Translate

Cerca nel blog

giovedì 3 agosto 2017

SPX 3-8-17

Il tempo per il previsto affondo sotto 2457 sta scadendo ed anzi potremmo aver avuto la chiusura mensile con l'affondo di oggi che si è limitato ai 2464, queste imprecisioni mi lasciano sempre molto perplesso riguardo ai cicli. Per il resto traduco in pratica il report di Caldaro che mi sembra interessante. Se non si violasse il massimo a 2481 potremmo essere in una B distributiva preparatoria per una C sotto i 2400. Nonostante il DJ segni nuovi massimi praticamente tutti i giorni e la prestazione positiva di AAPL di oggi che pesa molto sul Nasdaq100 sono innegabili sia la debolezza dell'indice tech, sia del Russell e se si osserva XLI (ETF sui titoli industriali USA) è evidente il trend discendente anche di quest'ultimo, segno che il momentum del DJ, nonostante tutto, sta scemando.

Non so se riuscirò a redigere il report nel prossimo week end per la solita interruzione estiva.

In tal caso buone vacanze a tutti!

sabato 29 luglio 2017

Sp500 & C. 31-7-17

Purtroppo leggo in giro una convinzione generale che lo sp500 sia pronto a correggere, il che mi fa temere che non sia così.

Le ipotesi restano invariate rispetto a quanto scritto ieri, ovvero se violassimo 2450 potremmo prospettare i target di lungo visti la settimana scorsa e siccome mi sembra di percepire più una rotazione settoriale che una correzione, specie in uscita dai tech e in entrata verso i petroliferi probabilmente sarebbero da preferire quelli alti perché in un certo qual modo supporteranno l'indice.

Sul brevissimo dovremmo avere un'ulteriore discesa nei prossimi giorni, che dovrebbe andare sotto il minimo del 27 (in verde), se ci si spingesse al disotto di 2450 sarebbe una conferma ribassista per il seguito, ma sarebbe comunque probabile un rimbalzo (in rosso), mentre una sua tenuta renderebbe più probabile un nuovo massimo verso 2489 (in azzurro).

L'Italia nonostante tutto ha raggiunto il target indicato ed ora dovrebbe correggere verso i 19600.

In alternativa, se tutto il rialzo fosse correttivo, quindi in tre onde, il ribasso potrebbe arrivare fino a 17500, ma al momento sembra difficile.

Il Dax resta in linea con quanto indicato la settimana scorsa.

Anche EURUSD resta direzionato verso 1.2 come indicato la settimana scorsa

Con oro e matalli al traino, un break di 1300 aprirebbe le porte ai 1380.

Infine il petrolio è arrivato al target massimo possibile se deve riprendere la discesa verso 37, è comunque probabile una correzione avendo raggiunto la ribassista di medio.

venerdì 28 luglio 2017

Sp500 28-7-17

Ieri scrivevo su FB "Ad oggi il mio conto su sp500 sarebbe terminato." Il mini flash crash di oggi tenderebbe a far pensare che sarebbe il momento. Per i conteggi principali di lungo sono validi quelli segnalati domenica.

La maggior debolezza del Nasdaq e la reazione alle trimestrali del giorno lasciano propendere per la correzione suindicata,tuttavia dobbiamo tener presente anche i conteggi alternativi, c'è la possibilità che la discesa di oggi sia una 4 interna, il che indicherebbe un target finale a 2489, ma per questa ipotesi non si dovrebbe violare quota 2450. Concludendo dovrebbe essere iniziata la correzione attesa (con contemporanea chiusura del ciclo mensile in corso) ne avremmo conferma alla rottura di 2450 verso i target indicati nel grafico.

domenica 23 luglio 2017

Sp500 24-7-17

Gli indici americani si sono mostrati più forti del previsto, specialmente il Nasdaq. Molti titoli probabilmente scontano già delle buone trimestrali, potrebbero quindi subirne le conseguenze se queste non fossero così spettacolari. Da lunedì comincia la stagione delle stesse.

Tornando all'indice principale, in pochi giorni ha raggiunto e superato il target atteso grazie all'ennesima espansione. Sul brevissimo L'onda in corso potrebbe essere terminata (ipotesi blu) e rinvio ai conteggi di medio per il prosieguo, oppure quasi terminata (ipotesi verde) dove sarebbe in corso l'ultima correzione con target ideale 2453 e target finale 2487.

Sul medio periodo, come dicevo, il rialzo si è prolungato più delle attese, terminata l'onda in corso dovremmo avere la famosa correzione di più ampio respiro.

Ora però, con tutti gli allunghi che abbiamo visto, c'è qualche incertezza in più sul conteggio, ovvero più varianti, mi limiterò cmq alle due principali, che cmq avranno spazio una volta terminato il conteggio di breve.

Sui recenti massimi o su quelli da fare un po più su dovrebbe terminare un movimento importante, che potrebbe essere onda 3 verde, come riportato sul grafico, che vorrebbe una correzione almeno fino a 2360 oppure saremmo ancora in onda 3 rossa e allora il primo target sarebbe a 2385.

Fra tutte queste possibilità per il breve attenderei come un'indicazione short, la rottura di 2450 o il raggiungimento di 2487, successivamente propenderei per un movimento veloce, magari nella prima decade di agosto, sotto i 2400 che contemporaneamente funga anche da bear trap di medio periodo.

Per l'Europa tutta il chiarimento della BCE che non ci sarà tapering prima del previsto e il rialzo dell'EURUSD non sono state buone notizie, così il FIB ha segnato un nuovo massimo formato da regolari 5 onde interne, però leggermente inferiore alle attese e che sull'indice non rettificato nemmeno risulta come massimo. Cmq potrebbe essere tale e vorrebbe una correzione sui 19600.

Anche il DAx ha immediatamente invertito la rotta, senza neanche avvicinarsi ai massimi, quindi riterrei la 4 rossa ancora in corso e diretta verso il suo secondo target 11900.

Per il movimento di EURUSD tecnicamente non c'è alternativa ad un'espansione dell'onda corrente che vedrei diretta a 1.2.

Oro e argento si sono allineati dando un segnale di acquisto, prospettando un allungo di medio per EURUSD non posso non pensare lo stesso per i metalli.

Infine il petrolio ha segnato un top di poco superiore al precedente senza raggiungere il target ideale di B, ma il movimento sarebbe cmq sufficiente e il ribasso di venerdì sembra indicare la ripresa della discesa, come prospettato. Resta come target ideale la zona 37$.

giovedì 20 luglio 2017

Sp500 20-7-17

Anche la v ha espanso ed ha sforato un po' dovrebbe mancare ancora qualche spicciolo, certo oggi c'è la BCE e tutto può succedere.

mercoledì 19 luglio 2017

Sp500 19-7-17

Probabilmente la correzione attesa per 2440/45 si è compiuta a 2448, di qui possiamo attenderci un target di V, salvo ulteriori espansioni, a 2468.

C'è una possibilità che domani stesso possa segnare un minimo inferiore a 2448, ma la considero estremamente remota.

L'Italia sembra essersi allineata e propone un target ideale (future) a 21640, anche qui salvo espansioni.

domenica 16 luglio 2017

Sp500 & C. 17-7-17

Con gli sviluppi dell'ultima settimana si è chiarito che lo sviluppo corretto era quello verde, nel contempo avendo segnato già venerdì il target previsto ci si può attendere ulteriori allunghi. Al momento vedrei due ipotesi principali entrambe rialziste.

Una semplice per cui dai 2408 è partita una 5, che cmq già mostra un'espansione. Per questa ipotesi dovremmo avere a breve una correzione, lunedì o martedì, quindi o immediata o dopo un altro allungo della iii, considerando il sentiment molto positivo opterei per la correzione immediate che quindi avrebbe target 2440/45 e potrebbe essere un'occasione per chiudere almeno temporaneamente gli "short incastrati".

Questa idea propone un target finale intorno a 2470.

L'ipotesi più complicata vorrebbe i punti 3 e 4 bianchi come un'ulteriore espansione, quindi I-II in tal caso l'allungo potrebbe arrivare anche ai 2500.

Alla fine di quest'onda che sia la prima o la seconda ipotesi dovremmo avere la correzione che aspettavamo e che in base ai nuovi sviluppi non è ancora nemmeno iniziata.

Per l'italia, come già detto ci sono i segni che sia in corso onda 5 azzurra, il target varia a seconda che si consideri il grafico sic et simpliciter o rettificato per lo stacco dividendi, quindi 22300 per il primo caso e 22800 per il secondo.

Stessa cosa per il Dax con target 13350.

L'EURUSD è in forte ipercomprato ed anche il conteggio suggerisce una correzione a breve con target 1.11. Ma dovrebbe trattarsi solo di una correzione appunto.

Stranamente oro e argento sembrano indicare almeno un rimbalzo a breve, lo stop sarebbe piuttosto vicino a 1210 per chi volesse provare un long.

Infine il petrolio, a mio avviso necessita di un altro affondo verso il target 40/37 ed al momento sarebbe in corso una correzione di cui potremmo aver già visto il massimo a 47.5 oppure potrebbe arrivare al target ideale 48.2 che sembrava avere mancato in un primo momento.

giovedì 13 luglio 2017

Sp500 13-7-17

In relazione alle tre ipotesi formulate nel week end possiamo riscontrare che non essendoci stata discesa la rossa è venuta meno e nel frattempo abbiamo percorso la strada comune tra la rosa e la verde.

la rosa sarebbe in zona target 2445 circa, mentre l'ideale per la verde si pone a 2463, salvo espansioni.

L'EURUSD ha toccato 1.148 e potrebbe anche iniziare la sua correzione come indicato.

Il petrolio sembra preparare una nuova espansione al ribasso stop per gli short a 47.4$.

sabato 8 luglio 2017

Sp500 9-7-17

Anche questa settimana è stata caratterizzata da un affondo e successivo rimbalzo, nel frattempo il tempo ideale previsto per la chiusura del trimestre è terminato.Tuttavia, data l'imprecisione dei cicli potremmo avere un prolungamento di qualche giorno, i conteggi di Elliott non aiutano essendo possibili varie ipotesi in linea.

Dalla discesa avutasi a partire dai massimi è chiaro che quella in corso è una correzione, che, però non ha raggiunto il target minimo previsto. Di qui le seguenti ipotesi.

- Non avendo segnato un minimo inferiore a ai 2402 è possibile che l'ultima onda e il ciclo trimestrale non siano ancora terminati, nel qual caso ciò dovrebbe avvenire cmq nei primi giorni della prossima settimana intorno ai 2390 (in rosso);

- l'ultima onda può essere terminata giovedì u.s. in failure e così il ciclo trim., conseguentemente dovremmo avere ulteriore traccheggio senza affondi e senza nuovi massimi per un paio di settimane (in rosa);

- Non essendo stati raggiunti i target minimi previsti, potrebbe essersi sviluppata solo un'onda correttiva di grado inferiore, dovrebbe così seguire un nuovo massimo intorno a 2470 (in verde).

Per tutte le ipotesi ad un eventuale rimbalzo dovrebbe seguire una nuova discesa verso i target 2340/2270.

L'Italia si è mostrata relativamente più forte e stesso lunedì avrebbe dato un segnale di inversione, non ha raggiunto il target ideale, ma il conteggio è coerente, si potrebbe tentare un long con stop sul minimo e target oltre 22000.

Il Dax ha raggiunto il livello minimo di rintracciamento, ma ancora non colgo alcun segnale di inversione.

L'EURUSD dovrebbe raggiungere zona 1.15 e poi ripiegare a 1.11.

Nonostante la debolezza del dollaro e delle borse l'oro è sceso compromettendo il trend ascendente, addirittura l'argento ha visto un flash crash venerdì sull'uscita dei buoni dati sul lavoro che aumentano le probabilità di un amento tassi.

Il petrolio dopo il forte rimbalzo è andato molto vicino al target previsto, ma in seguito ha mostrato tutti i segni della ripresa del ribasso.

giovedì 6 luglio 2017

Attenzione!

che oggi marca male per azionario e obbligazionario.

domenica 2 luglio 2017

Sp500 3-7-17

Secondo il conteggio preferito il ribasso dovrebbe continuare almeno per una settimana, con rimbalzi contenuti e col raggiungimento del target minimo di 2340.

Se tutto andasse come descritto, poi si potrebbe anche proseguire per nuovi massimi poichè il movimento corrente ha tutta l'aspetto di una correzione. Possibili alternative: - non si tratta della correzione attesa, ma di una di grado inferiore che potrebbe già essere terminata, per tale ipotesi sarebbe indicativa la violazione di 2430; - se non si raggiungesse nemmeno il target minimo, potrebbe trattarsi soltanto della prima parte della correzione attesa, quindi il ribasso continuerebbe dopo un paio di settimane di tregua.

L'Italia sta disegnando una sequenza di tre onde infinita, in fondo potrebbe rientrare nell'idea iniziale di una 4 a 20400 e una 5 su nuovi max intorno a 22500. Anche qui il conto potrebbe essere già finito.

Il petrolio ha messo in campo un rimbalzo non troppo inatteso, ci vedrei bene un target intorno a 48.2 e prosecuzione del ribasso.

L'EURUSD prosegue nel suo rialzo ed ha raggiunto quasi 1.15, si potrebbe innescare a breve, a seconda delle varianti, un rintracciamento verso 1.11 o 1.08. N.B. Non ci sono ancora però segni di inversione.

Oro & C. non mi piacciono per niente, mostrano segni negativi nonostante debolezza dell'azionario e del dollaro.

venerdì 30 giugno 2017

Sp500 30-6-17

A quanto pare l'opzione del "il ribasso dovrebbe continuare, preferibilmente subito" è stata preferita. In base agli sviluppi odierni ogni rimbalzo dovrebbe essere contenuto dalla ora resistenza 2430 e la discesa continuare per circa un'altra settimana.

giovedì 29 giugno 2017

Sp500 29-6-17

In nottata il future ha segnato 2413 e spiccioli avvicinandosi molto al successivo supporto, ma oggi ha innescato questo rimbalzo a dir poco fuori luogo. Dietrologicamente potrebbe esser stata montata la solita trappola per fare le scadenza di fine mese sui massimi (pensavo che ormai si fossero stufati). Elliottianamente se non si va oltre, perchè i rispettivi punti ideali sono stati raggiunti in giornata, potrebbe trattarsi di un'onda 2 o x e quindi il ribasso dovrebbe continuare, preferibilmente subito, l'eventuale "traccheggio" sottrarrebbe tempo alla discesa attesa.

martedì 27 giugno 2017

Sp500 28-6-17

Finalmente ha ceduto il 2428 prossimo 2411

lunedì 26 giugno 2017

Sp500 27-6-17

Sono malato quindi la faccio breve, "continuazione del rimbalzo lunedì" realizzata e chiusura a 0 che è in linea con l'attesa ribassista.

domenica 25 giugno 2017

Sp500 26-6-17

Venerdì un altro tentativo di salita che però non ha raggiunto i 2445 indicati, mi aspetterei una continuazione del rimbalzo lunedì e poi, se i miei conteggi sui cicli sono esatti tra una decina di giorni dovremmo avere la chiusura del trimestre, quindi con una correzione di un certo livello, la precedente, che non è stata nemmeno particolarmente cattiva, ha portato dai 2400 ai 2323. Ora dovendo rispettare anche Elliott il target ideale resta a 2270, ma terrei presente il secondario a 2340, che diventa particolarmente interessante se vorranno mantenere la sequenza di minimi crescenti.

Il Nasdaq si è mantenuto intorno al suo target dei 5810, senza darci troppo da pensare con un allungo fuori misura.

L'Italia mi da l'idea di essere in debito di una salita, ma che i pochi rimasti non considerano i prezzi correnti un affare particolarmente interessante, per cui c'è bisogno di un maggior incentivo che può venire solo da prezzi più bassi.

Diverso è il DAX che segnava poco fa dei nuovi massimi, ma che pure sembra necessitare di una correzione.

Il petrolio è ancora ribassista, anche se potrebbe rimbalzare un po', ricordo che il mio target è all'incirca 37$.

L'EURUSD sembra già pronto a tornare al rialzo, con una correzione minima, prospettando un prossimo target a 1.138 (cash)

In parallelo anche l'oro sembra aver trovato supporto sulla trend rialzista e segna qualche nuovo progresso.

venerdì 23 giugno 2017

Sp500 Ndx 23-6-17

Forse la discesa potrebbe essere più imminente del previsto, ma è appunto solo un forse.

Nonostante il rimbalzo di alcuni settori lo sp500 chiude sui minimi e il Nasdaq non ha più realizzato un nuovo massimo.

Sullo sp di brevissimo possiamo fare tre ipotesi: - il rimbalzo di oggi era solo una prima onda di rimbalzo e potrebbe fare un secondo tentativo verso il target dei 2445 (future 2442) che oggi è stato mancato (in rosso); - quella di oggi era solo una prima onda rialzista, ma dovremmo segnare nuovi massimi per conferma (in verde) - Il rimbalzo è già terminato (in viola) e, in tal senso, deporrebbe anche il nasdaq, ma potrebbero riallinearsi anche dopo lo svolgimento dell'ipotesi 1;

mercoledì 21 giugno 2017

Sp500 21-6-17

In questi giorni mi sembra di essere una pallina da tennis che subisce racchettate da una parte all'altra.

Oggi l'indice è andato sotto il livello atteso dei 2440 e ancor più grave ha rotto il massimo della i (linea rossa) di conseguenza si aprono 3 ipotesi:

si tratta di un'ennesima espansione (in verde) che promette target più alti dei previsti 2460;

quest'ultima onda si sta sviluppando in Ending Diagonal (in rosso) per cui manca un ultimo rialzo in zona 2455, il che vale per il future che posto sotto. Invece per l'indice la invasione non c'è stata per cui potrebbe procedere regolarmente verso i 2455/60, avremmo l'invasione solo ai corrispondenti 2431 di future;

la v attesa si è già verificata nell'elettrocardiogramma che si vede sui massimi e quella in corso è la prima onda di ribasso (in azzurro);

Francamente un'altra espansione mi sembra fuori luogo e guardando soprattutto alla debolezza del Nasdaq, scarterei la prima ipotesi. Per comprendere la altre due comincerei ad aprire short, per la ipotesi tre, da mediare in zona 2455, per la due. Una copertura con l'acquisto contemporaneo di call 2455 non ci starebbe male.

P.S. un altro motivo per temere un ribasso è che il prezzo discendente del petrolio non ha avuto ancora effetti sull'azionario ed in genere a un certo punto non ha mai mancato di farsi sentire.

martedì 20 giugno 2017

Sp500 20-6-17

Che il ribasso non fosse imminente l'avevamo capito, ma che la continuazione del rialzo lo fosse, invece no. Cmq si può dire che è ancora rispettato lo schema generale e che si sia diretti verso i 2060 di target finale.

Il conteggio si è quindi sviluppato come segue, sarebbero attese approssimativamente iv a 2440 v di III 2455 IV 2444 V di 5 2458/60 (valori future)

Il Nasdaq resta relativamente più debole e potrebbe limitarsi ai 5800/10

domenica 18 giugno 2017

Sp500 19-6-17

In settimana vi ho mostrato l'ipotesi rialzista,

e l'ipotesi ribassista,

ma, in verità si può dire che l'indice non sia andato da nessuna parte, nel contempo è parecchio aumentato il sentiment negativo specie a causa della debolezza del Nasdaq, il che mi fa pensare che non si sia ancora pronti a scendere, dovranno prima convincere il parco buoi che si sale ancora.

Conseguentemente al momento mi sono orientato su un'ipotesi laterale, ovvero che la 4 si stia sviluppando in forma triangolare e che non sia ancora terminata. Il che comporta un ritorno al target ideale di 2407 di cui parlavo qualche giorno fa e cmq inferiore ai 2418 già segnati, ma anche il riabbassamento a 2404 (massimo della 1) del punto di rottura per il ribasso.

Un'idea simile potrebbe calzare anche al fib di una 4 che necessita di completamento con un altro affondo in zona 20400/500

L'oro è sceso parecchio e i suoi fratelli ancor di più, l'aumento dei tassi non è certo a loro favore,ma finchè tiene la rialzista non dovrebbero esserci problemi.

L'EURUSD nel contempo non ha poi perso tanto e dovrebbe avere in corso una IV con target 1.11 per poi allungare a 1.135/14

Petrolio sempre negativo.

giovedì 15 giugno 2017

Sp500 16-6-17

Ieri vi ho mostrato il conteggio rialzista ed ero più favorevole ad esso, oggi però con l'apertura in gap down e la chiusura sul livello ideale di rintracciamento per una ii, propenderei per quello ribassista.

La mia impressione è che i big non l'abbiano lasciato andare perchè le scadenze DEVONO essere alte o quantomeno non sotto i 2400 (ci sono troppe p2400 in giro), il supporto a 2415 ha tenuto di poco e stavolta bancari e finanziari non sono andati particolarmente bene, mentre il recupero del Nasdaq è stato minimale, il tutto mi indica una certa debolezza.

Concludendo per i ribassisti il livello di chiusura a 2433 è l'ideale per entrare short, stop sopra 2445.

Per i rialzisti la rottura del minimo di oggi a 2416/15 è il livello per lo stop/reverse.

Sp500 15-6-17 agg.

Sembrerebbe che l'alternativa della 5 in failure non fosse poi così vaga, tanta negatività prima dell'apertura non depone certo a favore del rialzo, manca poco al 2415 indicati. Li ha tenuti per poco finora.

mercoledì 14 giugno 2017

Sp500 15-6-17

LA FED fa pari e patta, aumenta i tassi come previsto, ma non si sbilancia sul futuro con un equo "dipende dai dati". Il Mercato tocca il suo top e poi rintraccia, a mio avviso si tratta della solita espansione che comunque potrebbe coincidere col progettato target a 2460 e con la previsione di scadenze sui massimi.

In via secondaria teniamo presente che il tocco dei massimi avrebbe potuto essere una 5 in failure, per cui alziamo a 2415 il trigger per lo short contro previsione.