Translate

Cerca nel blog

domenica 12 novembre 2017

Sp500 & C. 13-11-17

L'evoluzione di questa settimana è stata perfettamente in linea con le attese e, nonostante l'espansione è stato rispettato il target previsto a 2595/98, ma per averne riscontro bisogna osservare il future piuttosto che l'indice in quanto i top si sono tutti registrati fuori mercato.

Sempre sul future è piuttosto leggibile in 5 la discesa dal massimo, per cui, considerando che attendiamo niente di più della solita correzione, la discesa si pone come onda A la successiva risalita B che può essere: - già terminata (conteggio in rosso) oppure - ancora a metà strada e quindi necessita di un altro allungo sopra 2585 (conteggio in verde) per entrami i casi dovrebbe seguire una discesa con target 2553/28 (future) Quanto sopra è l'ipotesi principale con le sue due varianti, verrebbe smentita da una salita sopra 2595.

Sul medio termine, il conteggio ha seguito i passi indicati anche se il grafico appare leggermente diverso e i supporti leggermente più alti, (orizzontali bianche) il che indurrebbe a pensare che i minimi possano avvenire ancora fuori mercato, il successivo target dovrebbe essere 2615/20. Consideriamo poi l'ipotesi secondaria per cui sul top sia terminata onda III verde invece di onda III bianca, in tal caso il target di rintracciamento ideale si porrebbe a 2525/50 con stop 2490 (orizzontale rossa).

Il dax sembra abbastanza allineato ed ha già raggiunto il target minimo di correzione, continuando così potrebbe raggiungere il successivo a 12950 per poi andare sui 13800.

L'Italia si mantiene stranamente più forte, e i 20500 progettati mi sembrano piuttosto lontani, così ho pensato, come alternativa, che potremmo avere un'espansione dell'ultima onda, in tal caso il target ideale di rintracciamento sarebbe 22500 con stop 22000.

Dietrologicamente l'idea è che siamo all'ennesimo "al lupo, al lupo" non abbiamo neanche cominciato e già sono tutti ribassisti, una rottura del minimo di giovedì ne convincerebbe altri e lì potrebbe scattare l'ennesima inversione "a sorpresa".

L'oro è rimasto praticamente invariato, ma non sembra avere molta forza, penserei a un riappoggio sulla ribassista rossa.

In linea dovrebbe essere l'evoluzione dell'EURUSD, che dovrebbe essere al termine dell'ultimo rimbalzo (zona 1.17) prima del minimo previsto a 1.1485 quindi con un rafforzamento temporaneo del dollaro.

Il petrolio è ancora al rialzo e potrebbe correggere fino a 54.5.

7 commenti:

giulio ha detto...

Scusa piergiovanni, riguardo il FIB, perchè non cosi?
https://s1.postimg.org/23mjww25wv/fib13-11-17.jpg

Piergiovanni ha detto...

Non è che il tuo non rispetti i criteri, ma c'è una certa disarmonicità e sproporzione tra la 4 e la 1 come la proponi, inoltre il target di 23000 sarebbe conseguente al conteggio come l'ho riportato io.
Nel caso fosse come lo metti tu il target sarebbe stato un doppio max 22850 e in caso di doppio max la fine dell'onda sarebbe ancora più probabile.
Insomma la motivazione risiede più nell'esperienza che altro.

giulio ha detto...

Grazie, sempre interessante la tua opinione :)

Anonimo ha detto...

Cpmplimenti per il Blog. Partendo dal presupposto che a mio avviso a 2597 e' terminato il rialzo partito da 666 del 2009 di sp500, qual è il livello al di sotto del quale si può parte di ribasso di medio termine ? Grazie Piergiovanni

Piergiovanni ha detto...

2490 l'ho indicato come livello di stop

giulio ha detto...

Piergiovanni ha detto:
"Non è che il tuo non rispetti i criteri, ma c'è una certa disarmonicità e sproporzione tra la 4 e la 1 come la proponi"

beh è per la regola dell'alternanza! che diamine :-) ... no scherzo ovviamente, ora comunque è scesa cosi tanto che non ci sono dubbi, ma anche la tua alternativa verde di un espansione è fuori gioco, resta forse sicuramente valido il tuo discorso sulla finta e sul sentiment, ho idea che il mercato ti fara modificare qualcosa in quel conteggio però
Ciao Grazie

Piergiovanni ha detto...

beh 20500 è il target ideale, quello minimo è 21500 che mi pare più possibile a questo punto