Translate

Cerca nel blog

mercoledì 30 novembre 2011

Nasdaq 1-12-11

Il rintracciamento di un'ipotetica 2 è stato fatto dai futures durante la notte e, viste le notizie uscite, abbiamo poi assistito ad una partenza a razzo.
Direi che l'unico conteggio possibile è il seguente

solo andando IMMEDIATAMENTE sotto 2240 si riaprirebbero delle prospettive negative.

Per il FIB il conteggio è lo stesso e saremmo in piena onda 3 di 1 di C
la prossima resistenza si pone a quota 16000 dove forse potrebbe terminare onda 1 di C.
Stavolta Europa ed America sembrano essere allineate, vedremo il seguito.

martedì 29 novembre 2011

Nasdaq e FTSE MIB 29-11-11

Oggi abbiamo avuto il rimbalzo previsto secondo entrambi gli schemi proposti, il problema adesso è che il prosieguo tra i due sarebbe un po' contraddittorio, ovvero per il FTSE MIB sarebbe previsto un altro minimo, mentre per il Nasdaq non più.
Sebbene un altro minimo per entrambi non si possa ancora escludere al 100%, considerato che il conteggio del Nasdaq100 ha, per il momento corrisposto in pieno alle attese

e che la 4 attesa sul FIB è andata abbastanza oltre il suo target

a questo punto ritengo più probabile che sia finalmente partita onda 1 di 3/C e quindi non dovremmo avere un minimo inferiore a quello di venerdì u.s.
e, visto il conteggio proposto sul fib, che al posto delle 123 rosse andrebbe collocato un abc e detta onda si sia completata in 3 movimenti.
Sono possibili altre varianti negative, ma le vedremo in seguito se sarà il caso.

domenica 27 novembre 2011

Nasdaq e FTSE MIB 28-11-11

Il Nasdaq ha raggiunto il target indicato e si incomincia a vedere una divergenza oltre all'ipervenduto, tuttavia mi preoccupa un po' che i rimbalzi siano stati tutti inferiori al dovuto quindi ritengo probabile la necessità di un altro piccolo minimo, magari dovuta a qualche sub onda che non si lascia contare bene. Si tenga sempre presente che il conteggio presume la tenuta del minimo precedente a 2050, in caso contrario sarebbe tutto da rifare.



Stessa presunzione e stessa situazione sul FIB per il quale vedrei un target di onda 4 di C a 14400 circa, anche se la chiusura USA non aiuta questa previsione. Anche qui dovrebbe comunque mancare un altro minimo...tra 3 giorni?

lunedì 21 novembre 2011

Nasdaq 22-11-11

A quanto pare la v di 3 è stata più profonda del previsto, non resta che adeguarci, ritenendo che sia terminaa si può calcolare un target per la 4 in zona 2250/60 e poi la 5 a 2150

sabato 19 novembre 2011

Nasdaq 20-11-11

onda iv si è svolta come previsto, il future ha toccato un massimo di 2290 proprio in premarket per poi scivolare lentamente su nuovi minimi.
A questo punto dovrebbe essere completata o quasi onda 3 di c di B (quasi perchè target ideale sarebbe 2240) e si dovrebbe ritornare a 2290/2300 per formare onda 4.
Attenzione perchè il completamento della 3, se necessario, o anche questa 4 potrebbero essere sviluppate durante il premarket di lunedì, al fine di creare un po' di incertezza.

giovedì 17 novembre 2011

Nasdaq 18-11-11

Gap down c'è stato anche se quasi impercettibile.
Dovrebbe essere ancora in corso onda iii di c di B/2 come si vede dal grafico.
la iv avrebbe un target ideale di 2295 circa e, attenzione perchè potrebbe svilupparsi durante il premarket, ovvero durante la sessione europea.

Nasdaq 17-11-11

A quanto pare non ho troppa immaginazione e le cose sono andate come avevo anticipato, anzi a giudicare dal Nasdaq direi che è pronto per lo scrollone di cui parlavo

Il grafico promette per oggi un'apertura in gap down.
Il quadrato indica la zona target, non dovrebbe essere difficile contare le 5 onde della c di B/2.
Per gli indici europei la situazione è molto simile, mi aspetterei un arrivo sui 14300 per il FTSE-MIB o cmq una quota inferiore all'ultimo minimo 14800 o 3000 per il CAC.

domenica 13 novembre 2011

Cac Nasdaq e Bund 14-11-11

Oggi più che un'analisi farò un po' di dietrologia.
Venerdì i mercati festeggiavano il nuovo governo italiano in cui han riposto tutte le loro speranze,...speranze appunto, si vocifera della famigerata patrimoniale come la panacea di tutti i mali d'Italia, ma di fatto non c'è ancora nulla di nuovo.
Trattandosi di un problema di liquidità e non di insolvenza, personalmente l'unica patrimoniale che potrei considerare accettabile/giusta sarebbe costituita da un investimento forzoso in un fondo costituito dallo Stato, dove ci si metta:
i famosi immobili da dismettere e le quote statali residue di ENEL, ENI, FINMECCANICA, BANCOPOSTA, ETC. Fondo che dovrebbe garantire anno x anno un dividendo e la restituzione di una quota parte dell'investimento, senza quindi svendere dette quote in un momento inopportuno e senza derubare, come al solito, i cittadini.
Tornando al punto precedente, i mercati venerdì sembravano festeggiare in anticipo e forti sono le attese per lunedì...non vi sembra tutto un po' troppo facile?
Ho idea che si possa aprire anche bene, ma che potrebbe seguire un rintracciamento di qualche giorno e poi perse le speranze finalmente ripartire.
Faccio un'altra premessa, mercoledì ho visto i BTP perdere il 5% in un giorno, evento a cui non avevo mai assistito, ma contemporaneamente a tale evento si può dire che l'azionario reggeva discretamente, gli indici saranno acnhe stati negativi, ma in una situazione del genere un mese prima avrebbero tranquillamente perso il 10%.
Da tutto ciò direi che l'azionario sta certamente accumulando nella zona 14000/16000.
Giovedì e venerdì entrambi i mercati hanno recuperato discretamente le perdite di mercoledì, tuttavia per i BTP pare che ci sia stato un massiccio intervento della BCE e per l'azionario ho potuto osservare volumi progressivamente in calo su tutti i mercati, ma anche sul bund che chiaramente era in discesa. Ora i volumi in calo potrebbero essere tipici della giornata semifestiva negli USA (venerdì era il Veteran's day con mercati aperti e banche chiuse), quindi non ci sarebbe nulla di scandaloso, ma non si ha certo l'impressione di tranquillità che potrebbe far salire senza esitazioni.
Mi sono messo a vedere se ci poteva essere un conteggio che aiutasse a prevedere le prossime mosse del "nemico" ebbene,
sul CAC40 che fino a qualche giorno fa era il più "pulito", a partire dal recente massimo riesco solo a vedere una serie di abc, dal che se ne deduce:
1) c'è una correzione in corso ed in quanto tale i minimi assoluti dovrebbero rimanere intatti
2) che tale correzione potrebbe essere terminata col terzo abc (poco sopra i 3000) oppure no, solo sopra i 3230 potremmo ragionevolmente pensare che sia ricominciato il rialzo


Il grafico del FTSE-MIB è molto simile, anzi paradossalmente migliore, molti di quelli che qui si presentano come abc, lì sembrano sequenze di 1-2, cmq sopra i 16000 ci si toglierebbe ogni dubbio.

L'idea che, contrariamente alle aspettative generali, si possa scendere nel brevissimo, trova una maggiore chiarezza nel grafico Nasdaq100 dove avremmo ancora il vecchio target a 2200 che dovrebbe completare la correzione.
Secondo il conteggio che qui segue

Conteggio che chiaramente salterebbe sopra i 2420.
Concludendo se la prossima settimana avremo la forza di oltrepassare i 16000 vorrà dire che ho troppa immaginazione, in caso contrario penserei all'ultimo scrollone prima di ripartire...un classico doppio pacco!

domenica 6 novembre 2011

CAC40 6-11-11

Al momento il conteggio che ritengo più attendibile è il seguente,

quindi con rialzo destinato a continuare, con prima conferma sopra il massimo di venerdì e negazione sotto i 3000.

mercoledì 2 novembre 2011

Cac e SP500 2-11-11

L'ipotesi prospettata venerdì sta assumendo concretezza, il CAC in soli due giorni ha quasi raggiunto il suo target intorno ai 3000 e per converso il bund è schizzato in alto, anche troppo in verità.

Conteggio sulla stessa falsariga possiamo ritrovarlo sullo sp500

su quest'ultimo indice dovremmo avere un rintracciamento ideale a 1165 e per il Nasdaq a 2190, ma essendo più forti rispetto all'Europa non mi meraviglierebbe si fermassero un po' prima.
In ogni caso e per tutti gli indici mi aspetterei ancora almeno una o due sessioni sulle montagne russe.
Inoltre bisogna tener presente la possibile alternativa che illustro sullo sp500.


Di conseguenza al momento la mia idea è di comprare con stop sotto il minimo del 23/9per l'Europa, 4/10 per gli USA.
Mi fa piacere constatare in giro un forte pessimismo a conferma della mia idea contraria ;)