massimi e primo target 1291 poi 1270

Nasdaq 31/10/08

Non molto da aggiungere a quanto detto ieri, abbiamo avuto una sessione caratterizzata da rialzi e ribassi "limitati" con un nuovo massimo di qualche punto.
Credo semplicemente che onda A non fosse ancora terminata, graficamente, quindi, sposterei la A sul massimo odierno, i livelli di possibile rintracciamento restano gli stessi di ieri.
Il rintracciamento sarebbe opportuno e magari avverrà classicamente di venerdì, tuttavia resta una forte positività di fondo, resta un forte accumulo, e vedrei positivamente anche il non aver ceduto immediatamente nella sessione di giovedì.
Tale positività può aprire la strada all'alternativa contemplata ieri cioè un arrivo diretto ai 1460.
Il bund ha rintracciato fino a 116.21, personalmente ho chiuso le posizioni con l'idea di riaprirle almeno a 117.7/118 nei prossimi giorni.
L'euro ha praticamente già raggiunto il suo target ideale ed ha subito ripiegato, al momento starei a guardare (step aside) per capire se ha ricominciato a scendere o allungherà oltre il previsto.
Stasera posto un'ipotesi, sullo sp500, di onda 4 a triangolo che potrebbe spiegare la diversa configurazione e, soprattutto, la maggior debolezza di questo indice.

giovedì 30 ottobre 2008

Nasdaq & C. 30/10/08

Come anticipato e, nonostante vari tentativi di ribasso il Nasdaq ha allungato fino alla zona 1350 (realizzato 1340).
A questo punto, sempre se la presunta onda 4 si articolerà nelle classiche 3 onde, potrebbe essere terminata onda A e sarebbe anche naturale qualche presa di beneficio, per cui il seguito potrebbe articolarsi come nel grafico, considerando la prima discesa effettuata in fine di sessione come onda a di B dovremmo rintracciare fino a 1325 (951 per l'sp500) per poi scendere almeno fino a 1270, ma il target ideale sarebbe a 1220/40 (880/900 per l'sp500). dovendo porsi lo stop al di sotto dei 1170, salvo qualche segno più evidente a 1270 non prenderei il rischio.
Volendo si potrebbe provare anche uno short al di sotto di 1290 con target 1240alleggerendo a 1270.



Tuttavia lo short è pericoloso in quanto:
nella sessione di oggi non solo non ci sono stati scarichi, ma anzi, ulteriore accumulo;
l'alternativa possibile al grafico postato è un arrivo diretto a 1460.
In conclusione direi che per il brevissimo la direzione è ancora al rialzo, una correzione lo renderebbe solo più salutare; per il medio termine, invece per ora l'ipotesi di un semplice rimbalzo quadra perfettamente quindi dovremmo vedere in seguito ulteriori minimi.
Circa l'euro ho rivisto meglio il grafico e il suo target di rimbalzo ideale è 1.325/33.
Per il bund si mostra troppo forte in relazione alle previsioni, se vedessi un 116.4/5 chiuderei la posizione.
Noto, guarda caso, che mentre scrivo i futures hanno segnato rispettivamente 1325 950.75 1.3277 sono già a target o è l'anticipo di una giornata di fuoco? Lo sapremo più tardi.

mercoledì 29 ottobre 2008

NASDAQ 29/10/2008

Come subodorato e preavvertito nel pomeriggio, passati i 1230 si è partiti sparati.
Come al solito in situazioni del genere contare le onde per vedere dove siamo è estremamente difficile. ci provo su un grafico a 10' che di solito non è molto affidabile perchè da' troppi falsi segnali, comunque quello che posto è il conteggio peggiore che sono riuscito a trovare, ovvero quello che promette è proprio il minimo indispensabile

e, in ogni caso, possiamo vedere numerose espansioni che promettono un ulteriore allungo, direi almeno 1350.
In tale grafico considero sul minimo di ieri completata la 3 con un'ultima onda in failure, in tale ipotesi mi confortano molti altri grafici che il nuovo minimo l'hanno fatto e/o ci sono andati molto vicini.
Il movimento è appena iniziato, i possibili sviluppi sono molteplici, così tanti che ritengo prematuro formulare ipotesi, figuriamoci poi con la volatilità che provocherà la FED alle 19.15.
Ricordo solo i target principali aggiornati 1350 e 1460 (pari a 980 e 1020/40 di sp500).
Ventlata l'ipotesi di un taglio tassi anche da parte della BCE il prossimo 6/11 il bund mostrava parecchia resistenza oggi, ritengo possibile un ritorno in zona 116.2/115.2 dove chiuderei le posizioni short contando su un possibile rialzo fino a 118 o più sulle attese per la decisione della BCE.
L'€/$ si mostra del tutto simile all'azionario primo target 1.3 poi 1.32.
2 note conclusive:
non c'è stato praticamente scarico per tutta la sessione, tranne qualcosa nel finale il che potrebbe far correggere un po' ad inizio di giornata, ma considerando l'accumulo pregresso è del tutto irrilevante;
pessima giornata, ho notato per UC, Intesa e AMD...mai comprare quelle che piangono nell'entusiasmo corale!
UBS non riesce a raggiungere i 13 anche se ci va sempre più vicino, in caso si fosse entrati, mi aspetterei un target tra 20 e 21 CHF

martedì 28 ottobre 2008

Aggiornamento 28/10

rimbalzo delle borse asiatiche...sarà vera gloria o l'ennesima fregatura.
Comunque stante il conteggio e i movimenti degli ultimi giorni direi che al di sopra dei 1230 dovrebbe partire la famigerata onda 4, i target restano quelli indicati precedentemente.

Nasdaq 28/10/2008

Con la salita di oggi pensavo di avere sbagliato qualcosa, ma la chiusura ha confermato che la discesa (in particolare quella che ritengo onda 3) non è ancora terminata. Per cui ribadirei il conteggio di ieri
http://borsaronero.blogspot.com/2008/10/nasdaq-26-10-08.html
e l'aggiorno con riferimento a quella che dovrebbe essere l'ultima onda, che già mostra due espansioni. Ribadisco il target dei 1120 e forse qualcosa in più, poichè il tutto può svolgersi in una sola giornata, pposso solo consigliare di seguire e contare.

lunedì 27 ottobre 2008

Nasdaq 26-10-08

Dei target indicati venerdì è stato raggiunto purtroppo solo il primo, per quel che riesco a contare nell'ultima onda, dovrebbe mancare un minimo a 1120, a completare onda 3, prima di effettuare il benedetto rimbalzo di onda 4.

In relazione al raggiungimento dei 1120, i target ideali sarebbero 1370/1450, qualcosina in più se mi sbagliassi e il rialzo fosse immediato.
Valgono ancora tutte le considerazioni fatte venerdì circa le attese per questo rimbalzo, ma il mercato è letteralmente isterico ed è molto difficile fare previsioni.
Circa il Bund in relazione al nuovo minimo atteso sul Nasdaq potrebbe arrivare a 118o qualcosina in più, personalemnte eviterei di applicare lo stop, tale strumento a bassa volatilità probabilmente consentirà un'uscita migliore anche se si volesse chiudere. Al contrario dovrebbe essere un altro buon segno per l'azionario se tale 118 non si verificasse.
P.s. Da lunedì apertura USA alle 14.30 per tutta la settimana

venerdì 24 ottobre 2008

Aggiornamento 24/10/08

Target 117.65 del bund raggiunto e ripiego in corso, non escluderei che, nonostante l'apertura tragica si possa finalmente risalire i target indicati ieri al momento sono variati come segue:
1235 (il non superamento di tale livello implicherebbe ulteriori profonde discese)
1296/1388 validi solo se fossimo ancora in onda IV
1340/1460 target ideali di onda 4 e parziale conferma del conteggio

Nasdaq 24/10/08

Oggi il Nasdaq non è stato per niente simpatico, prima ha mandato in stop profit le posizioni short per poi sprofondare, mandare in stop le posizioni long e poi risalire.
Ecco perchè preferisco aprire piccole posizioni da mediare piuttosto che applicare gli stop, a meno che la situazione non sia estremamente chiara.
E' una di quelle situazioni in cui ci si dovrebbe fermare per un po' e riesaminare tutto.
Il mio pensiero al momento è che mi sia perso una sottoonda della 3 da qualche parte, quindi che essa si sia completata con l'affondo di oggi. Afavore di questa tesi:
la manovra effettuata oggi è tipica dei grossi operatori per vedere se il mercato regge e a quanto pare ha retto, non so se reggerebbe a un altro assalto, ma per ora ha retto;
Il livello di accumulo anche di breve termine è notevolissimo e rafforza il supporto costituito dai minimi, tanto per dire se mercoledì era notevole in chiusura (ed abbiamo visto il rimbalzo posta apertura di giovedì, giovedì stesso,salvo un leggero scarico sul rimbalzo di apertura, è stato costante per tutta la sessione;
Lo sp500 non ha creato un nuovo minimo;
Graficamente se la candela di mercoledì era un buon segno, quella di giovedì è anche meglio;
Avrei un segnale LONG di media forza scattato sulla chiusura di oggi;
Sembra porsi una configurazione di triplo minimo sia sull'azionario, sia sul cambio €/$, su quest'ultimo si potrebbe andare long sopra 1.3 con stop sotto 1.27, ma forse sarebbe bene limitarsi all'intraday, data la volatilità spaventosa.

I target dell'eventuale rimbalzo sono così variati:
1290/300 (il non superamento di tale livello implicherebbe ulteriori profonde discese)
1318/1400 validi solo se fossimo ancora in onda IV
1365/1480 target ideali di onda 4 e parziale conferma del conteggio
Infine il Bund dovrebbe correggere in contemporanea a tale salita azionaria, guarderei i target del Nasdaq per decidere dove e se chiudere la relativa posizione.
Ipotizavo giusto oggi che il possibile 117.65 potrebbe essere raggiunto in parallelo con l'onda 5 dell'azionario, ma è presto per parlarne.

giovedì 23 ottobre 2008

aggiornamento 23/10

abbasserei ancora lo stop profit per lo SHORT a 1255

Nasdaq & C 23/10/08

Sebbene la zona 1255/60 abbia retto solo temporaneamente, lo schema rialzista prospettato è ancora valido, non avendo creato un nuovo minimo assoluto.
Anzi il recupero visto in chiusura mi è sembrato un buon segno, in particolare devo segnalare un ulteriore accumulo registratosi nelle ultime ore, quindi in tutta la zona dai 1260 in giù continuato anche nella risalita finale, altro buon segno sarebbe una successiva apertura in gap.
Per chi avesse mantenuto la posizione SHORT aperta da qualche giorno, abbasserei lo stop, ormai profit, a 1290.
Come postavo nei commenti all'articolo di ieri, il bund ha raggiunto il suo target previsto per lo short a 116.3 e seguendo all'inverso l'azionario si è spinto quasi a 117, mi suggeriva il buon Alex che in vista di "certe scadenze" potrebbe arrivare a 117.65, tale quota rientrarebbe comunque nello schema visto che lo stop sarebbe a 117.82.
Prospettando per l'azionario una C in 5 onde potremmo avere una o più sessioni con salite e discese, il che consentirebbe ulteriormente di accumulare sull'azionario e al bund di raggiungere anche questo livello.
Segnalo anche, a favore di un ulteriore ribasso, il fatto che si scenda con volumi non particolarmente elevati, segno che mancano proprio i compratori, inoltre gli indicatori mancano delle solite divergenze anticipatorie, infine che l'Euro/$ sembra avere ancora della strada da fare all'ingiù.
Tuttavia tutti questi elementi potrebbero essere compatibili col fatto che quello atteso è solo un rimbalzo.
Infine il primo target si è abbassato a 1385 (1000 per lo SP500) e presterei attenziona anche alla zona 1310 (che sarebbe il target ideale di rintracciamento se si fosse appena iniziato un nuovo ribasso)

mercoledì 22 ottobre 2008

Nasdaq & indice BKX 22/10/08

Forse, e sottolineo forse, sono riuscito a capire qual'è il conteggio giusto, si sarebbe articolata una di quelle correzioni complicate in 3-5-3, tale configurazione avrebbe target ideale a 1255/60, come già anticipato tempo fa.
Per cui in quest'area si dovrebbero aprire posizioni LONG con stop/reverse al di sotto del minimo a 1192.
Noto che i futures, dopo essere sprofondati fino a circa 1267, ora quotano quasi 1320, potrebbe trattarsi solo di reazioni isteriche sull'uscita delle trimestrali e che quindi che sia necessario vedere stampati i valori targets sul grafico "ufficiale", ma non si può escludere che onda B sia stata completata e sia di seguito iniziato il primo movimento di onda C con target 1433/90/550.
A chi ancora mantenesse posizioni SHORT direi di abbassare lo stop sul punto b di y (1330 circa) e ribadisco, quantomeno di alleggerire in zona 1260.
Anche temporalmente la sessione di mercoledì sarebbe ideale per il rialzo.

Ho anche cambiato idea per quel che riguarda l'indice dei bancari usa, ora ritengo più probabile che stia effettuando una correzione al rialzo non ancora terminata.

Se il conteggio giusto fosse stato quello illustrato quì http://borsaronero.blogspot.com/2008/10/indice-bkx-8102008.html , anche dopo l'apparente espansione, sarebbe ormai dovuto partire al ribasso con una 3, cosa che al momento non è accaduta.

martedì 21 ottobre 2008

Nasdaq 20-10-08

Oggi abbiamo avuto un'iniziale correzione che apparentemente sembrava andare secondo i piani, ma a 1290, un po' troppo presto si è invertito il movimento.
Ho passato diverse ore a guardare i grafici per capire a che punto siamo, ma in verità non ci sono riuscito.
potremmo aver fatto una correzione scarsa per onda B ed essere già in onda C o una prima onda di C, ma per tale schema la V di A appare un po' "strana" e la B sarebbe un po' troppo scarsa

oppure aver terminato sul massimo di venerdì solo onda III di A e quindi ci aspetterebbe una V qualche punto più su di essa per poi correggere come da programma per la B, ma anche quì non riesco a contare in maniera degna le sottoonde della III, tuttavia quest'idea è forse più coerente e consentirebbe di restare ancora qualche tempo in trading range

lunedì 20 ottobre 2008

Nasdaq 19-10-08

La giornata è andata esattamente come previsto il nasdq arriva al punto indicato (realizzato 1367) ed inizia a correggere.
Ho dato un'occhiata più approfondita ai grafici, il che mi ha portato a ridurre a 2 le ipotesi possibili alle quali assegnerei al momento pari possibilità,
darei per completata a 1471 onda IV di conseguenza restano possibili:
1) discesa verso nuovi minimi come previsto target dell'onda V espansa 1100/1120

2) onda V di 3 si è completata a 1192 senza espandere e la salita di ieri rappresenta solo la A di onda 4 i cui targets sarebbero 1433/1490/1540, per tale ipotesi bisognerebbe entrare LONG sull'onda B, target ideale a 1258.


Operativamente:
se si fosse entrati SHORT come suggerito in precedenza, bene, considerando che l'ipotesi corretta potrebbe essere sempre "l'altra", direi di alleggerire intorno a 1260, che dovrebbe realizzarsi in entrambe le ipotesi, mantenere il resto come da ipotesi 1, in caso invece il meracto girasse, attuare un REVERSE/LONG al di sopra dei 1367.
Per chi preferisse il lato LONG entrare a 1258/60 in vista dei target dell'ipotesi 2, ma con REVERSE/SHORT al di sotto dei 1192.

venerdì 17 ottobre 2008

Nasdaq 17/10/08

La giornata è andata esattamente come previsto discesa fino ai minimi precedenti e recupero, l'andamento apre le porte a 4 scenari possibili:
1-2) in coerenza con quanto scritto ieri, il ribasso è ancora in corso, non è ben chiaro se a 1470 (1499 sui futures) si sia completata onda IV o onda 4 e la discesa degli ultimi 3 giorni rappresenterebbe solo l'inizio (onda i) del movimento successivo (V o 5 che sia non cambia nulla per ora) in tal caso la risalita avrebbe come target ideale 1364, rivisto in base alla discesa odierna (il target secondario 1330 è già stato raggiunto, ma vedo ancora un po' di forza). Darei a questa ipotesi un 60% di probabilità, la coincidenza con le scadenze del mese è troppo sospetta.
Attenzione in particolare ad un'apertura in gap up o ai futures troppo euforici in premarket. Per l'operatività basata su tale ipotesi si dovrebbe entrare short a 1364 con stop a 1470, mi rendo conto che 100 punti di stop non sono l'ideale, ma mala tempora currunt, in alternativa la rottura del minimo di oggi prometterebbe un ulteriore affondo almeno fino a 1130

3) la terza ipotesi vede terminata onda 3 sul minimo di oggi, in tal caso il rintracciamento ideale si pone a 1490 (leggermente in contrasto col precedente) per tale scenario (direi un 30% di possibilità)il target dovrebbe essere raggiunto più gradualmente e non col solito salto da +10% in un giorno.

4) la discesa è finita ed inizia la risalita, darei a tale ipotesi un 10% di possibilità, in tale caso il momento migliore per entrare sarebbe la successiva onda 2, per tale scenario la salita dovrebbe essere davvero importante, direi almeno 1600

giovedì 16 ottobre 2008

Nasdaq 16/10/2008

Già dall'apertura il segnale era negativo con rottura quasi immediata del livello per entrare SHORT e che short.
A mio avviso, ma potrei sempre sbagliarmi, il ribasso è già ripreso e la discesa non è, come si potrebbe pensare, una correzione nel rimbalzo.
Di conseguena la discesa di ieri ed oggi dovrebbe essere un'inizio di un ulteriore affondo verso nuovi minimi.
Azzardo nel grafico un conteggio "ottimista" (ottimista perchè in chiusura i futures si son persi un altro 2% e quindi il conteggio potrebbe essere tutt'altro), che prevederebbe una fine di questa prima discesa (onda 1 di V o di 5) intorno ai recenti minimi, la relativa onda 2 dovrebbe arrivare a correggere fino a 1350/400.
Per tale risalita la giornata di giovedì (magari anche con apertura in gap up venerdì) sarebbe l'ideale, sia temporalmente, sia in vista delle scadenze di venerdì 17, avendo registrato un eccessivo traffico di put nell'ultimo mese, gli emittenti cercheranno di risparmiare qualcosa.
Operativamente cercare di cogliere il rimbalzo lo ritengo troppo pericoloso, i livelli sono indicati per aprire ancora posizioni SHORT con stop sopra i massimi (ufficiali) a 1470 circa.

mercoledì 15 ottobre 2008

Nasdaq 15/10/08

Come preavvertito ieri gli indici dall'apertura hanno performato negativamente.
Premesso che in base al conteggio, il ribasso non è finito, ora si tratta di capire se è finito il rimbalzo oppure se sia in atto una correzione nello stesso.
Nel grafico illustro le 3 possibilità:
1) (sulla sinistra) vede il movimento di oggi come la ripresa del ribasso con target 1100/1130
2) il movimento è solo una correzione già terminata, quindi dovremmo andare oltre i massimi odierni con target probabile 1600
3) il movimento è una correzione, ma non ancora terminata, mancherebbe l'espansione di onda c di B
Operativamente quindi:
LONG al di sopra dei 1420 con target superiore ai 1500 e successivo a 1600
SHORT al di sotto dei 1350 con primo target 1315 (espansione della c) e successivi al di sotto di 1196 probabilmente 1100/30

L'indice BKX sta assumendo un aspetto diverso, secondo me più negativo del rpevisto, ma al momento è presto per pronunciarsi.
Il bund è andato un po' più giù e il rintracciamento su cui entrare short si è abbassato a 116.3.

martedì 14 ottobre 2008

Nasdaq 14/10/08

La giornata non è andata come mi aspettavo, l'effetto notizia (e l'ipervenduto) ha prevalso su tutto.
La repentina salita, che perdura in after hour mi lascia, purtroppo molti dubbi sul conteggio, considerando che in after hour i future han quasi toccato i 1500 il dubbio è ancora maggiore, perchè i 1500 sono un target valido sia per l'ipotetizzata IV, sia per la 4, qualora mi fossi sbagliato e il minimo visto finora fosse il completamento della 3. L'unica certezza, è che si dovrà tornare giù, perfino nell'improbabile ipotesi che il ribasso fosse finito e la salita fosse una 1 dovrebbe seguire la 2.
Purtroppo fra il gap di lunedì e il probabile gap di martedì è quasi impossibile riuscire a contare l'intraday. Posso solo elencare le principali resistenze/target
1500
1550/60
1600
per lo sp500, tenuto presente che fino a venerdi si mostrava più debole, direi
1050/60
1080
1120
L'indice BKX ha solo allungato onda 4 e continua a promettere un nuovo minimo a brevissimo.
Il bund, come sospettavo, ha espanso onda 5 e dovrebbe quindi correggere verso 116.4
Stante quanto sopra starei molto attento all'apertura e comunque alla prima ora di contrattazione, facile che il rimbalzo si esaurisca lì.

lunedì 13 ottobre 2008

BUND 12/10/08


Il bund è più o meno in linea con le aspettative dell'azionario.
Dal grafico non è chiaro se la prima discesa sia terminata o se manchino ancora un paio di onde, in verità sia la 4 che la 5 mi sembrano un po' piccole, comunque a noi interessa solo la posizione SHORT aperta e da riaprire, direi quindi che a questi livelli o più giù se la 5 dovesse espandere si possono chiudere le posizioni aperte sopra 117 e comunque attuerei stop profit sopra 115.56.
Se non ci fossero espansioni dovremmo rintracciare fino a 116.6 dove si potrebbero riaprire le posizioni SHORT.
Se invece si andasse più giù ricalcolerò il livello.

domenica 12 ottobre 2008

Nasdaq 12/10

Venerdì è stata una sessione molto interessante, direi col primo segno positivo da molto tempo.
In relazione al conteggio quì illustrato http://borsaronero.blogspot.com/2008/10/nasdaq-10102008.html dovremmo aver completato onda iii a 1201 in apertura, onda iv a 1300 circa, poi onda III col nuovo minimo a 1196 (ecco la buona notizia nuovo minimo di pochi punti) infine onda IV col recupero finale ad oltre 1300.
Seguendo sempre lo stesso schema,

dovremmo avere per lunedì martedì un nuovo minimo, il cui target ideale dovrebbe essere intorno a 1150.
Questo target va preso con beneficio di inventario per due motivi:
1) non è detto che la IV sia terminata venerdì potrebbe allungare in apertura lunedì e quindi il taget varierebbe
2) se l'onda precedente ha creato un minimo di pochi punti, c'è una buona possibilità che la V di 3 faccia altrettanto,
per cui ogni valore inferiore a 1296 andrebbe bene, posso solo consigliare di cercare di seguire il movimento intraday.
L'ideale sarebbe una/due giornate lateral ribassiste col leggero nuovo minimo.
Sempre se il conteggio è corretto, dovremmo avere un bel rimbalzo a formare onda 4,
rispettando l'ipotesi del minimo inferiore di pochi punti i target sarebbero:
1375
1490
1580
Abbastanza coerente con tale ipotesi è l'indice dei bancari USA, che come si vede dal grafico sta per completare la sua onda ribassista, ed anche quì avremmo un target ideale a 43, ma credo ci si possa aspettare un minimo di poco inferiore alla linea verde.

Circa le azioni valuterei un rientro su AMD a 3.5 che potrebbe anche tornare a 5.5, UBS mi piacerebbe andasse a 13 per entrare, ma non ci scommetterei, poi diciamo la verità per un rimbalzo forte a certi livelli può andar bene qualunque cosa.

venerdì 10 ottobre 2008

aggiornamento 10/10

l'indice ha fatto registrare (per ora) un minimo a 1201, in relazione a tale minimo il livello d rimbalzo cambia in 1313/1388

Nasdaq 10/10/2008

Nonostante un'iniziale apparenza positiva l'improbabile sviluppo positivo non si è avuto ed abbiamo avuto la solita conclusione negativa con raggiungimento del target successivo a 1250 (i futures segnano già il valore corrispondente all'indice di 1223).
Mantre scrivo il Giappone segna un altro -10% seguito a ruota dai mercati asiatici e i futures sono a -4%.
Presumendo che si continui a seguire lo schema illustrato qualche giorno fa, che aggiorno, partendo dai 1223 di indice (avevo già scritto 1250 sul grafico, bisognerebbe poi vedere cosa segnerà effettivamente) dovremmo avere un nuovo rimbalzo verso 1340/400 (onda iv) per poi proseguire il ribasso, nonostante vari segnali non si sono visti ancora gli indici formare una base per un rimbalzo più serio. Un forte accumulo registrato in chiusura di sessione darebbe man forte all'ipotesi del rimbalzo descritto, ma come visto in passato, non è determinante. Inutile analizzare l'onda intraday chè il panico regna sovrano.
p.s. Ho provato a calcolare il target finale di onda 3, ammesso che tutti i rimbalzi è affondi rispettino i targets, sarebbe atteso un 1070/80.
N.B. DI ONDA 3 NON DI ONDA 5

giovedì 9 ottobre 2008

Nasdaq 9/10/08

Premetto che posto l'analisi considerando esclusivamente i grafici dell'indice, se dovessi guardare ai future direi che si scende ancora e basta.
Ora se a 1386 si è chiusa onda [iv] come illustrato quì http://borsaronero.blogspot.com/2008/10/nasdaq-di-medio-81008.html
c'è poco da fare e si prosegue verso i 1250 se non peggio.
C'è invece una possibile alternativa, che potrebbe far galleggiare l'indice sui massimi di ieri, dando occasione a chi è rimasto incastrato di uscire anche in gain. Tenete sempre presente, che il ribasso non è finito e che l'ipotesi in questione è solo una vaga possibilità, la quale verrebbe invalidata al di sotto dei 1300 di indice.
Se la correzione non è finita, come dicevo sopra, potrebbe quindi articolarsi come in figura con la 3 e la 5 di C che si sopravanzino di pochi punti, raggiungendo in primis i 1400 e magari i 1440, poi si riprenderebbe comunque il ribasso.

Il bund ha corretto leggermente, ma con la ripresa del ribasso azionario direi che vedremo il raggiungimento dei 118 pieni prima di scendere.
Come accennavo nei commenti di ieri, al momento mi aspetterei un buon rimbalzo per la fine della prossima settimana (probabilmente fine di onda 3) e i minimi verso dicembre. E ribadisco quì lo dico e quì lo nego.
Inutile ripetere che l'ipervenduto e l'accumulo sono mostruosi, la volatilità alle stelle, intanto si scende.

mercoledì 8 ottobre 2008

Aggiornamento 8/10

Chiaramente con notizie quali quella odierna del taglio globale dei tassi, diventadifficile un conteggio lineare.
Comunque in relazione al minimo registrato ufficialmente dall'indice il target ideale di rimbalzo si abbassa a 1400.
Il successivo sarebbe 1440 e ricordate che il ribasso non è terminato, ma maggiore sarà questo rimbalzo meno peggio dovrebbe essere il futuro.

INDICE BKX 8/10/2008


A conferma della mia visione di lungo non positiva l'indice dei bancari ha rotto l'ultimo minimo, mostrando che l'ultimo rialzo era una configurazione tipicamente correttiva e promettendo almeno un nuovo minimo assoluto!
Ed in particolare, visto questo grafico inviterei a diffidare di eventualy piccoli rally che possano essere innescati dalle più disparate notizie (gira voce di un imminente taglio a sorpresa da parte della FED), saranno ottimi per trades veloci, ma non mi aspetterei nè rischierei di più.

Nasdaq di medio 8/10/08

Oggi guardavo i grafici, come al solito, purtroppo mi sono sorti alcuni dubbi sull'idea che onda 3 di C sia lì, lì per terminare, se il conteggio giusto è quello quì riportato avremo vari rimbalzi lungo la discesa ma il target è ancora lontano.
Tale conteggio spiegherebbe abbastanza bene perchè determinati rimbalzi delle ultime settimane hanno avuto dei target inferiori alle mie aspettative.
Per mettere in crisi questo conteggio sarebbe necessario un rimbalzo molto consistente, partendo dagli ipotetici 1310 direi almeno fino a 1550, invece un rimbalzo fino a 1420 sarebbe normale.

Nasdaq 8-10-08

L'andamento della giornata è andato più o meno come previsto al termine dell'onda (iv) è iniziata l'ipotetica v, che ad occhio sembra articolarsi come in figura con target minimo 1310.
In caso di errore nel conteggio sopra 1370 sarebbe probabile un ulteriore rimbalzo con target 1420/50.

Dopo il raggiungimento dei 1310 (cercherei di seguire il movimento in giornata per conferma del termine di onda (v)) dovremmo avere un rimbalzo verso almeno 1420.
Altri target sarebbero 1450 1480 1550.
La situazione generale è invariata praticamente abbiamo un ipervenduto mostruoso, un accumulo che come minimo prometterebbe un buon rimbalzo ed altri segnali/divergenze concordanti con questa idea, tuttavia come abbiamo visto il trend può perdurare nonostante tali segnali. Operativamente consiglierei di tradare la posizione, ovvero aprire ulteriori posizioni/mediare sul completamento di singole onde per poi chiuderle sui rimbalzi.
AMD in apertura si porta sul target indicato a 5.5 40% in due giorni!!!!
UBS invece, come sospettavo, non ha tenuto, il grafico si presenta simile all'indice dei bancari, promette quindi nuovi minimi

martedì 7 ottobre 2008

Nasdaq & C. 7-10-08

Oggi voglio essere molto breve, si è avuta la discesa prevista anzi è andata abbastanza oltre le mie aspettative.
In base a quanto riesco a contare mancherebbe un minimo con target ideale 1320 (ma qualunque minimo al di sotto di quello odierno andrebbe bene) prima di un rimbalzo consistente.

In relazione al raggiungimento dei 1320, a seconda di quale onda sia stata lì completata, i targets ideali sarebbero:
1468
1493
1569
Nell'ipotesi che mi sbagli e che a 1340 sia già partito il rimbalzo i targets ideali sarebbero
1480
1506
1581
Chiaramente se il rimbalzo è già partito la salita in corso sarebbe un'onda A or 1 di A per cui, tecnicamente, sarebbe opportuno calcolare il rintracciamento ed entrare con stop sui minimi, però data la situazione non so se applicherei lo stop, visto che cmq si dovrebbe ripartire da poco più sotto.
Dando un'occhiata al lungo periodo dovremmo essere alla fine di onda 3 o di una delle sue ultime sottoonde

Il TS50 raggiunge quota +8 lanciando un fortissimo segnale di acquisto e molti degli indicatori che seguo danno lo stesso segnale, come abbiamo visto oggi un "quasi" può fare un buon 8% di differenza.
In relazione agli sviluppi attesi è il caso di considerare la chiusura degli SHORT sul'euro e l'apertura di SHORT sul BUND.
Circa i titoli suggeriti
AMD minimo a 4.01 quasi perfetta direi che a questo prezzo è da tenere anche se andasse un po' più giù.
ALVR rompe il supporto indicato "poco sotto i 5" in apertura e precipita in zona 4
UBS raggiunge zona 20 come indicato vorrei vedere se tiene, in caso contrario c'è sempre 15 e poi un vecchio 13 che l'attende.

lunedì 6 ottobre 2008

Nasdaq 5/10/08

Giuste le attese per un rimbalzo venerdì, sbagliata la convinzione che i 1550 fossero solo la prima tappa e per la verità il movimento in questione è stato anche abbastanza scarso, come minimo l'indice avrebbe dovuto toccare i 1580.
Purtroppo, come spesso accade a movimento scarso corrisponde accelerazione nell'altro senso, ma procediamo con ordine.
Col movimento di venerdì le ipotesi ancora in piedi sono 2 ed entrambe propendono per un ulteriore ribasso, non aggiungo altro perchè i conteggi sui grafici parlano da soli.




Ora quello che manca dovrebbe essere onda v seguita da un rimbalzo, onda IV e infine onda V o in alternativa una sola onda, la V, per l'ipotesi 2. Di seguito dovremmo vedere un rimbalzo di una certa consistenza.
Il problema è che l'onda in corso mostra già due espansioni, in realtà non è così grave, parliamo di un grafico intraday e quindi la cosa potrebbe risolversi anche in giornata. Per chi avrà la possibilità di seguire potrà aversi anche un'occasione per un trade long al suo termine, posterò un avviso se ne avrò la possibilità.

In conclusione tocca aspettare ancora un po', ma forse non sarebbe sbagliato cominciare ad accumulare posizioni (sempre al termine di questa onda) magari metà da liquidare in giornata e metà da tenere. La situazione di accumulo promette ormai da giorni un buon rimbalzo ed anche il TS50 è ben impostato (quando supera i 4 contratti di solito il rimbalzo è imminente e consistente, per ora è ancora a 4)
Circa i titoli suggeriti molto bene AMD e UBS, molto male Citigroup, non trovate stano che la notizia della messa in forse dell'acquisizione di Wachovia abbia causato una reazione così negativa? La verità è che coloro che possono permettersi di fare le acquisizioni oggi saranno i vincenti domani, qualunque cosa si dica in questo periodo ogni crisi ha la sua fine.
Tornando a noi, la notizia su C avrebbe dovuto far soprassedere all'acquisto, AMD e UBS ha rimbalzato seguendo invece il mercato e successivamente ripiegato ma mostrando una certa forza in proporzione.
Per AMD mi aspettterei cmq un nuovo minimo anche se non di molto, quindi sempre in zona 4.
Per UBS avendo il mercato usa ripiegato dopo la chiusura di quello svizzero, non saprei, forse un ripiego in zona 20 con il tentativo di chiudere il gap è l'ipotesi più probabile.
Sto infine tenendo d'occhio sempre ALVR che potrebbe trovare il fondo poco sotto i 5, ma per ora attendo.
L'euro/dollaro ha raggiunto zona 1.36 come preventivato, direi che c'è ancora un po' di spazio anche se non molto, ma attenzione che spesso a rimbalzo sull'azionario corrisponde rimbalzo sull'euro.
Il bund raggiungerà sicuramente oggi il target di 116.9 e forse anche qualcosa in più, ma vale la stessa osservazione fatta sull'Euro.

venerdì 3 ottobre 2008

Nasdaq 3/10 II

In relazione al rialzo in corso direi che per il livello già raggiunto l'onda ribassista sia terminata come da conteggio e proprio con lo sp in failure.
Come illustrato qui http://borsaronero.blogspot.com/2008/09/nasdaq-1-10-08.html le ipotesi per il proseguimento sono varie.
Si potrebbe dedurre quella correttta dalla quota che raggiungerà il rimbalzo in corso, per non farla troppo lunga i livelli da tenere d'occhio sono:
1600
1630
1675/1730
Per il bund tenere d'occhio 114 come primo target su cui si potrebbe rimbalzare

Varie 3/10

Stante la possibilità di un rimbalzo a breve ho guardato qualche azione, in particolare cercavo qualche bancario, ma praticamente ho notato che quelli interessanti sono lontani dai minimi e come possiamo vedere dal grafico l'indice dei bancari ha tutt'altra faccia rispetto al resto.

Per citarli considererei C che dovrebbe raggiungere i 28 e Ubsn i 25 CHF
Forse il rialzo sui bancari è troppo scontato, valuterei quindi di nuovo AMD in zona 4 per primo target 4.9/5 poi 5.25/5.5

Nasdaq & C. 3/10/2008

Come da ipotesi ribassista alla rottura del minimo di ieri abbiamo avuto un'accelerazione al ribasso.
Il target ideale di questo movimento dovrebbe essere 1468, chiaramente non si può pretendere precisione in tali frangenti, e l'aver rinnovato il minimo di lunedì potrebbe già essere sufficiente. Personalmente ritengo che manchi ancora qualcosa, anche perchè sullo sp500 un ulteriore minimo non è stato ancora fatto, ma per così poco potremmo anche avere un'onda in failure.
I movimenti avvengono principalmente sulle notizie e la volatilità è alle stelle quindi può succedere di tutto all'improvviso, non è da escludere che la giornata pesante sia stata "creata" apposta per convincere i riottosi congressisti a votare il famigerato piano, allo stesso scopo potremmo averne un'altra domani.
Comincio a notare anche alcune divergenze per non parlare dei livelli di accumulo (leggete quì per alcune precisazioni sull'accumulo http://borsaronero.blogspot.com/2008/05/nasdaq-225.html) che promettono un rimbalzo di almeno qualche giorno, la situazione è di preallarme per cui operativamente chiuderei gli short completamente su un altro minimo e comunque li alleggerirei ancora.
L'euro come avvertito ieri è andato sotto 1.38 al momento la mia stima è per il raggiungimento di 1.36.
Anche il bund si comporta come previsto, potrebbe raggiungere i 116.9 come già detto, ma se non riuscisse nemmeno a superare i 116.13 sarebbe un altro buon segno per l'azionario.
Posto il grafico col mio conteggio della giornata sul Nasdaq che darebbe per tarminata la sequenza, ma una sottoonda può sempre sfuggire o l'ultima espandere.

giovedì 2 ottobre 2008

Nasdaq 2/10/08

Come previsto la giornata è stata principalmente al ribasso, che però si è fermato a 1547 anzichè 1540, tuttavia il successivo sviluppo non ha sciolto i dubbi.
Restano in piedi varie ipotesi rialziste e ribassiste.
Innanzitutto la prima, il successsivo sviluppo va inquadrato come onda 2 di V verso il nuovo minimo a 1468

poi la seconda che vede il minimo di oggi come onda a di 2 il successivo sviluppo come onda b e quindi mancherebbe onda c di 2 che dovrebbe collocarsi in zona 1525/40 piena

Infine l'ultima ipotesi che vede onda 2 completata sul minimo di oggi e delle espansioni in formazione per il rialzo che verrà.

Operativamente:
Short al di sotto del minimo odierno con alleggerimento nella zona 1525/40 perchè il ribasso potrebbe terminare quì
Long al di sopra dei 1600 con target da calcolare in seguito.
La volatilità è molto alta per cui i movimenti potrebbero concretizzarsi in pochi secondi.
Stanotte è previsto il voto del senato al famoso piano, mentre il voto del congresso avverà entro venerdì.

mercoledì 1 ottobre 2008

Nasdaq 1-10-08

Il rimbalzo, per fortuna è stato immediato, il che consente di risparmiare parecchi punti di ribasso anche nell'ipotesi peggiore.
Oggi si è registrato un po' di scarico, ma ancora una volta in quantità irrilevante.
In ogni caso direi che la tendenza principale è ancora ribassista.
Passo in rassegna svariate ipotesi.
Innanzitutto quella ottimistica che vedrebbe un ulteriore minimo come la fine del ribasso con target ideale a 1460 circa.

poi altre 2 con una leggera differenza, ma entrambe vedono la fine del ribasso di là da venire, la prima verrebbe messa in crisi solo con una salita superiore ai 1630

la seconda solo sopra 1650

Infine, sempre per completezza, qualora avessi sbagliato tutto, il minimo fosse già stato fatto e la salita di oggi fosse l'onda 1 del rialzo, salvo ulteriori allunghi, dovremmo avere un rintracciamento a formare onda 2 tra 1525 e 1540.

In conclusione dovremmo avere comunque un ribasso che sia prosecuzione o rintracciamento, chiaramente in caso di allungo i livelli andrebbero rivisti.
Una piccola nota, il famigerato piano non sarà rivotato prima di giovedì causa intercorrenti feste ebraiche.
Il Bund si comporta come previsto, anche se sarei propenso al raggiungimento dei 116.9 prima di scendere.
L'euro ha rotto il livello dello stop e a giudicare dal comportamento degli ultimi giorni sembra diretto verso nuovi minimi al di sotto di 1.38