Translate

Cerca nel blog

domenica 28 febbraio 2016

Sp500 29-2-16

Sp500 venerdì si è comportato come da attese, gap up e successivo ritorno sui 1940, peccato aver mancato i 1980.

In base a quanto sviluppato, il conteggio più semplice, in azzurro, vuole la discesa come una IV di c e relativo target finale intorno a 1970/75, questa ipotesi salta sotto 1938;

La seconda ipotesi più probabile, in verde, vuole la discesa come ii di un'espansione, avrebbe il pregio di una maggior proporzionalità tra la a e la c, questa ipotesi salta sotto 1920.

Il top dovrebbe realizzarsi entro martedì, perchè per i giorni successivi diventa più probabile lo sviluppo dalla chiusura del corrente T+1 o quindicinale;

Nonostante la brutta chiusura americana, gli indici europei sarebbero in piena C, il fib dovrebbe quindi rompere i 17600 e il DAx si trova in una situazione analoga.

E' da notare che gli altri indici americani, non hanno registrato una sessione così negativa, e che, inversamente l'EURUSD ha chiuso sui minimi di giornata.

Il petrolio ha visto proprio una brutta candela, responsabile probabilmente della performance dello sp500, ha evidentemente sentito il massimo precedente. E' difficile una ripresa immediata dopo tale candela, ma almeno un parziale recupero ci dovrebbe stare. Alla rottura del massimo abbiamo la prossima resistenza costituita dalla ribassista di lungo passante a 36$, dove potrebbe registrare un'altra pausa, stante, però, che la rottura dei 35 avrebbe il target del doppio minimo a 44 circa.

Anch'esso dovrebbe affrontare a breve, magari dopo i 36, la chiusura del T+1 in parallelo con l'azionario.

L'oro si è mantenuto forte anche nelle buone sessioni azionarie, avrei rivisto il conteggio come segue, quindi con l'aspettativa di un nuovo massimo tra un paio di settimane.

venerdì 26 febbraio 2016

Sp500 26/2/16

Oggi abbiamo constatato una discreta forza in Europa, nonostante l'ennesimo -6% della Cina, e il break dei 1943 in chiusura sullo sp500. Qui, salvo scherzi notturni asiatici, mi aspetterei un gap up domani e un'altrettanto ottima sessione europea con forse addirittura raggiungimento del primo target rialzista a 1980.

Ma devo far presente che il sentiment è molto positivo, quindi ci si deve aspettare qualche fregatura, forse, come ipotizzavo si potrebbero toccare i 1980 e poi tornare in zona 1940...sto proprio tentando di indovinare.

Il target ideale di una C al rialzo sarebbe cmq 2020.

mercoledì 24 febbraio 2016

Sp500 25-2-16

Oggi abbiamo avuto il proseguimento della correzione con sorpresa finale.

Il conteggio più semplice, illustrato in verde, vuole una 2 or B terminata sul suo target minimo a 1890 circa, come indicato in precedenza, e troverà conferma sopra 1943 con prossimo obbiettivo 1980.

Non lascia molti dubbi eppur ci sono, principalmente derivanti dal movimento dell'oro, che avrebbe dovuto almeno formare in contemporanea un doppio massimo e invece avrebbe terminato in failure di non poco, in alternativa potrebbe star formando un'espansione che verrebbe negata solo sotto 1193 e se l'oro espandesse l'azionario dovrebbe parallelamente riprendere la correzione secondo il conteggio rosso.

Cmq dal movimento odierno e in particolare dalla discesa si trae un'informazione importante essa è abbastanza chiaramente in 3 onde quindi il rialzo subito o, al limite fra qualche giorno, deve proseguire.

martedì 23 febbraio 2016

Sp500 23-2-16

Come si discuteva tra i commenti quella di oggi ha l'aria di essere stata la 5 che mancava al rialzo, conseguentemente le attese di rintraccio salgono a 1855/90. Tuttavia sia il petrolio, che ha tutta l'aria di aver rotto al rialzo in direzione dei 40$, sia proprio il nostro mib, che ha corretto in anticipo vicino ai 16500 preventivati (realizzato 16685), mi fanno pensare che si possa proseguire senza scendere o al massimo tendendo alla parte alta del range, quindi 1890 piuttosto che 1855.

La zona target al momento resta 18/19000 e 1980.

Oro ed EURUSD giustamente scendevano, ma trovo curioso che oggi i petroliferi salissero poco, in media un 4/5% e la discesa dell'oro non abbia impedito a molti titoli collegati di guadagnare ugualmente o almeno di non perdere, magari in futuro ne coglieremo il significato.

domenica 21 febbraio 2016

Sp500 22-2-16

Cominciamo con un riassunto del conteggio di lungo termine. Resta irrisolto il problema se sia iniziato il ribasso o se ci troviamo ancora in una correzione, la mia opinione è a favore di questa seconda ipotesi, ma a prescindere, vi mostro quelli che dovrebbero essere tutti i conteggi possibili.

Innanzitutto il ribassista in quanto unico. In questa ipotesi avremmo segnato una Primary 5 in failure non solo rispetto al massimo assoluto, ma anche rispetto alla sua 3, di seguito risulta facile contare 5 onde ribassiste e relativa correzione in corso che avrebbe target ideale a 1980. Nel breve dovremmo aver completato la a di 2 a 1933 e sarebbe in corso la b con target 1880/1853.

Il conteggio rialzista si divide in varie ipotesi:

- in verdeazzurro - Sul minimo si sarebbe completata la Primary 4, è quindi iniziato il rialzo verso nuovi massimi.Ipotesi rafforzata dal triplo minimo in zona 1810

- in viola - poichè la C(y) può essere anche di 5 onde manca ancora un minimo per completare la P4 e i 1935 raggiunti sono sufficienti per l'ultima IV si potrebbe scendere direttamente sui 1730/50 come target finale.

- in verdearancio - stessa idea, ma con movimento in 3 onde per la IV.

Mib non è molto diverso, ma sembra avere una maggior propensione ad un altro affondo, una volta terminato il rimbalzo.

L'oro dovrebbe articolarsi in maniera opposta agli indici azionari, quindi segnare un doppio max o il suo target a 1290, mentre gli altri correggono e poi ridiscendere, non importa quale variante troverà luogo.

EURUSD in pratica allineato all'oro dovrebbe anche lui andare su un doppio max o poco più su 1.145

Petrolio: la quota raggiunta questa settimana conferma che l'onda rossa, presumibilmente l'ultima, è terminata, quindi si cerca un conteggio rialzista con stop sul minimo.

giovedì 18 febbraio 2016

sp500 19-2-16

Lo sp500 ha limitato la correzione a 1911. LA cosa al momento mi induce a pensare che questo 1911 sia la 4 e che a 1933 sia terminata la 3. Da ciò dovremmo avere una 5 a 1943 e poi una discreta correzione. Come anticipato nei commenti sotto 1905 dovrebbe essere confermata la discesa.

Sp500 18-2-16

Oggi ancora continuazione del rialzo, a questo punto non saprei se il nuovo mensile è cominciato in anticipo di 3 giorni o se deve ancora concludersi probabilmente con la 2 di questa salita. (gradirei qualche opinione esperta :D)

Dal punto di vista elliottiano non è cambiato nulla, come ho scritto nei commenti l'ipotetica V di 1 ha espanso e saremmo ancora nella ii di V poichè non s'è vista una correzione sufficiente ad essere classificata come iv, anche il poco fatto prima della chiusura mi pare troppo poco.

EURUSD è andato un po' più giù degli 1.115 previsti, ma si mantiene in zona.

L'oro ha tenuto il minimo fatto ieri, nulla di nuovo.

Il petrolio allunga leggermente oltre il massimo di ieri III in corso?.

Il fib ha fatto e dovrebbe fare un ulteriore passo verso i 18000.

Nel pomeriggio BCE e discorso di Draghi.

mercoledì 17 febbraio 2016

Sp500 17-2-16

La correzione vista in giornata potrebbe essere una iv di I or A, in tal caso avremmo un target intorno a 1900 per chiudere l'onda e una II or B a 1840/45.

Nel frattempo l'EURUSD ha raggiunto e leggermente superato il target a 1.115 e l'oro i 1190 circa, se tutto va come su indicato, questi ultimi due dovrebbero recuperare quota velocemente. Ipoteticamente verso 1.148 e 1300

domenica 14 febbraio 2016

Sp500 15-2-16

Lunedì è president's day, mercati USA chiusi e future a orario ridotto. La mia opinione più o meno su tutto è che il minimo per il momento sia stato fatto o manchi poco, e, in verità, mi sembra di notare troppo ottimismo.

Sul lungo termine non è ancora escluso che sia in corso una correzione P4 che idealmente avrebbe target 1730, la via ribassista sarebbe segnata solo al di sotto dei 1700.

Il conteggio correttivo elliottiano ha tante di quelle variabili per cui non serve a molto ed in particolare l'ultima onda ha vari rientri nello spazio precedente quindi ending o varie espansioni?.

Ciclicamente mancano da 3 a 11 giorni per la chiusura del mensile, con target un triplo minimo intorno a 1800 o più giù a seconda del tempo impiegato.

Stante la festività di lunedì è possibile spingano i future fino 1880 (il superamento o meno di questo livello sarebbe importante), mi aspetterei poi una discesa anche con nuovo minimi fino a mercoledì/giovedì, giovedì ci sarà la BCE che ancora una volta potrebbe dare una spinta positiva.

Il Fib ha tenuto la zona 15800 e, vista la chiusura americana di venerdì, se dovesse guadagnare abbastanza spazio lunedì la vedo difficile che segni un nuovo minimo nei giorni successivi, tuttavia non è detto che la discesa sia finità, per ora mirerei a un target di rimbalzo 18000/19000.

Mi sembra poi, siano facili da scegliere i migliori titoli, guarderei a quelli che non han segnato giovedì un ulteriore affondo rispetto a lunedì scorso, per es. ISP.

Come previsto l'oro ha corretto nella sessione di rimbalzo dell'azionario, ma non abbastanza, mi aspetterei un ulteriore calo fino 1220/1200 per poi concludere questo primo movimento intorno ai 1300$

In una situazione simile i titoli auriferi come ABX

Molto simile anche l'EURUSD che potrebbe ancora scendere fino a 1.115 per poi concludere a 1.145

Il petrolio con il corposo rialzo di venerdì lascia aperte solo 2 alterative: - Poichè un'ulteriore minimo è stato fatto sia pur di pochi centesimi, la famosa 5 rossa potrebbe essere stata ultimata, di seguito riportata nel conteggio tra parentesi e a seguire in rosso.

oppure

- è possibile che il rialzo di venerdì sia solo una 4 interna (conteggio verde) che quindi abbisognerebbe di ulteriori 2 minimi.

La mia idea è che il ribasso sia concluso e così paiono confermare alcuni titoli petroliferi per es. Tenaris

ma anche altri titoli legati alle materie prime in generale come FCX che ha appena rotto una flag rialzista

UBI per chi me l'aveva chiesto, non è certo una prima scelta, ma ha recuperato non poco, avrei individuato un paio di conteggi che avrebbero target di rimbalzo a 4.15/4.5

venerdì 12 febbraio 2016

Sp 12-2-16

Come indicato ieri, oggi è stato fissato un minimo e poi è partito un rimbalzo, che ha terminato la sua a a 1830, b rintracciando quasi integralmente e c partita in chiusura di cui vedrei target a 1850/65. Nel contempo l'oro ha segnato un massimo a 1260 e dovrebbe rintracciare a 1200/20, così l'EURUSD che potrebbe andare a 1.115, infine mi han fatto notare anche che l'ultimo movimento è avvenuto in contemporanea al petrolio, che a sua volta dovrebbe avere in corso una iv dell'ultima 5 con target 28.5/29.

Terminati tutti questi movimenti, che dovrebbero avvenire in contemporanea, dovrebbe poi, chiudersi il ciclo mensile dal 17/2 in poi come minimo in zona 1800 o più giù.

giovedì 11 febbraio 2016

Sp11-2-16

Brutta chiusura per l'America, per domani mi aspetterei un'altra sessione negativa, c'è solo da sperare che tengano i supporti. L'oro che dovrebbe andare controtendenza mi sembra abbia completato una 4 interna e quindi dovrebbe proseguire. Il petrolio ha ceduto il supporto a 29 per cui torna possibile il target a 23. Devo tuttavia aggiungere un particolare, per la sessione di giovedì il sentiment è estremamente negativo, e considerando che finora non ha mai sbagliato, potremmo avere una sorpresa all'apertura o più coerentemente col resto, un bottom per poi risalire.

mercoledì 10 febbraio 2016

Sp500 10-2-16

Vista la chiusura americana, mi apre ci siano tutte le premesse per il rimbalzo su tutti i mercati, anche se 1865 non l'ha passato ancora.

Attenderei cmq questo trigger, ma penso possa essere una cosa veloce e violenta tipo un +10 dell'indice italiano, non so se l'america possa fare altrettanto, noi siamo sicuramente in una condizione particolare.

I target ideali teorici restano 1950 e il fib passa a 18500.

Ribadisco la probabile correzione dell'oro e forse dell'EUR nel meantime.

martedì 9 febbraio 2016

Sp500 9-2-16

Sembra che in chiusura ci sia stata l'inversione programmata, con un po' di ritardo. Tuttavia onde distinguere l'inversione dal solito recupero di fine giornata, sarebbe opportuno un ritorno sopra 1865.

Cmq gli internals sono a favore, se proprio non ci fossimo già, potrebbe mancare una o due sessioni.

Probabile che l'inversione sia accompagnata anche da un ribasso sull'oro e auriferi che han fatto faville.

sabato 6 febbraio 2016

Sp500 8-2-16

Venerdì era prevista una giornata di discesa e così è stato. Premetto che ho fatto un po' di confusione con le analisi cicliche e venerdì sullo SP500 era prevista la chiusura di un semimensile, per cui secondo quest'analisi ci sono le premesse per riprendere il rialzo, eventualmente completando la discesa lunedì stesso.

Per quanto riguarda Elliott lA salita da 1804 a 1940 si può leggere in 3 onde (in rosso) o può essere una leading (in verde), per entrambe queste ipotesi c'è un target ideale di correzione a 1856.

La sessione di venerdì ha segnato un doppio minimo a 1865 che potrebbe anche bastare, ma stante la volatilità mi aspetto che la mattinata in Europa non sia certo felice e, quindi, in contemporanea potremmo avere livelli più bassi sul future, raggiungendo appunto i 1856 o al limite anche i 1840.

Da lì dovrebbe partire una nuova onda al rialzo verso i 1950/2000 da farsi entro un paio di settimane.

Al di sotto di 1840 la possibilità si sposterebbero sull'ipotesi ribassista con target 1730/60.

In coerenza con questa idea anche il Fib dovrebbe segnare i suoi minimi, almeno temporaneamente, completando un'onda 5 di C or 3 sul medio periodo a 16900 circa, dovrebbe seguire un rimbalzo almeno a 19000.

Il petrolio ha tutto sommato tenuto e anche dovesse correggere finchè si mantiene sopra 29.25, l'idea che debba fare un altro minimo va messa da parte.

Vuoi perchè il dollaro si è indebolito o viceversa, oro argento rame e similia, nonchè i titoli del settore, segnano tutti dei progressi ed altrettanto ha fatto l'EURUSD che ha rotto al rialzo.

Da mesi avevo segnalato la possibilità che il conteggio fosse terminato e che la successiva fase laterale sarebbe potuta sfociare verso l'alto, al momento quindi il conteggio sembra chiaritosi come segue.

Questa settimana e venerdì in particolare son stati molto colpiti i tecnologici, mentre la discesa degli altri indici è stata più moderata, forse proprio grazie alle materie prime.

Avevo segnalato DDD e SSYS nonchè un possibile rallentamento della discesa di UC e BP. Il primo ha segnato circa un gain del 20%, il secondo qualcosina e per gli altri due era evidentemente troppo presto.

Ora se finalmente il Fib segna il suo arrivo per almeno un rimbalzo, dovrebbero beneficiarne tutti i bancari, i miei preferiti sono sempre ML e ISP, ma anche UC BP UBI e perfino quella schifezza di MPS che è ridiscesa, ma con volumi di tutt'altra consistenza.

Mi piace anche FNC che è vicina a un supporto importante.

Tra i grossi titoli USA che hanno ceduto venerdì merita uno sguardo AMZN che ha un supporto a 490/5 e il successivo a 440/50, mollato insieme al resto nonostante un'ottima trimestrale.

Titoli auriferi e petroliferi li ho già segnalati a suo tempo e tutti hanno performato ottimamente, in caso di rimbalzo degli altri settori potrebbero correggere un po', ma in teoria sarebbero da tenere in portafoglio, poi a ognuno la scelta se venderli epr poi eventualmente rientrare, ma voglio mostrarne uno per tutti, ABX che ha sicuramente in corso un'onda 3 e se le espansioni indicate possono non essere tutte corrette, ha senz'altro le premesse per essere mantenuto.

Mi hanno chiesto di FCX, come pensavo ha iniziato un bel recupero, superati i 5.5 ha fatto 2 test a 6 riappoggiandosi sul livello di cui sopra. Altro ingresso possibile sopra 6.05 prime resistenze a 8; 9 ; 10.2

altre materie prime che sembrano risvegliarsi l'acciaio e l'alluminio, segnalo quindi X; SID; AA; ACH.

Infine due tech che non hanno mollato, anzi segnano un leggero incremento IBM e MU.

venerdì 5 febbraio 2016

Sp500 5-2-16

La sessione di oggi è andata inizialmente come previsto, top in zona 1922 e ripiego a 1890, il seguito è un po' confuso, sembra una i seguita da un abcde, cmq finché si tiene quota 1890 lo si deve interpretare rialzisticamente.

Ciclicamente venerdì dovrebbe essere giornata correttiva e forse, anche l'Europa che non ha brillato, potrebbe segnare il suo minimo.

Petroliferi e materie prime varie sembrano già in corsa, magari sarà la giornata del minimo sui bancari specie italiani.

giovedì 4 febbraio 2016

Sp500 crude 4-2-16

Come scrivevo nei commenti, a mio avviso, il movimento degli ultimi 2 giorni costituisce un evidente abc, che avendo superato i 1890, fa cadere la seconda ipotesi, rialzista, vista ieri e l'appoggio a 1865 fa propendere i pronostici per la terza ovvero onda 2 dopo una leading diagonal, tuttavia la prima ipotesi semplicemente ribassista non è ancora esclusa, ma facciamo un riepilogo con i possibili sviluppi:

- ipotesi verde - si è verificata l'onda 2 di cui sopra, quindi a 1865 è partito un nuovo rialzo, ad occhio dovrebbero mancare ancora uno o due allunghi per completare la prima onda fino 1918/1925 dopo dovrebbe seguire una correzione fino 1890/80 per poi proseguire al rialzo;

- ipotesi viola - dopo il primo abc invece di una 1 segue una x, la correzione non è completa, dovrebbe seguire un altro abc con target 1856 circa, prima di ripartire al rialzo;

- ipotesi azzurra, la discesa principale è ancora in corso, il primo movimento in abc dimostra solo che si tratta di una correzione, probabilmente la P4 con target 1730/1760.

Nel contempo, come segnalava quicks, oggi è stata sessione di grossi cambiamenti, abbiamo visto l'eurusd rompere al rialzo, con tutte le materie prime al seguito, anche il petrolio ha tenuto la quota 29.25 segnando un minimo 29.4 ed avvalorando l'idea che il suo minimo possa essere già stato fatto.

L'Europa si è mostrata ancora debole fino alla chisura e sembra mancante di qualche affondo. Per domani non mi meraviglierebbe un'inizio di giornata in negativo per poi recuperare.

mercoledì 3 febbraio 2016

Sp500 crude 3-2-16

Lìafter hour di ieri non prometteva niente di buono, ma rientrava nelle possibilità e bisognava starci.

La sessione di oggi confermava che a 1939 si era chiuso qualcosa, ecco quindi le possibilità residue.

conteggio ribassista in rosso, a 1939 si è chiuso un doppio zig zag e siamo diretti verso nuovi minimi.

conteggio rialzista in verde, la chiusura odierna coincide con un ideale rintracciamento di una terza espansione, ipotesi giustificata dal fatto che il movimento non è chiarissimo.

terza ipotesi, il tutto costituisce una leading il cui rintracciamento ideale si pone intorno a 1860.

Il conteggio ciclico non è d'aiuto in quanto potremmo aver avuto un inizio di nuovo settimanale ieri e conseguentemente ci si può aspettare discesa per altre sei sessioni circa oppure la chiusura è avvenuta oggi con un giorno di ritardo, quindi dovremmo avere un immediato recupero e probabilmente nuovi massimi quasi immediatamente.

I due tipi di analisi giustificano a vicenda le diverse ipotesi.

Tutto sembra legato ai movimenti del petrolio che è ancora ambiguo finchè tiene 29.25, al di sotto dovrebbe dirigersi a nuovi minimi e probabilmente al target ideale 23.

Una nota per MATtel, segnalata due settimane fa, che sulla trimestrale segna un +14% intraday direi che sarebbe il caso di liquidarla.

BP.L segna invece un collasso dell'8%, dopo una discreta salita che sembra in 5 onde, da tenere d'occhio per un ingresso qualora non segni un nuovo minimo.