Translate

Cerca nel blog

domenica 30 ottobre 2016

Sp500 etc. 31-10-16

Venerdì niente apertura in gap come preventivato, ma dopo un apparente rialzo esce la notizia di un altro scandalo che coinvolge la Clinton e il mercato reagisce negativamente alla prospettiva di un recupero di Trump.

Anche il sentiment è estremamente pessimista (ricordo che a valori molto alti di quest'ultimo è seguita almeno una sessione concorde anziché discorde), a questo punto sembra scontata una sessione in rosso per lunedì.

Continuando sulla strada tracciata fin'ora avremmo dovuto vedere un minimo tra lunedì e martedì prox.

Tuttavia bisogna anche tener presente un certo deterioramento della situazione, particolarmente evidente sul Russell e su qualche altro indice

e non escludibile sullo stesso SP500

Discriminante tra i due scenari potrebbe essere sempre l'eventuale apertura in gap down.

Se l'Europa appare invece pronta a far partire il rialzo, forse più che altro per essere scesa prima, potrebbe approfittare cmq per una correzione limitata e quindi per un'occasione di acquisto.

L'oro sulle cattive notizie è apparso subito rinvigorito, per cui al verificarsi dello scenario peggiore potrebbe ripartire sparato, l'idea che tocchi i 1300 e ritorni giù mi sembra un po' troppo diffusa

Il petrolio è ancora in correzione, nulla di nuovo da segnalare.

Infine l'EURUSD potrebbe anche aver semplicemente allungato un po' la sua correzione, anziché aver iniziato un nuova discesa, anche qui l'idea di un ritorno a 1.05 o in alternativa del raggiungimento della parità sono un po' troppo diffuse. Cmq un rimbalzo dovrebbe raggiungere almeno 1.11

venerdì 28 ottobre 2016

Sp500 28-10-16

Lo sviluppo sembra nella direzione indicata, venerdì potremmo avere il famoso gap down e forse si può abbassare il punto di inversione sulla linea tratteggiata.

mercoledì 26 ottobre 2016

Sp 26-10-16

Sembrerebbe che il mercato abbia realizzato l'ipotesi della seconda B arancio e iniziato la discesa verso i 2100/2070 indice che dovrebbe concludersi lunedì 31. Nulla è ancora deciso, ma per una conferma del ribasso l'ideale sarebbe un gap down domani, mentre la rottura dei 2150 future farebbero propendere per una base costruita per il rally di Natale.

Penso che il petrolio possa muoversi in parallelo e quindi correggere fino a lunedì.

Nel frattempo l'Italia si mostra forte a dispetto di tutto e tutti e mi confermerebbe l'idea di un forte rialzo in preparazione.

domenica 23 ottobre 2016

Sp500 & C. 24-10-16

Questa settimana non ha portato novità in termini di valore, ma possiamo dire che è passato del tempo senza l'incremento che sarebbe stato normale se fosse già partito il rialzo.

Dal punto di vista tecnico nulla è cambiato, siamo al 50% delle possibilità, si potrebbe andare su, se partendo dal punto y le onde si riveleranno essere una 1-2-I-II (trend viola), con una buona conferma in caso di rottura della trend rossa, oppure giù con il conteggio illustrato che potrebbe aver già concluso il rimbalzo (prima B arancio) o esserne mancante di ancora un pezzettino (seconda B arancio) per poi ripiegare verso i 2100 o addirittura i 2070.

Fra tutto ciò mi limito ad osservare che le recenti ascese appaiono tutte in 3 onde e se il trimestre si è concluso il 13/10, non avendo assistito ad una ripartenza a razzo, sarebbe possibile, a seguire, una laterale che vada un po' più giù dell'ultimo minimo, l'alternativa sarebbe un intero trimestre al ribasso già iniziato con una certa debolezza.

Prendendo quindi una strada mediana, al momento le mie aspettative sono per i 2100 (2090 future), tenendo presente che controindicazioni su riportate.

Paradossalmente l'Europa pare messa molto meglio, già in corso di settimana ho avvertito di aver cambiato posizione e di aspettarmi ora un rialzo, al massimo con una correzione ai 16500, la rottura di 17300 confermerebbe questa view. Ho dato inoltre un'occhiata ai titoli bancari e assicurativi del listino, e li definirei tutti con un rialzo già iniziato, al peggio bisognoso di conferme, ma non mi pare un caso che perfino il MPS si sia dato una mossa.

Conseguentemente cambio la mia idea anche sulla Germania, ove il Dax, come il Fib è a un passo dalla rottura al rialzo.

Il petrolio si è comportato come da attese, e sarebbe regolare uno storno fino a 48$

L'oro sembra aver dato una grossa frenata a quella che sembrava una minaccia incombente, tutte le strade sono ancora aperte, - potrebbe mancare ancora un affondo fino 1230 per terminare la correzione, - potremmo avere un rimbalzo a 1300 per poi ridiscendere, - oppure andare in laterale per un po' onde completare un riaccumulo. un ritorno sopra 1310 indicherebbe, a mio avviso una nuova onda rialzista.

C'è, però, anche da tener presente il rafforzamento del $ che non favorisce l'oro e il cambio EURUSD ha rotto al ribasso e, a questo punto, promette un arrivo inferiore a 1.05, temporalmente magari giusto per l'aumento tassi di dicembre per poi risalire on the news. A breve è possibile un rimbalzo in zona 1.11/12 dove andare short con stop 1.13.

giovedì 20 ottobre 2016

Sp500 20-10-2016

Anche oggi una sessione tutto sommato interessante.

Lo sp500 tenta una allungo, ma resta ancorato sul massimo del rimbalzo partito dai minimi, se deve concretarsi un nuovo (ed ultimo) affondo potremmo avere, anche con qualche punto in più, un wxy o abc che sia, entro i termini previsti.

In contemporanea assistiamo a quella che dovrebbe essere onda v sul petrolio, cui dovrebbe seguire una correzione verso 48$, e a un recupero dell'oro verso i prospettati 1300$ ed ancora a un ribasso dell'EURUSD che ha accompagnato ogni discesa dello sp500 negli ultimi tempi.

Il fib sembra controtendenza con gli allunghi degli ultimi giorni, ma se anche stesse costruendo un forte rialzo (hai voglia a recuperare con tutti i bancari), una correzione intorno a 16500 rientrerebbe nella normalità.

Ovviamente serve una motivazione per dare il via alle danze, in un senso o nell'altro....forse il discorso della BCE di oggi?

martedì 18 ottobre 2016

Sp500 & Fib 19-10-16

Oggi ci sono stati alcuni movimenti importanti.

Innanzitutto il Fib, complici numerose notizie positive sui bancari, ha raggiunto e superato l'ipotizzato 16800. In verità il movimento mi sembra molto migliore delle prospettive, cmq mantengo una view prudente e direi che solo sopra 17400 avremmo una rottura definitiva al rialzo, ma come ho già suggerito da tempo, mettere in portafoglio qualche bancario a questi livelli mi sembra una buona idea.

Lo sp500 specie dopo la sessione odierna lascia qualche dubbio sul fatto che sia già ripreso il rialzo.

Lo vedrei confermato solo sopra 2170, livelli inferiori potrebbero rientrare nella prospettata laterale prima di ripartire.

L'oro è in discreto recupero a dispetto del cambio e dell'azionario, direi in atto il rimbalzo verso 1300.

Il petrolio, con la chiusura odierna mi da' l'idea che sia iniziata onda v del movimento in corso con target 52/54.

domenica 16 ottobre 2016

Sp500 17-10-16

Giovedì u.s. abbiamo avuto il raggiungimento del primo target previsto da tempo, realizzando un minimo inferiore alla A rossa (rappresentato dalla linea orizzontale). A questo punto si può dire che il minimo indispensabile è stato fatto, si è chiuso anche il trimestre ciclico e la salita potrebbe semplicemente riprendere e questa è l'ipotesi più normale, passiamo a vedere però anche le possibili alternative.

Mi limito ad esaminare lo sviluppo nel cerchio viola.

- Ipotesi primaria, come dicevo, discesa terminata sul punto Y la successiva salita e correzione sono da interpretare come un iniziale 1-2 a seguire ascesa in verde; Alternative, la correzione non è terminata, - possiamo quindi andare in accumulo laterale per qualche settimana raggiungendo i target successivi tra 2100 e 2070, formando prima un rimbalzo (B arancio)

- possiamo proseguire immediatamente la discesa, forse con target più profondi come 2000/1950 (in rosso)

Per la verità la salita dal punto Y mi sembra più in 3 che in 5, perciò l'ho etichettata a b in bianco, ma teniamo presente che qualunque decisione si prenda da qui è un tirare a indovinare (anche il sentiment è equamente diviso) per cui ci si tuteli con coperture o stop.

In coerenza con l'ipotesi B arancio dello sp500, il Fib potrebbe completare un rimbalzo in zona 16800 per poi riprendere la formazione della 2, ma anche qui tiriamo a indovinare come sopra.

L'oro sembra trovare una base in zona 1230/50 magari si comporterà meno peggio del previsto, ma direi che siamo ancora in fase correttiva/discendente.

Rispetto alla settimana scorsa non ci sono novità per EURUSD, petrolio e Dax P.s. ho avuto una sola risposta in merito alla mia domanda su quale banca consigliate/usate per l'operatività su future e opzioni americane, possibile che nessuno li utilizzi?

venerdì 14 ottobre 2016

SpX 13-10-16

La discesa di oggi ha raggiunto +/- il target primario nei tempi previsti, ragion per cui trimestrale e discesa potrebbero essere terminati qui.

Può seguire: - una ripresa immediata (ipotesi in verde)

- una fase laterale, con un minimo forse inferiore a quello odierno con una x e un altro abc(ipotesi rossa)

oppure - il tutto non è ancora terminato e potremmo raggiungere i 2070 per il 24/10 con una x e un altro abc (ipotesi rosso/viola)

Al momento c'è da attendersi un ritorno verso 2150/60 per pooi valutare quale ipotesi si concretizzerà.

mercoledì 12 ottobre 2016

Sp500 12-10-16

Dopo vari su e giù oggi abbiamo avuto la rottura del triangolo al ribasso, possiamo dire a questo punto che è in corso onda C rossa.

Gli sviluppi possibili di questa onda possono essere i più vari.

- rimbalzo verso 2150 per poi ridiscendere

- prosecuzione verso i 2100 rimbalzo a 2120 e proseguimento verso 2070

il tutto in 3 o 5 onde tanto per fare un paio di esempi.

Conseguenza della rottura, un ritorno al di sopra dei 2165 future segnerebbe la ripresa del rialzo.

altre conseguenze: L'EURUSD sembra aver seguito l'azionario e mette in crisi il progettato rialzo, ora lo vedrei diretto verso 1.09.

Quindi abbiamo un rafforzamento del dollaro e relativo indebolimento dell'oro.

domenica 9 ottobre 2016

Sp500 & C. 10-10-16

In pratica questa settimana la variazione è stata irrilevante. Elliottianamente manca il completamento di onda C rossa che dovrebbe almeno andare sotto 2120. Questo livello è molto importante anche per i big, tanto che una chiusura sotto di esso potrebbe innescare uno stop importante, tale da portare in pochissimo al target successivo 2070, ormai penso che i 1960 siano fuori portata.

Circa i tempi questo minimo dovrebbe realizzarsi tra mercoledì e il 24/10 a seconda degli sviluppi, una discesa immediata (ipotesi rossa) o ancora una permanenza all'interno dell'ormai evidente triangolo.

L'ideale per me sarebbe discesa immediata seguita da una laterale per riaccumulare.

Non ci sono novità nemmeno in Europa, sia sul DAx

sia sul Fib, il cui movimento mi da l'impressione di un'accumulazione.

In particolare posto il grafico di Intesa (per chi me l'aveva chiesto), che contribuisce molto a questa impressione, avendo rotto da tempo la ribassista di lungo.Avrebbe un target ideale di ingresso a 1.8

Oro e simili hanno avuto un'importante rottura al ribasso, piuttosto in anticipo rispetto alle attese, vedrei un target di questa discesa nella zona tra la linea verde e quella rossa tra qualche settimana, su un eventuale rimbalzo in zona 1300 chiuderei le posizioni rialziste.

A seguito del flash crash della sterlina l'EURUSD ha allungato un pochino l'ultimo minimo, ma se vogliamo, anche qui non è successo niente.

Dimenticavo il petrolio, potrebbe correggere uun po' a breve, ma resta rialzista.

venerdì 7 ottobre 2016

Sp550 e oil 7-10-16

Lo sp500 resta nella sua laterale e restano pochi giorni per la prospettata discesa, venerdì il dato sul lavoro potrebbe dare una scossa.

Sul petrolio posto questo grafico che dice tutto, qualora ci fossero ancora dubbi!

domenica 2 ottobre 2016

Sp500 Nasd100 & C. 3-10-16

Nonostante il recupero di venerdì il conteggio portato avanti da tempo non è ancora invalidato, direi che tutto il movimento a partire dal 12/9 è da interpretare come una notevole forza del mercato, ma da inquadrare in un periodo dove avremmo dovuto assistere a una pesante correzione, detto periodo non dovrebbe essere ancora finito e probabilmente detta forza latente farà sì che si scenda meno del previsto. Ricordo che il target ideale sarebbe 1960, quello minimale 2070, ma che ogni punto al di sotto dei 2120 (linea tratteggiata rossa) potrebbe essere sufficiente. Temporalmente dovrebbero mancare una decina di giorni.

Sul Nasdaq quello in grafico è l'unico conteggio che riesco ad elaborare in coerenza con quanto sopra. S'intende che in caso di rottura dei massimi sarebbe tutto da rivedere.

Stesso discorso per fib e nasdaq, i recenti movimenti possono aver complicato il conteggio, ma nulla è cambiato per i potenziali target.

L'Eurusd sembra confermare l'idea rialzista, manca giusto la rottura delle trend (viola e rossa) per arrivare nel peggiore dei casi a un doppio massimo.

Il petrolio, che ha un conteggio molto simile ha appena rotto la ribassista di breve e mostra delle ottime premesse per andare oltre i 52$.

Oro & C. non hanno avuto variazioni significative.

P.s. Sto facendo una valutazione delle possibili alternative in Italia, potete suggerirmi una banca/broker che tratti futures e opzioni su indici e titoli americani. N:B: NO CFD E' gradito che l'eventuale conto abbia anche un rendimento (sia pur al momento per forza simbolico) bancomat, carta di credito e bonifici gratuiti Potete scrivermi in privato grazie!