Translate

Cerca nel blog

mercoledì 30 settembre 2009

Nasdaq 30/9/09

La sessione di martedì non ha dato indicazioni che facciano propendere per una delle ipotesi prospettate, non resta che attendere.

lunedì 28 settembre 2009

Nasdaq 29-9-09

Lunedì è arrivato il rimbalzo atteso, senza farci attendere altre due sessioni come pensavo.
Premetto che lo schema di lungo periodo qui proposto http://borsaronero.blogspot.com/2009/09/nasdaq-24-9-09.html
è perfettamente valido, anzi al momento l'attesa onda IV avrebbe raggiunto perfettamente il suo target e saremmo quindi diretti verso 1775
Espongo nella ipotesi 1 il conteggio più semplice per come appare configurarsi il movimento in corso

Nell'ipotesi 2-3 considero, invece, l'alternativa principale, che si porrebbe qualora onda IV non fosse ancora terminata (A-B) e quindi si andrebbe un po' più giù (ma sempre entro i 1665) oppure il ribasso fosse già iniziato (1-2) nel qual caso avremmo, tra non molto, un break anche dei 1665.

Infine, l'ipotesi 4, molto simile alla 1, con l'unica differenza di considerare già chiusa onda 1 del movimento in corso, nel caso seguirebbe un'immediata correzione sempre in zona 1710.

Operativamente:
si dovrebbe essere entrati in zona minimi ed aver alleggerito in zona 1725/30, come da precedenti suggerimenti, suggeriment che servivano a tutelarsi dalle ipotesi 2-3, per cui chi fosse entrato sui minimi può porre stop a 1688 per il rimanente.
Chi invece fosse rimasto fuori o avesse chiuso l'intera posizione potrebbe pensare di rientrare in zona 1710, come da ipotesi 1-4, con stop 1690 e target 1775.

domenica 27 settembre 2009

Nasdaq 28-9-09

Venerdì la sessione è andata all'incirca come previsto, si è realizzato un ulteriore minimo di pochi punti, ma, tutto sommato siamo ancora nella zona target attesa, mi mancherebbero un paio di giorni alla ripartenza, essi potrebbero trascorrere lateralizzando (una particolare forza a scendere non mi pare ci sia ancora) oppure articolando un po' quella che al momento sembra essere una correzione.
Al conteggio illustrato ci sono varie alternative, di cui alcune prevedono un altro minimo sempre molto limitato.
Operativamente in caso di rimbalzo alleggerirei in zona 1725/30 e alzerei lo stop per il resto sul minimo relativo, anche in caso di ulteriore discesa la situazione non può considerarsi mutata salvo rottura dei 1665.

venerdì 25 settembre 2009

Nasdaq 25-9-09

Giovedì abbiamo avuto la discesa attesa, andando molto vicini ai target indicati. A questo punto mi sorprende un po' che in after hour il nasdaq quoti circa 15 punti al di sotto della chiusura e lo sp500 giusto un paio.
Non vi posto le ipotesi perchè sarebbero troppe e inconcludenti, per riassumere puù darsi che il nasdaq dovesse raggiungere il suo target (1688) o al limite un po' più giù (1670) mentre lo sp500 per quanto posso contare l'avrebbe già fatto, certo è un po' difficile che il nasdaq perda 10/20 punti e lo sp nessuno.
In conclusione potrebbe mancare ancora qualcosa, ma stesso in giornata dovrebbe iniziare la salita verso l'ultimo massimo che per ora indico a 1775.

giovedì 24 settembre 2009

aggiornamento intraday 24/9

a occhio direi che la corezione prevista potrebbe essere terminata un po' in anticipo a 1696, la conferma in caso di ritorno sopra 1709

Nasdaq 24-9-09

La sessione di mercoledì rientra all'incirca nello schema atteso.
Onda 5 di III si è spinta sino a 1750 circa, ciò modifica il target atteso per onda IV da 1680 a 1688, il target finale del rally si porrebbe quindi a 1775, ma lo preciseremo in seguito.
Se onda a (rossa) non dovesse affondare ulteriormente in mattinata, ci si può attendere un rimbalzo a 1740 per onda b dove si potrebbe tentare uno short con stop sul massimo a 1755.

martedì 22 settembre 2009

Nasdaq aggiornamento 22-9-09

Guardando i movimenti degli ultimi gionri nonchè quelli di oggi in premarket confermerei l'impostazione generale di lungo vista qui http://borsaronero.blogspot.com/2009/09/nasdaq-18-9-09.html
credo invece di aver commesso un errore nel conteggio delle sottonde, per cui ritengo al momento che ieri debba essersi chiusa onda 4 di III oggi dovrebbe quindi svilupparsi onda 5 di III, suo target ideale sarebbe stato 1736 al momento già oltrepassato anche se di poco, tuttavia viste le correzioni sempre scarse, un allungo leggermente maggiore non deve sorprendere, successivamente dovremmo avere sempre la correzione a 1680 ed infine l'ultima onda (V di C di Y di B).
La rottura di 1665 farebbe cadere questa ipotesi e indicherebbe che il ribasso è già iniziato.

Nasdaq 22-9-09

Il nasdaq lunedì ha segnato un nuovo massimo in chiusura, credo quindi che smentisca l'ipotesi di ieri di una fine anticipata dell'onda in corso, ma, anche se non ancora partita è attesa comunque una correzione verso 1680. Il nuovo massimo millesimale non cambia il target.
La giornata è stata caretterizzata da parecchi acquisti, il che mi fa pensare a una conferma dell'idea di una semplice correzioncina.

lunedì 21 settembre 2009

Nasdaq 21-9-9

Venerdì abbiamo avuto qualche tentativo di effettuare dei nuovi massimi, tentativi respinti, credo anche in funzione del livello di scarico raggiunto che si è incrementato ancora.
E' solo un'ipotesi, ma tali tentativi potrebbero aver formato onda 3 ed onda 5 che mancavano al movimento in corso, conseguenza di tale ipotesi sarebbe un'immediata correzione verso 1680
.
LE attese di medio/lungo periodo per ora sono invariate come qui http://borsaronero.blogspot.com/2009/09/nasdaq-18-9-09.html
indicato ovvero correzione verso 1680 e poi ultimo massimo verso 1750/75, tali attese salterebbero sotto 1665, sotto tale livello si può pensare che la discesa attesa sia già iniziata.
E' da segnalare degli strani movimenti discendenti del FIB giusto prima della chiusura, che l'han portato improvvisamente a -1% ben due volte per poi recuperare parzialmente, il tutto quando i mercati USA erano positivi e senza particolari scossoni.

venerdì 18 settembre 2009

Nasdaq 18-9-09

Come previsto, oggi si son toccati nuovi massimi, anche se la chiusura è stata poi leggermente negativa.
Posto un aggiornamento del conteggio dell'onda corrente, aggiornamento che vedrebbe ancora un paio di massimi prima del suo termine, ma va preso con beneficio di inventario in quanto la prima parte del movimento non è per niente chiara.


Ho, poi, dato un'occhiata ai grafici di Caldaro suggeriti da Anonimo (tanto per ricordarlo ho chiesto più volte di usare un nick qualunque, in modo da far capire con chi si sta parlando), egli propone più conteggi, ma la summa di essi è illustrata di seguito. sui minimi sarebbe stata completata una prima onda di ribasso A e di lì partito il rimbalzo corrente, onda B, composto da un triplo abc (WXY) saremmo di conseguenza nei pressi dei massimi in onda 3 di c di Y di B.
Se, per ipotesi onda 3 fosse terminata sul masismo di giovedì avremmo un target di 4 a 1680 e di 5 a 1750, da un punto di vista di lungo termine onda B avrebbe avuto comunque un target a 1775 (che potrebbe coincidere col precedente se la 3 allungase ancora un po', come previsto più su). Il conteggio è sicuramente degno di nota e devo dire, se ci attende un nuovo pesante crollo, compatibile con la rilevazione corrente di carico e scarico.

applicando lo stesso schema, target ideale di B per lo SP500 sarebbe 1190, ma, visti i valori correnti, o il nasdaq andrà oltre o lo sp500 non ci arriverà. Considerando che il settore colpito dall'ultima crisi riguardava lo sp500 direi che è più probabile che sia quest'ultimo a non raggiungere il suo target, come nel 2002 su tutti i rimbalzi il nasdaq fu più debole.
Per il russell 660;
Per il DAX 6500, ma pure qui qualche dubbio sul raggiungimento l'avrei, forse può arrivare ai 6000;
per il Fib si può notare che proporzionalmente è rimasto il più debole di tutti, per cui anche sul secondario a 27000 avanzerei dubbi;
anche il CAC40 è tra i più deboli, target dubbioso a 4300;
Il Brasile ha già superato i 57000 che erano il suo;
La Cina avrebbe il secondario a 3900, ma credo che anche qui ci sia da scontare la precedente bolla e non escuderei abbia già ripreso la discesa.

giovedì 17 settembre 2009

Nasdaq 17-9-9

Anche mercoledì si sale, il livello per pensare a un ribasso resta a 1670.
Al momento la mia impressione è che il conteggio dell'onda di breve qui http://borsaronero.blogspot.com/2009/09/nasdaq-14-9-9.html illustrato fosse corretto, ma che la correzione che ne è seguita sia stata molto limitata e successivamente sia partita un'altra onda al rialzo.

passando all'onda successiva il conteggio mi è chiaro solo parzialmente nella parte numerata

ma nel movimento partito da 1670 ci sono almeno due picchi (nei quadrati) idonei ad essere etichettati come ulteriori 1-2 o addirittura tre (considerando anche quello nel cerchio) se tali picchi sono altre sub onde 1-2 vi dovranno necessariamente corrispondere pari sequenze di 4-5 prima di poter di nuovo correggere, quindi per ora le attese sono per ulteriore rialzo.
La trend line rialzista conferma il livello di 1670 per poter pensare a uno short.
Un'ultima nota, i volumi di oggi han fatto registrare uno scarico più importante del solito.

mercoledì 16 settembre 2009

Nasdaq 16/9/9

Oggi altro massimo e raggiungimento del target a 1700 previsto all'ipotesi 2 qui http://borsaronero.blogspot.com/2009/09/nasdaq-2909.html
target, che pensavo non sarebbe stato più raggiunto, vista una prima onda completa più in basso, invece ci si è arrivati a furia di espansioni.
In ogni caso il trend è ancora al rialzo, il livello per entrare short resta a 1670/1030.
Sono presenti sui grafici numerose divergenze, ma, come nel precedente movimento, al momento non sembrano avere effetto.
Il livello di scarico raggiunto promette che quando sarà innescato il ribasso questo sarà molto pesante, ma per ora non resta che aspettare.

martedì 15 settembre 2009

Nasdaq 15/9/9

Lunedì altro massimo di qualche punto, dovremmo essere alle battute finali, comunque il livello di 1670 sancirebbe l'eventuale ribasso.

lunedì 14 settembre 2009

Nasdaq 14-9-9


Venerdì evoluzione come previsto, ovvero nuovo massimo di pochi punti che, se il conteggio è giusto dovrebbe aver completato l'onda corrente, quindi, il successivo ripiego potrebbe essere l'inizio di una discesa oppure l'ennesima 4 qualora avessi omesso qualche sottoonda nei movimenti successivi. In ogni caso non ci sarebbe molta strada al rialzo, invece un'eventuale rottura del minimo fissato venerdì sarebbe una prima conferma dell'avvio di una discesa. I target di questa potrebbero essere i più vari, da una semplice correzione 1000/1010 ad altri ben più profondi, che, per il momento è inutile citare.

venerdì 11 settembre 2009

Nasdaq 11/9/9

Non abbiamo avuto l'apertura in gap up, quindi, a meno che non accada venerdì, siamo sufficientemente coerenti con l'ipotesi 2 vista in precedenza.

Sebbene ritenga ancora abbastanza esatto il conteggio illustrato ieri dell'onda partita da 1585 http://borsaronero.blogspot.com/2009/09/nasdaq-10-9-09.html si è verificato un piccolo inconveniente (capitato spesso negli ultimi mesi) ovvero l'attesa onda V ha creato un'espansione.
per quanto appare prima facie l'onda in questione potrebbe essersi comunque conlusa a 1686, tuttavia, poichè la zona nel quadrato verde non è chiara, non posso essere certo di non aver perso qualche subonda dell'espansione, il che comporterebbe ancora dello spazio al rialzo, ma ovviamente si tratterebbe di pochi punti.

giovedì 10 settembre 2009

Nasdaq 10-9-09

Riparto dalle ipotesi viste qui http://borsaronero.blogspot.com/2009/09/nasdaq-2909.html
Il nasdaq oggi ha segnato nuovi massimi e quindi le ipotesi ribassiste (3 , 4 e 5) sono saltate;
delle rialziste (le prime 2) la prima prevedeva un rintracciamento ideale a 1600 e la seconda a 1560, la settimana scorsa è stato realizzato 1585, praticamente una via di mezzo.
Ora direi che entrambe le ipotesi sono possibili.
Cercando di contare le sub onde partite dai 1585, se l'etichettatura è giusta, sembrerebbe che il movimento corrente sia destinato a terminare a 1682 circa, quindi nemmeno i 1700 attesi, rientrando approssimativamente nella ipotesi 2;
alternativamente, come dicevo sono entrambi possibili, potremmo avere giovedì stesso o magari venerdì un'apertura in gap up che ci indicherebbe essere in corso onda 3 come da ipotesi 1.

Operativamente abbiamo conseguito un po' di gain con l'alleggerimento a 1600 e nessun danno con lo stop in pari a 1650 per il rimanente, al momento starei alla finestra. Volendo si potrebbe tentare uno short a 1682, con stop da decidersi personalmente, sempreche non si verifichi un'apertura in gap up. Primi livelli che indicherebbero ribasso 1645 e 1019

mercoledì 9 settembre 2009

Nasdaq e sp500

Anche oggi nulla di fatto, se di onda 2 si tratta essa è già andata oltre il suo ideale, gli short andrebbero riaperti solo sotto il minimo a 1585/990
in alternativa ben presto vedremo nuovi massimi.

martedì 8 settembre 2009

Nasdaq & dax 8/9/9

Rimbalzo previsto in corso, a breve sapremo se si tratta di una 2 e quindi se il ribasso riprenderà o se verranno rotti i massimi.

venerdì 4 settembre 2009

reincremento spread 4/9/09

SHORT 5 nasd a 1620
LONG 3 SP500 a 1006,75

Nasdaq & dax 4/9/9

Sessione in laterale , sembra essersi configurata onda 4 dell'ipotesi illustrata ieri sul dax e qualcosa di simile sul Nasdaq, ma perchè ciò possa essere confermato sarebbe necessario un ulteriore minimo, soprattutto sul dax.
In alternativa potrebbe già essere iniziato il rimbalzo o la ripresa del rialzo delle altre ipotesi, un rimbalzo avrebbe target ideale 1625/35.
Ricordo che lunedì i mercati USA sono chiusi per il labor day.

giovedì 3 settembre 2009

Nasdaq & DAX 3/9/9

Nessuna novità di particolare rilievo nella sessione di mercoledì, tutte le ipotesi http://borsaronero.blogspot.com/2009/09/nasdaq-2909.html sono ancora valide, anzi osservando il dax me ne è venuta in mente un'altra applicabile anche al Nasdaq coi dovuti adattamenti.
Sul dax il massimo cerchiato in rosso credo sia una 5 in failure, infatti in quella data quasi tutti gli altri indici segnavano un nuovo massimo. Di lì sembra partito una prima onda ribassisa che etichetterei come illustrato in grafico.
Il rimbalzo atteso (in verde) dovrebbe/potrebbe concretizzarsi su qualche dato fra giovedì e venerdì.

mercoledì 2 settembre 2009

Nasdaq 2/9/09

La sessione di oggi dopo il rimbalzo iniziale ha visto, come anticipato, il proseguimento del ribasso ed il raggiungimento del primo target a 1600.
La situazione mantiene in essere le varie ipotesi viste il 31/8 che passo ad aggiornare:
ipotesi 1) l'onda partita da 1565 è solo una prima onda di un'espansione non meglio precisata, tale ipotesi verrebbe meno solo sotto 1565;

ipotesi 2) sul massimo a 1668 abbiamo visto terminare un'onda 3, il relativo rintracciamento ideale per onda 4 si pone a 1560 circa, ne seguirebbe un massimo a 1700 circa;

ipotesi 3) è iniziato il ribasso consistente, atteso da tempo, con obbiettivi molto ampi, onda I illustrata potrebbe non essere ancora terminata, comunque sarebbe possibile, dai 1590 o poco più giù, un rimbalzo a formare onda II entro i 1630 con un classico pull back. Tale ipotesi verrebbe meno al di sopra dei 1650;

ipotesi 4) è iniziato il ribasso ed è in formazione solo la prima onda, che non vedrebbe espansione, ma una prosecuzione immediata della discesa, tipico di questo caso sarebbe un'apertura in gap down, che non venga chiuso in giornata, ed ancora ribasso;

Operativamente:
è stato raggiunto il primo obbiettivo, già in intraday ho suggerito di alleggerire un po' la posizione in modo da uscirne comunque in gain, lo stop è stato abbassato a 1650 per tutelarsi dall'ipotesi 1.
La giornata di oggi ha visto un rilevante quantitativo di acquisti in zona 1600, ora tali acquisti possono trovare sfogo immediato, andando a formare un rimbalzo come da ipotesi 3 oppure andare a compensare, solo in piccola parte, la distribuzione registrata negli ultimi due mesi, quindi senza effetti immediati, compatibilmente con l'ipotesi 4.

martedì 1 settembre 2009

1/9/9 intraday

Primo target a 1600 raggiunto, come da programma alleggerirei di 1/3 o 1/4 e abbasserei lo stop per il rimanente a 1650.

Nasdaq 1/9/9

Il movimento partito dal massimo a 1668 consente al momento di leggere solo 3 onde, quindi è ancora tutto possibile, certo, dopo l'ennesimo -5% e oltre dell'indice cinese mi serei aspettato di peggio (non so quanti abbiano notato che tale indice ha perso oltre il 30% nelle ultime settimane).
Oggi comunque sono da rilevare la chiusura sotto i 1630 indicati ieri e gli scarsi acquisti durante la sessione, il che lascerebbe pensare a un tranquillo proseguimento del ribasso, del resto non siamo ancora arrivati nemmeno al primo target dei 1600.