Translate

Cerca nel blog

giovedì 3 agosto 2017

SPX 3-8-17

Il tempo per il previsto affondo sotto 2457 sta scadendo ed anzi potremmo aver avuto la chiusura mensile con l'affondo di oggi che si è limitato ai 2464, queste imprecisioni mi lasciano sempre molto perplesso riguardo ai cicli. Per il resto traduco in pratica il report di Caldaro che mi sembra interessante. Se non si violasse il massimo a 2481 potremmo essere in una B distributiva preparatoria per una C sotto i 2400. Nonostante il DJ segni nuovi massimi praticamente tutti i giorni e la prestazione positiva di AAPL di oggi che pesa molto sul Nasdaq100 sono innegabili sia la debolezza dell'indice tech, sia del Russell e se si osserva XLI (ETF sui titoli industriali USA) è evidente il trend discendente anche di quest'ultimo, segno che il momentum del DJ, nonostante tutto, sta scemando.

Non so se riuscirò a redigere il report nel prossimo week end per la solita interruzione estiva.

In tal caso buone vacanze a tutti!

sabato 29 luglio 2017

Sp500 & C. 31-7-17

Purtroppo leggo in giro una convinzione generale che lo sp500 sia pronto a correggere, il che mi fa temere che non sia così.

Le ipotesi restano invariate rispetto a quanto scritto ieri, ovvero se violassimo 2450 potremmo prospettare i target di lungo visti la settimana scorsa e siccome mi sembra di percepire più una rotazione settoriale che una correzione, specie in uscita dai tech e in entrata verso i petroliferi probabilmente sarebbero da preferire quelli alti perché in un certo qual modo supporteranno l'indice.

Sul brevissimo dovremmo avere un'ulteriore discesa nei prossimi giorni, che dovrebbe andare sotto il minimo del 27 (in verde), se ci si spingesse al disotto di 2450 sarebbe una conferma ribassista per il seguito, ma sarebbe comunque probabile un rimbalzo (in rosso), mentre una sua tenuta renderebbe più probabile un nuovo massimo verso 2489 (in azzurro).

L'Italia nonostante tutto ha raggiunto il target indicato ed ora dovrebbe correggere verso i 19600.

In alternativa, se tutto il rialzo fosse correttivo, quindi in tre onde, il ribasso potrebbe arrivare fino a 17500, ma al momento sembra difficile.

Il Dax resta in linea con quanto indicato la settimana scorsa.

Anche EURUSD resta direzionato verso 1.2 come indicato la settimana scorsa

Con oro e matalli al traino, un break di 1300 aprirebbe le porte ai 1380.

Infine il petrolio è arrivato al target massimo possibile se deve riprendere la discesa verso 37, è comunque probabile una correzione avendo raggiunto la ribassista di medio.

venerdì 28 luglio 2017

Sp500 28-7-17

Ieri scrivevo su FB "Ad oggi il mio conto su sp500 sarebbe terminato." Il mini flash crash di oggi tenderebbe a far pensare che sarebbe il momento. Per i conteggi principali di lungo sono validi quelli segnalati domenica.

La maggior debolezza del Nasdaq e la reazione alle trimestrali del giorno lasciano propendere per la correzione suindicata,tuttavia dobbiamo tener presente anche i conteggi alternativi, c'è la possibilità che la discesa di oggi sia una 4 interna, il che indicherebbe un target finale a 2489, ma per questa ipotesi non si dovrebbe violare quota 2450. Concludendo dovrebbe essere iniziata la correzione attesa (con contemporanea chiusura del ciclo mensile in corso) ne avremmo conferma alla rottura di 2450 verso i target indicati nel grafico.

domenica 23 luglio 2017

Sp500 24-7-17

Gli indici americani si sono mostrati più forti del previsto, specialmente il Nasdaq. Molti titoli probabilmente scontano già delle buone trimestrali, potrebbero quindi subirne le conseguenze se queste non fossero così spettacolari. Da lunedì comincia la stagione delle stesse.

Tornando all'indice principale, in pochi giorni ha raggiunto e superato il target atteso grazie all'ennesima espansione. Sul brevissimo L'onda in corso potrebbe essere terminata (ipotesi blu) e rinvio ai conteggi di medio per il prosieguo, oppure quasi terminata (ipotesi verde) dove sarebbe in corso l'ultima correzione con target ideale 2453 e target finale 2487.

Sul medio periodo, come dicevo, il rialzo si è prolungato più delle attese, terminata l'onda in corso dovremmo avere la famosa correzione di più ampio respiro.

Ora però, con tutti gli allunghi che abbiamo visto, c'è qualche incertezza in più sul conteggio, ovvero più varianti, mi limiterò cmq alle due principali, che cmq avranno spazio una volta terminato il conteggio di breve.

Sui recenti massimi o su quelli da fare un po più su dovrebbe terminare un movimento importante, che potrebbe essere onda 3 verde, come riportato sul grafico, che vorrebbe una correzione almeno fino a 2360 oppure saremmo ancora in onda 3 rossa e allora il primo target sarebbe a 2385.

Fra tutte queste possibilità per il breve attenderei come un'indicazione short, la rottura di 2450 o il raggiungimento di 2487, successivamente propenderei per un movimento veloce, magari nella prima decade di agosto, sotto i 2400 che contemporaneamente funga anche da bear trap di medio periodo.

Per l'Europa tutta il chiarimento della BCE che non ci sarà tapering prima del previsto e il rialzo dell'EURUSD non sono state buone notizie, così il FIB ha segnato un nuovo massimo formato da regolari 5 onde interne, però leggermente inferiore alle attese e che sull'indice non rettificato nemmeno risulta come massimo. Cmq potrebbe essere tale e vorrebbe una correzione sui 19600.

Anche il DAx ha immediatamente invertito la rotta, senza neanche avvicinarsi ai massimi, quindi riterrei la 4 rossa ancora in corso e diretta verso il suo secondo target 11900.

Per il movimento di EURUSD tecnicamente non c'è alternativa ad un'espansione dell'onda corrente che vedrei diretta a 1.2.

Oro e argento si sono allineati dando un segnale di acquisto, prospettando un allungo di medio per EURUSD non posso non pensare lo stesso per i metalli.

Infine il petrolio ha segnato un top di poco superiore al precedente senza raggiungere il target ideale di B, ma il movimento sarebbe cmq sufficiente e il ribasso di venerdì sembra indicare la ripresa della discesa, come prospettato. Resta come target ideale la zona 37$.

giovedì 20 luglio 2017

Sp500 20-7-17

Anche la v ha espanso ed ha sforato un po' dovrebbe mancare ancora qualche spicciolo, certo oggi c'è la BCE e tutto può succedere.

mercoledì 19 luglio 2017

Sp500 19-7-17

Probabilmente la correzione attesa per 2440/45 si è compiuta a 2448, di qui possiamo attenderci un target di V, salvo ulteriori espansioni, a 2468.

C'è una possibilità che domani stesso possa segnare un minimo inferiore a 2448, ma la considero estremamente remota.

L'Italia sembra essersi allineata e propone un target ideale (future) a 21640, anche qui salvo espansioni.