Translate

Cerca nel blog

mercoledì 17 dicembre 2014

Sp500 € 18-12-14

Lo sp non ha segnato un nuovo minimo, probabilmente fatto in failure ieri sera, ma per il resto la situazione si è evoluta come da attese, ovvero con un rialzo. Ora il problema è scoprire se: è terminata l'ultima IV della 5 di M3 e dobbiamo segnare il top a 2089/2100 prima di correggere a 1780

oppure

è in corso la discesa verso 1780 (M4) e allora si tratta solo di un rimbalzo verso 2036/45 (tenete presente che il future marzo, di cui posto il grafico, quota 7 punti in meno)

Vedasi l'ultimo grafico di lungo periodo per i riferimenti

Per ora la partenza sembra regolarissima, ma si adatta a entrambe le ipotesi

L'EURUSD è sceso più degli 1.238 indicati.

Da questi due strumenti potremmo ricavare qualche indizio circa l'evoluzione successiva, un'eventuale discesa dell'EURUSD sotto 1.225 favorirebbe il rialzo di SP su nuovo massimo.

Lo stesso dicasi per sp se superasse 2050

Non ci sono variazioni per Bund e ORO.

Per il fib mi aspetto comunque il rimbalzo a 19200 e scadenze intorno a 19000, al momento dubito possa fare di più anche se sp fosse nell'ipotesi migliore, troppi fattori in ballo in Europa.

P.s. da domani sarò in ferie, scriverò solo se ci sarà qualcosa di molto rilevante.

17-12-14

E quando tutto sembrava a posto ecco che ti fanno lo scherzetto.

Ricapitoliamo, lo sp500 fa la solita mattinata positiva, crolla all'apertura, segna il nuovo minimo preventivato intorno a 1970 e parte in rally, malauguratamente, cede tutto il terreno guadagnato in chiusura. Non posso interpretare il rally che come un onda b di uno zig zag non ancora concluso, per cui c'è da aspettarsi un altro minimo 1955? e un nuovo rimbalzo con target 2030

Il Fib ancora una volta anticipatore mi è sembrato dotato di un maggior entusiasmo, ritengo possibile che corregga un po' all'apertura, ma che non segni un nuovo minimo, dovrebbe inoltre proseguire verso i 19200/600

L'€ si è comportato invece perfettamente come da attese, è arrivato un po' oltre i 1.255 e poi ha ripiegato, tornando sotto 1.25 sia pur temporaneamente, ma questo ritorno mi suggerisce che il primo movimento sia terminato e che debba correggere fino 1.238

Il bund potrebbe/dovrebbe correggere fino a 154, ma resta in trend rialzista.

Oro e argento hanno in corso la correzione attesa.

Il Russell ha chiuso quasi invariato mostrando una certa forza e suggerendo una conferma per il nuovo rimbalzo atteso, mentre € oro e argento finiscono la loro correzione, nel contempo mostrando, per ora questi ultimi, di voler solo correggere, il suggerimento prosegue aumentando la probabilità che il rimbalzo sarà solo un rimbalzo e che sarebbe in corso la prima parte della discesa verso 1780

martedì 16 dicembre 2014

16-12-14

Nonostante le illusioni del premercato, nella sessione regolare si è sceso come da attese, toccando 1981.5, ne è seguito un tentativo di rimbalzoche, dopo l'entusiasmo iniziale si è spento in una laterale senza fine.

A occhio potrebbe essere in debito di un altro minimo, sempre entro i 1970, prima di rimbalzare seriamente verso i 2040

tutto il resto dovrebbe regolarsi di conseguenza, FIb oro Bund e EUR

domenica 14 dicembre 2014

Sp500 Gold EUR 15-12-14

Cominciamo dallo SP500, alla chiusura di venerdì ha raggiunto e anche un po' superato il target ideale di onda 4, avevo previsto che la discesa si fermasse un po' prima, ma così non è stato.

Riguardiamo quindi la situazione di lungo periodo,

il dubbio al momento è se : - completeremo onda 4 di M3 e quindi ultimeremo M3 con un target 2089/2101 per poi formare M4 con target 1780 (da rivedere a secodna degli sviluppi)

- abbiamo già completato M3 a 2078 e siamo solo nella prima parte di M4

Per il brevissimo la chiusura sui minimi di venerdì fa supporre che ci sia ancora un po' di strada in giù da fare, potremmo completare questo movimento intorno a 1970/80 di lì dovrebbe partire una risalita. Questo livello non porta ad escludere i 2089, per cui anche qui solo ipotesi. Dal top si vedono chiaramente 3 onde (abc=w) con successivo rimbalzo, che fin dal primo momento ho identificato come x, di qui 2060 circa, dovrebbe essere partita la y che, come ormai sappiamo può essere di 3 o 5 e quindi possiamo solo aspettarne l'evoluzione. Terminata la Y dovrebbe partire una risalita e dobbiamo ricondurci alle due ipotesi di cui sopra: nuovo massimo e top M3 a 2089/2101 oppure limitato a 2040/60 per poi continuare la discesa di M4.

Operativamente c'è in prospettiva un rimbalzo di 70 punti che si dovrebbe poter cogliere. Se ci fosse un ritorno sopra 2020 la y dovrebbe essere terminata

Il Russell non è di aiuto, avendo in atto la medesima configurazione, ha rotto l'ultimo supporto, come lo sp ha rotto i 2020 e potrebbe arrivare fino a 1140 configurando ancora la 4 interna

Curioso che un qualcosa di simile lo si veda anche sul DAx, il quale ha segnato un massimo storico, ma sembra in 3 onde, per cui anch'esso sarebbe mancante di una altro massimo, tuttavia la sua correzione (ipotetica 4) comincia a risultare profonda, ma fino a 9450 (top della 1) potrebbe ancora esserlo.

Dall'EURUSD mi sarei aspettato di più, soprattutto vista la negatività sull'azionario di venerdì, interpreterei la cosa come un segno di debolezza, per cui sarei prudente, in ogni caso anche se, contro tutte le attese il movimento in corso fosse una abc, DEVE superare 1.25 e il target ideale per una C sarebbe 1.26, aggiungendo questo elemento di debolezza, lo ridurrei a 1.255, da farsi in contemporanea ai 1980 dello sp500.

L'oro e l'argento sono stazionari questa settimana, ma la loro configurazione è sempre rialzista, possibile una qualche correzione in laterale per i prossimi giorni.

Il petrolio mi da' l'idea di non aver terminato il suo crollo, è possibile un rimbalzo anche fino a 64, ma non credi si fermi prima dei 50$.

Conseguentemente Eni e Saipem non sono ancora da toccare, Saipem potrebbe anche rimbalzare fino a 11, ma tratterebbesi sempre di rimbalzo e cmq attenzione a voler prendere il coltello che cade.

Per il mercato italiano, ho visto relativamente forti ISP e MS che potrebbero risultare interessanti in caso di rimbalzo.

Volevo sottolineare la previsione su FCA che è stata perfetta e io certo non sapevo quando avrebbero emesso il bond che ne ha causato la discesa.

Un altro titolo che è rimasto forte per tutta la discesa è Intel, la sua correzione, molto limitata rientra perfettamente nel movimento rialzista, con prossimo e forse ultimo target , per ora, a 38.8/39

P.s. Del FIB nemmeno ne parlo, quando s'è messa a scendere anche l'America è venuta meno ogni speranza, c'è solo da notare che se lo sp500 ha perso un 4% il nostro ha perso l'8%, come al solito non è il miglior strumento da tradare. Resta solo un valdio indicatore sui mercati in generale quando mostra forza o debolezza anomala rispetto agli altri.

venerdì 12 dicembre 2014

La chiusura del fib è stata negativa, nonostante uno sp500 in gran spolvero e questo normalmente non è un buon segno, ma visti i progressi del pomeriggio pensavo di dovergli dare fiducia, invece in serata si son rimangiati tutto il rimbalzo, con questi movimenti anomali ci stanno rendendo la vita difficile. Cmq analizziamo la situazione, fino a ieri abbiamo 3 onde discendenti, oggi ha fatto un rimbalzo secco tipico di una x, probabile che voglia testare il target 2010 in 3 onde di cui la prima fatta in chiusura (a), possibile un nuovo rimbalzo fino 2044 e poi di nuovo giù prima di risalire. Ma tutti questi movimenti hanno lo scopo di intrappolare per cui restiamo con l'idea di ieri, LONG con stop 1995, il punto di ingresso sta a ognuno si potrà essere più bravi o più fortunati, cmq la situazione presenta tante possibili ipotesi, per come si è messo non si sarebbe sicuri neanche sopra 2056 si può solo tentare. Per es. la ipotetica x potrebbe essere una 2 di espansione al ribasso e così un gap down domani, non chiuso in giornata, sarebbe proprio un brutto segno.

A favore c'è che il Russell non ha segnato un nuovo minimo. E, da non trascurare, che non trovo un rialzista per la sessione di domani neanche a pagarlo :D Contro che le divergenze positive sono state scaricate col rimbalzo e la candela del giorno, la stessa quasi dappertutto è piuttosto negativa. EURUSD sembra pronto per un nuovo allungo almeno fino 1.26 e questo fa propendere per un ulteriore discesa sull'azionario.

Per chi mi chiede di Saipem ed ENI, nonostante l'ipervenduto questo grafico mi dice semplicemente ancora no, e il conteggio dice anche che potrebbe andare a 25/30$

giovedì 11 dicembre 2014

Aggiornamento 11-12-14

A proposito del fib ieri scrivevo "in questa situazione non c'è un buon trade da fare, anche se fosse tutto giusto si potrebbe ancora scendere fino a 19100, prima di risalire e non c'è un livello accettabile di stop" Sembra che mi abbiano colto in parola e considerata la chisuura americana non c'è da attendersi una buona apertura domani, i 19100 sono a portata e vedo che i 19000 sarebbero un buon supporto.

Nel contempo, noto ancora una volta che se elenco 2 ipotesi e dico che una non mi convince è sicuro al 90% che si verifica quella che non mi convinceva. Così pare che lo sviluppo su sp500 sia il seguente

Il prosieguo puo' avere 2 sviluppi con target 2020 o 2010 circa a seconda dei casi per l'ipotesi dell'ultima 4 (minor) che stiamo seguendo, affondi oltre i 2000 implicherebbero che è appena iniziata una prima onda di una 4 sì ma di grado superiore, affronterò tale ipotesi se si verificherà il caso.

Operativamente si può tentare il long con stop 1995 tanto per un po' di margine

Tutte le ipotesi ci dicono che la discesa non è finita, ma che nel miglior caso può mancare poco

Il Russell che di solito anticipa, potrebbe darci un buon suggerimento se non violasse l'ultimo minimo, mentre lo sp completa il suo movimento

Le stesse divergenze sono presenti su tutti gli indici USA

DA EURUSD mi aspetterei in mattinata un allungo fino a 1.25/251 poi potrebbe anche ripiegare, su allunghi maggiori, dovrei valutare quanto sarà sceso lo sp500 perchè EURUSD sembra già in espansione, mentre sp non dovrebbe fare moltissima strada ancora...sempre se è tutto giusto

martedì 9 dicembre 2014

Aggiornamento 10-12-14

Partiamo col Fib, in una prima parte della mattinata tiene all'incirca i livelli indicati e guadagna anche terreno, ma intorno a mezzogiorno sembrano tutti essersi all'improvviso ricordati che la Cina ha fatto -5%, i future USA che tenevano svogliatamente aumentano la negatività e la Grecia segna un -10%

Francamente io sfido chiunque a contare una roba del genere, ecco perchè preferisco evitare il fib quando non è chiarissimo, han fatto il loro lavoro e l'han fatto anche troppo bene. A tutt'ora la mia impressione è che tutta la discesa sia correttiva e manchino ancora i 20400, ma in questa situazione non c'è un buon trade da fare, anche se fosse tutto giusto si potrebbe ancora scendere fino a 19100, prima di risalire e non c'è un livelo accettabile di stop, si potrebbe giusto tentare un intraday su eventuale forza del mercato, sempre che non sia un'ennesima volta in cui Europa e USA viaggiano separatamente.

Lo sp500 ha allungato al ribasso appena ha mollato i 2050, non è arrivato sul limite dei 2020, ma su un più consono 2030, ancora una volta segno di forza non avendo raggiunto il target. Mi sembra anche giusto che dopo che le precedenti sono state tutte microcorrezioni, ce ne sia una più normale. Il movimento cmq avvalora ancora di più l'idea che si tratti dell'ultima 4 e mi indica il range per il target finale tra 2089 e 2102.

Mi sembra inoltre di vedere completate 5 onde dal minimo di oggi quindi sono da formulare 2 ipotesi, si cui ritengo la prima preponderante: - la salita dal minimo è una I di 5, in tal caso la II avrebbe target 2044.

- la salita è una X potremmo vedere quindi un'ulteriore discesa preferibilmente in 3 onde fino ai 2020 indicati.

Direi cmq che il rialzo non è terminato.

Se lo SP500 ha avuto la forza di chiudere in pari, il Russell segna addirittura un +1.8% mostrandoci che gli acquisti c'erano su ogni settore, è quindi più probabile la ripresa del rialzo ed anceh qui avremmo terminato l'ultima 4 con un abc.

EURUSD, oro e argento, non appena s'è capito che aria tirava hanno spaccato al rialzo senza se e senza ma, soprattutto, non hanno lasciato sul terreno il gain acquisito, anzi, ne han conservato una gran parte, anche qui facendomi pensare che l'azionario è pronto a una nuova seria correzione dopo i target attesi.

Il bund in una giornata del genere non poteva non segnare nuovi massimi, facendo venir meno le illusioni ribassiste e dicendoci ancora una volta che bisogna aspettare, tanto il long a questi prezzi è escluso a prescindere.

aggiornamento 9-12

Oggi alcune cose sono andate come previsto ed altre no, vediamole insieme. Innanzitutto il Fib ha aperto maluccio, ma non tanto e ha poi allungato fino a 20150 per poi ripiegare. Secondo em, ha solo completato l'onda precedente, per cui domani potremmo vedere la b in zona 19700, come dicevo nei commenti, già un 19600 non mi piacerebbe, ma lo stop tecnico sarebbe a 19400, il target ideale resta a 20400.

L'America ha oggi ripiegato chiudendo in negativo e ciò dovrebbe favorire le aspettative sul Fib, ma per quanto riguarda lo SP500, sembra che abbia segnato semplicemente l'ennesimo higer low (minimo superiore) nel trend rialzista, segnando, tra l'altro l'ultima 4 del conteggio interno che sto seguendo, la correzione potrebbe spingersi addirittura fino a 2020, ma in realtà credo sia finita qui, solo il break di 2050 farebbe pensare a una correzione più profonda.

Niente di nuovo sul Russell che dovrebbe avere in corso l'estensione dell'ultima onda

EURUSD ha segnato un minimo a 1.2248, praticamente gli 1.225 previsti e rimbalzato con una certa forza, l'ultimo movimento, sembra inoltre una ending diagonal, se segnasse un altro minimo davvero sarei sorpreso.

Il bund è risalito molto più dell'atteso, ma nulla cambia, per quanto lo riguarda, i livelli sono sempre massimo e minimo per la direzione.

Salvo un leggero progresso non ci sono novità per oro e argento.

domenica 7 dicembre 2014

sp russell fib 8/12/14

L'America continua il suo rialzo a piccoli passi, abbiamo sempre come target i 2089 di sp500 e i nuovi massimi per il russell, quest'ultimo sebbene dovrebbe trovarsi nella sua ultima onda da' tutta l'idea che la stia espandendo, più che giusto, sarebbe difficile raggiungere il massimo in caso contrario.

Sulla stessa scia il Dax ha la faccia tosta di segnare nuovi massimi, nonostante i dati tedeschi non siano un gran che.

Il fib si trova, invece in una situazione molto particolare, innanzitutto durante tutto questo rialzo si può dire che sia mancata la "mano primaria" e sia stato alimentato solo dai piccoli, quando giovedì dopo Draghi è stato mancato il prospettato target 20350, sembrava che ormai il rialzo fosse terminato, invece venerdì si ribalta tutto con un indiscutibile segno di forza, poi, guarda gaso durante il week end subiamo il downgrade di S&P. A me sembra un film già visto. Volevo postare sul grafico varie alternative possibili, ma mi sono reso conto che era inutile, contano ormai solo gli ultimi livelli segnati 20100 e 19400, sopra si sale e sotto si scende, ma come diccevo, gli ultimi sviluppi mi sembrano un film già visto, andandocene per intuizione più che per analisi, dovrebbe mancare un onda di rialzo composta da abc, a forse è già terminata e lunedì, causa downgrade, potremmo aprire bassi (l'ideale sarebbe intorno a 19700) a formare la b, di qui dovrebbe partire la c per target minimo 20400. Potremmo così anche salvare lo short aperto a 19800/50

Anche il bund si è comportato in modo anomalo, al momento di formare la 4 dell'onda corrente si è invece indebolito, invadendo il livello della 1 e facendo venir meno questa ipotesi, restano quindi:

- estensione in corso, la discesa dovrebbe fermarsi intorno a 152.5 e riprendere il rialzo. oppure - potremmo aver visto finalmente il massimo, al peggio temporaneamente, che dovrebbe dar luogo ad una seria correzione (3/4 figure), conferma sotto 151.6

L'EURUSD ha segnato un ulteriore minimo venerdì su dei dati americani migliori del previsto, ciò implica un possibile allungo fino a 1.225.

In conseguenza, anche l'oro corregge e fino a 1170 sarebbe normale, al di sopra di 1220 avremmo la conferma definitiva del rialzo e quindi anche il dollaro dovrebbe correggere.

L'argento è stato discretamente preciso nel raggiungimento del target finale previsto. Oramai dovrebbe essere al rialzo anche lui, possibile correzione fino a 15.3$

Il petrolio non ha ancora terminato la sua discesa, dovrebbe almeno raggiungere i 60$, tuttavia non sono troppo convinto del conteggio, nel senso che potrebbe fare anche peggio.

Infatti Saipem ENI e Tenaris, promettono ulteriore discesa, mi sa che i 9 a Saipem non basteranno

FCA coi sui 11.2 circa a mio avviso potrebbe aver terminato la corsa.Sento troppo spesso chiamare i 12 ultimamente quindi non ci credo.

Col ribaltone di venerdì quasi tutti i bancari han dato un buon segnale.

ISP sembra addirittura promettere nuovi massimi.

per UC avrei un target a 6.15, ma vedremo se mostrerà una maggior forza.

ML non è stata molto forte durante tutto il rialzo, complice anche lo stacco di 0.15 di acconto dividendo, però con questa configurazione sembra promettere un allungo, si potrebbe entrare a 5.35 per target 5.8/9

BP è proprio in trend ribassista di lungo, ma anche lui ha dato un segno di forza si potrebbe entrare a 10.75 per target 12, cioè il lato superiore del canale ribassista.

UnipolSai, che ha in corpo un dividendo di 018 (quasi il 9%) partita sparata, si è poi fermata sotto la mm200, ma non ha mai ceduto più di tanto, la cedola si sa è molto amata dagli italiani, se gli altri titoli promettono un allungo, questo titolo ne ha sicuramente tutti i presupposti, se oltrepassasse la resistenza a 2.42 ci vedrei bene un doppio max a 2.75

giovedì 4 dicembre 2014

5/12/14

L'America stasera ha decretato che se non si fa il QE è peggio per noi lei non è interessata più di tanto.

Gli indici USA restano sui massimi in direzione dei target attesi.

Il fib, presumendo come da programma che abbia fatto la sua prima onda ribassista verso i 16500 potrebbe rimbalzare a 19800/50 dove si potrebbe tentare uno short con stop 20100.

L'EurUSd dovrebbe aver terminato la sua discesa a 1.228 e quindi essere nel primo movimento di rialzo, già domani dovrebbe superare i 1.246

In questo contesto oro e argento se non partono sparati li vedo bene nel muoversi con piccoli progressi continuando ad accumulare.

Il bund alla fine chiude invariato, ha violato i 152.08 facendo saltare il conteggio più semplice, ora abbiamo 150.9 e 153 (fut dicembre) i livelli che decreteranno rialzo o ribasso, nel mezzo può succedere di tutto.

Non c'è modo di essere preparati alla giornata di giovedì, a seconda delle virgole pronunciate da Draghi potremmo fare un +3% o -3% e non c'è analisi tecnica che tenga perchè παντα ρει (panta rei) ovvero il fato è mutevole e non predestinato. Fino alle 14.30 atteniamoci cmq a quello che sappiamo, sul minimo di ieri dovrebbe essere partita onda 5, in relazione agli ultimi sviluppi il suo target ideale è mutato in 20350, ora stante l'evento atteso si può scegliere se liquidare a target o alzare man mano lo stop. In corso di giornata lo abbiamo alzato a 19750 ovvero sul punto di ingresso indicato tempo fa, al massimo si può essere entrati meglio, per cui cominciamo a garantirci di non rimetterci. Avrei voluto alzarlo ancora, ma a partire da 20750 lo sviluppo delle onde è un po' incerto, a seconda delle interpretazioni, abbiamo più livelli significativi tra 19880 e 19920. Se il conto illustrato è giusto nessuno di essi dovrebbe essere violato. In particolare del grafico la iv gialla mi pare scesa un po' troppo, il che potrebbe rivelarsi un'ulteriore estensione per target superiori o un indebolimento della salita, spero di capire meglio in giornata.

Ricordo altri due elementi indicati da tempo il target di rialzo per lo sp500 a 2089.

Secondo il conteggio portato avanti mancherebbero due massimi, potremmo avere uno sviluppo del tipo 2087/correzione/2089, oppure un'estensione per l'ultima parte o per entrambe, come un tocco a 2089 sulla notizia e poi discesa, ritengo necessario superare la sessione per poter dirimere la matassa.

Sul Russell dovrebbe mancare una sola onda, ma ricordo che questa dovrebbe cmq superare il top precedente, si è inoltre formato un supporto bene evidente intorno a 1154, due elementi preziosi per cogliere un eventuale rivolgimento di mercato.

Ci sono poi alcuni elementi che contribuiscono alla confusione, abbiamo oro e argento in salita contemporaneamente al $, il bund che era ancora ripartito a razzo alcune settimane fa, sembra aver realizzato che anche il varo di un QE sui titoli di stato non sarebbe molto vantaggioso, così ha corretto di una figura negli ultimi giorni e oggi ha toccato 152.1 molto vicino al 152.08 che avrebbe fatto saltare l'ipotesi principale (vedi precedenti analisi).

EURUSD che sembrava aver terminato la discesa, qualche giorno fa, sui rumor del QE ci ha presentato in breve nuovi minimi, superando 1.233, potrebbe cmq ultimare il suo conto a 1.228, indicato più addietro nel tempo.

lunedì 1 dicembre 2014

Fib russell gold bund 2-12-14

Oggi ci sono stati parecchi movimenti interessanti, cominciamo dal Fib, ha leggermente oltrepassato il livello indicato, segno tra l'altro di debolezza, che oltre i titoli petroliferi ha colpito i bancari.

Al momento tutto sommato lo schema è stato rispettato, ma data la brutta chiusura USA non mi sento di escludere un altro minimo, quindi fissiamo come stop 19525 a questo livello si invaderebbe l'ipotetica 1 e il conto salterebbe. Il target resta a 20370, ma tenete presente che sopra 20200 sarebbe cmq sufficiente.

L'America ha avuto, come dicevo una sessione negativa, lo sp ha dato luogo a una dovuta correzione e potrebbe anche allungare un po' diciamo fino a 2040, stessa situazione per il Russell che è arrivato quasi a target, ma ricordiamo che un massimo assoluto è ancora dovuto, quindi l'opinione attuale è che il rialzo continua.

L'oro ha avuto una sessione spettacolare, dopo un'aertura negativa, causa referendum svizzero, è stato capace di superare addirittura il più recente massimo con un excursus intraday dell'8%. Tutto ciò dovrebbe confermare l'inversione al rialzo dell'oro con target minimo 1380 e ideale 1600

L'EURUSD nel contempo ha tenuto i minimi e ogni tanto fa capolino sopra 1.25, ma la vera resistenza è 1.261

Infine il bund, dopo un inizio usuale, nel pomeriggio ha iniziato una discesa che ha preso una certa consistenza, vale la pena di considerare le 3 ipotesi in corso (n.b. il grafico ha oggetto il future scadenza 8 dic)

- verde, quella più normale, la discesa sarebbe una 4 che però promette termine della salita a 153.3 circa

- rossa si sta solo formando un'estensione e la discesa dovrebbe arrestarsi intorno a 151.7 per poi andare su nuovi massimi

- azzurra se si dovesse rompere, anche intraday, quota 152.08 avremmo invasione della 1 e verrebbe meno l'ipotesi verde, rimarrebbero in campo la rossa e l'azzurra che confermerebbe il ribasso solo sotto 150.8

N.b. a breve avremo il roll over sulla scadenza marzo 2015 che quota circa 086 in più.