Translate

Cerca nel blog

Ricordate di passare dai link presenti in questa pagina quando fate shopping su Amazon per regalare qualche spicciolo al blog. Remember to use the links on this page when you shop on Amazon to give some money to the blog

Alexa Echo

lunedì 23 novembre 2020

Sp500 & C 23-11-20

 I mercati si sono dimostrati molto forti questa settimana.

Quelli americani mantenendosi in zona massimi e quelli europei segnando ulteriori progressi.

Questa è la settimana del ringraziamento e sarebbe l'ideale per correggere un po' anche se destinati a continuare il rialzo.

La discesa potrebbe mantenersi sopra i 3490 e sarebbe un ulteriore segnale di forza o raggiungere il suo ideale in zona 3400.

S'intende che un ritorno sopra 3600 implicherebbe che la correzione è terminata in anticipo.


Mostro sul Nasdaq100 i due conteggi principali, che sarebbero validi anche per lo sp500.

Una 4 terminata sul primo affondo (punto W) col rialzo proseguente con una prima espansione.

oppure 

la 4 terminata sul punto Y (sullo sp500 sarei più per questa seconda ipotesi) seguita da un inizio di 5 che potrebbe svilupparsi in una espansione o in una ED. Questa seconda ipotesi denota cmq forza, stante il secondo minimo superiore al primo.

Ipotizzo per i due indici dei target finali a 4040 e 14488


Posto anche il SOXX che evidenzia una 5 in ED già in corso, sebbene non mi fidi troppo di questo indice .


Veniamo all'Italia, oggetto di discussione se abbia o meno completato 5 onde dal minimo.

La sua forza è oggettiva e riscontrata anche negli ultimi giorni, forza che ovviamente deriva dall'aver performato peggio in precedenza. L'unico modo di contare le 5 onde di cui sopra è some riportato sul grafico, tuttavia c'è un problema l'ipotetica onda 4 non raggiunge nemmeno il rintracciamento minimo del 23%, di qui due ipotesi,

 o si tratta di un'onda interna alla 3 che non è detto sia terminata e si prosegue al rialzo,

oppure si tratta di 5 onde, ma molto forti, per cui ci si può aspettare un rintracciamento minimo (20300+) piuttosto che quello ideale 19200.

Una correzione potrebbe essere l'ultima occasione per un buon ingresso in vista del rally di Natale.


Stesso discorso per il DAX dove si nota l'essere a ridosso dei 13300, forte resistenza e il continuo "bussare" ad essa, altro segno di forza. L'eventuale correzione potrebbe andare a chiudere il primo gap a 12600 circa, anche qui i 12200 di target ideale li vedo difficili.


Il petrolio ha superato il punto B visto come segnale positivo, sarebbe opportuno che disegnasse una quinta onda per dimostrare una ripresa rialzista, sviluppandosi più o meno come nel grafico.


L'oro si è mostrato piuttosto debole, rimangiandosi la rottura dei 1950 e tuttavia stazionando sui 1870, il conteggio potrebbe essere come quello in grafico o la correzione potrebbe prolungarsi fino a un altro paio di mesi, senza affondi particolari. Dovrebbe trattarsi comunque di un consolidamento prima di un nuovo rialzo.


L'argento, in particolare, suggerirebbe una nuova discesa pur sempre correttiva.


Infine l'EURUSD non cede nonostante la debolezza dei metalli, sono sempre per il target a 1.22/25 si tratta di vedere se con l'ipotesi verde (espansione rialzista immediata) o con quella azzurra, passando prima da 1.172. Quella rossa mi sorprenderebbe alquanto.



lunedì 16 novembre 2020

Sp500 & c. 16-11-20

 Questa settimana il conteggio delle onde apre a molte possibilità e quindi non è molto d'aiuto.

Vediamo le ipotesi:

- in blu, la lateralizzazione sarebbe una IV da cui deriverebbe un target per la V a 3720

- in azzurro, la stessa IV, ma non ancora completa, quindi ci vorrebbe un ritorno in zona 3500 prima dei medesimi 3720

- in verde la correzione deve formare una 2 di espansione verso target più ambiziosi, sarebbe opportuna quindi una correzione fino a 3400

- non è da escludere, tuttavia il medesimo conteggio con una correzione più limitata come l'azzurra

- infine in rosso l'ipotesi ribassista, che considera la news vaccino come un top bull trap, ma francamente darei pochissime chances a questa idea. E' supportata solo dal forte ottimismo sul sentiment di medio termine.



Dopo la sparata post news Vaccino della Pfizer il mercato USA si è rimangiato tutta la sessione, ma ha consolidato in laterale tutta la settimana per chiudere venerdì a metà strada e, a mio avviso preparandosi per una buona sessione lunedì. La mia impressione positiva deriva molto anche dal comportamento delle borse europee, le quali sono andate in laterale sui massimi senza discostarsene molto. Inoltre questa è la settimana delle scadenze di novembre che come al solito vorranno concludere in alto.

Da notare infine una rotazione settoriale dai Tech ai finanziari.

Per l'Italia, ma per la Germania è identico, il seguente conteggio è il meno ottimista che sono riuscito ad elaborare, il che significa che si potrebbe anche continua con un gap up se la III non fosse terminata dove indicato. Anche qui si possono notare dei movimenti sui bancari piuttosto promettenti.

BPER BAMI ISP UC BMED tanto per fare qualche nome


L'oro sembra proprio voglia prenderci in giro, dopo la rottura dei 1950 al test dei 1980 ha fatto segnare una discesa fuori dai canoni che mi obbliga a rivedere il conteggio come in figura, ma non cambia la mia view che sia in atto una correzione prima di rompere i massimi.


Il cambio EURUSD si è mosso in parallelo, ma leggermente più forte, potrebbe testare i 1.17/1710 prima di riprendere il rialzo.


Il petrolio, come ho detto più volte subisce l'influenza del virus in prospettiva di riprendere i commerci, ma guarda caso ha anticipato la news di una settimana. La correzione potrebbe comunque continuare, perchè non è ancora chiaro lo sviluppo della pandemia, sebbene in TV abbia sentito più volte parlare di un recesso. Come segnale operativo direi che sopra l'ultimo picco a 43 circa dovrebbe essere ripreso il rialzo.




lunedì 9 novembre 2020

Sp500 & C. 9-11-20

La ripresa a partire dalle elezioni e confermata dal gap up di questa notte, ora che il risultato è pressochè certo, mi fa pensare ad un rally natalizio appena partito, con una 4 terminata col previsto ritorno in zona 3200 e la 5 verso un target ideale 3680 salvo espansioni eccessive.

Dal punto di vista del sentiment quello di medio lungo periodo ha raggiunto livelli più moderati, ma a mio avviso, non ancora  con un entusiasmo tale che faccia pensare a un crollo imminente.

Il sentiment di breve è, invece, piuttosto positivo, quindi non mi sorprenderebbe una correzione nei primi giorni della settimana.

Le alternative che prendo in considerazione sull'indice americano sono:

- rialzista (in verde) con un target 3546/50 e successiva correzione a circa 3400/350;

- molto rialzista (non presente sul grafico) che considera un'espansione a partire dai 3325 con una correzione sui 3400;

Per entrambe le ipotesi sarebbe opportuna una chiusura di oggi in discesa per confermare l'inizio di una correzione.

- esagerata (in viola) per il caso che il gap di apertura non corregga e si chiuda la sessione sui massimi.


Anche la ripresa del DAX sancisce il termina della correzione e relativa ripresa con target nuovi massimi.


Il Fib ha seguito il movimento atteso, ma non ha raggiunto il target pessimistico dei 17000, ma non c'è andato molto lontano, ora dovrebbe essere partita la C con target 24500


Un piccolo aggiornamento su ISP per la mia follower preferita, in un commento suggerivo di aggiungere qualcosa in zona 1.4/1.3, come al solito con questo titolo ci si è limitati alla parte alta.

In relazione al prospettato target per l'indice, qui tornano in gioco i possibili 2.1. Per il caso che gli USA correggano come da prime due ipotesi, si potrebbe qui tornare sugli 1.53, qualora si fosse mancata l'aggiunta/ingresso a 1.4.


Anche il cambio EURUSD ha avuto una forte ripresa e sembra confermare anche qui la prospettata 5 con target 1.22/25, possibile correzione a 1.17 nell'immediato.


E l'oro, giustamente marcia in parallelo verso nuovi massimi, possibile correzione a 1900, ma nemmeno ci credo, di solito si ferma prima dei target ideali.


Il petrolio ha avuto un pari rimbalzo, ma parlo di rimbalzo perchè data la situazione Covid, non mi convince, così prospetto un conteggio ribassista che verrebbe meno solo sopra il punto B.

P.s. Ho usato l'indice sottostante all'ETF LOIL per avere un riferimento dato che a suo tempo non è andato sotto zero.


Per sfruttare l'eventuale correzione, ho scelto tre titoli che in questi giorni sono apparsi piuttosto deboli, anche se i conteggi non sono chiarissimi.

BAC Stop a rottura della trend discendente.


AXP Stop sopra 101


BWA stop 39.25 target 32.5/33





giovedì 5 novembre 2020

GOLD 6-11-20

 Attenzione!



domenica 1 novembre 2020

Sp500 & C. 2-11-20

 L'analisi di oggi non ha particolari aspettative, l'evoluzione non può non essere influenzata dall'evento delle elezioni.

Seguendo il conteggio di lungo portato avanti, dovremmo essere alla conclusione di onda 4 in verde o nella variante azzurra. Per entrambe sarebbe conseguenziale un target finale a 3700 circa.

L'alternativa che potrebbe aver luogo è il conteggio in rosso, con una 5 in failure già fatta e una caduta immediata (con rintracciamento o meno)


L'ultima onda di breve dovrebbe essere terminata o quasi (mancherebbe un ultimo avvicinamento ai 3200, dopo un nuovo test dei 3300/30 o secondo il conteggio azzurro del grafico precedente) vedo due possibili conteggi entrambi terminati, uno così come illustrato e l'altro escludendo i punti rosa quindi con una Leading ed una Ending, quest'ultima ipotesi favorisce un recupero immediato.


Per DAX e SPMIB la settimana scorsa avevo parlato di una possibile correzione in tre onde a meno che non scendessero ancora, ebbene sono scesi ed anche di brutto, i primi supporti sarebbero a 10200 e 17000. Se l'America invece recuperasse, la cosa potrebbe giustificarsi con un peggioramento della situazione Covid in Europa, dove si sta dando luogo a progressivi lock down.



Il petrolioha raggiunto i 35 indicati da tempo, ma i nuovi lock fanno pensare ad un ulteriore peggioramento con possibile raggiungimento dei 27$...se bastano

A prescindere da chi venga eletto il USD dovrebbe subire dei nuovi ribassi, perchè entrambi continueranno la stampa sia pur con scopi diversi.
Lo sviluppo recente dell'
EURUSD fa pensare che onda 4 non sia ancora terminata e potrebbe quindi raggiungere gli 1.15 attesi in precedenza.

Conseguentemente l'oro dovrebbe aumentare la sua quotazione, anche qui assistiamo ad un pattern correttivo che sembra non terminato. il target, a seconda degli sviluppi si pone tra 1830 e 1750, mentre il break dei 1950 segnalerebbe che il rialzo è già ripartito per nuovi massimi.



martedì 27 ottobre 2020

Sp500 27-10-20

 Il movimento visto ieri mi sposta sempre di più a favore dell'ipotesi gialla, che nel dettaglio dovrebbe svilupparsi come di seguito con la X nei pressi della w (poco sopra o poco sotto) ma non oltre la 3.


Va comunque tenuta presente l'alternativa di un'espansione ribassista, che dovrebbe essere caratterizzata da un rimbalzo non superiore a 3420 e dall'immediata rottura dei minimi segnati lunedì.