Translate

Cerca nel blog

domenica 19 novembre 2017

Sp500 & c. 20-11-17

Come postato in settimana l'indice sembra avere toccato il supporto di correzione minimo per poi riprendere il rialzo, tuttavia la chiusura di venerdì, non proprio brillanta getta qualche ombra. Riassumendo la situazione abbiamo tre ipotesi: - rialzista con espansione (in verde), la correzione di venerdì dovrebbe essere appunto una seconda espansione ad avrebbe livello ideale a 2574; - rialzista semplice (in azzurro), per questo caso ipotizzo che tutta la salita da 2557 sia un'unica onda di cui non riesco a distinguere IV-V, e sia in corso il relativo rintracciamento, target ideale 2570; - ribassista (in rosa), per il caso che la correzione debba continuare, dovrebbe essere cmq contenuta entro i 2525/40 per cui non saprei nemmeno se valga la pena applicare lo stop, sia per la vicinanza dei successivi supporti, sia perchè in questo caso onda X avrebbe rintracciato la discesa quasi al 100%, potrebbe capitare che si vada solo qualche punto sotto il minimo precedente per poi recuperare.

Personalmente preferisco la prima ipotesi oltre che per vari segnali sugli indicatori e per il sentiment generale troppo in attesa di una correzione "seria", anche per altre coincidenze che esporrò via discorrendo.

Ciclicamente, per quel poco che ne capisco, mi trovo abbastanza con i tempi della correzione e relativa ripresa, come fine di un mensile e inizio di uno nuovo.

Poi, come dicevo prima, si è ripetuto il solito copione, rintracciamento minimo, ma sufficiente, successiva ripresa del rialzo.

Il petrolio che ha segnato la correzione prevista in parallello all'azionario, ne ricaverei un prossimo target a 59$, quindi i titoli del settore dovrebbero aiutare il rialzo degli indici.

L'EURUSD ha omesso l'ulteriore affondo che avevo pronosticato e si è invece allungato troppo al rialzo, tanto che ho dovuto modificare il conteggio ipotizzando che la correzione sia già terminata, per ora considererei acquistabile un rintracciamento in zona 1.17.

Questa tenuta, ovvero debolezza del dollaro, sembra aver dato impulso ai vari metalli e anche materie prime in generale, così, notiamo sull'oro una tenuta dei 1260 e improvvisa ripresa, potrebbe forse lateralizzare ancora un po', ma la situazione sembra mutata rispetto all'idea ribassista (anche questa un po' troppo diffusa) della settimana scorsa. E anche qui il settore potrebbe unirsi al resto favorendo i nuovi massimi.

Situazione più negativa per l'Europa dove la ripresa USA non sembra avere aiutato, in questo momento FIB e DAX non mostrano pari entusiasmo, mentre per il dax la possibilità di un nuovo massimo ci potrebbe stare, anche se comincio a dubitare del mio stesso conteggio, il FIB ha formato un minimo inferiore al precedente e siccome il conteggio ancora funziona, penserei al massimo ad una correzione verso 22500 prima di riprendere la discesa.

giovedì 16 novembre 2017

già finito ? 16-11-17

Il recupero di oggi sia pur terminato, una tantum, a metà strada, non è molto coerente col conteggio postato ieri, potrebbe trattarsi di un'espansione della C, ma oggi ho riscontrato un sentiment molto negativo è giusto quindi considerare la seguente alternativa rialzista, del resto il target minimo di rintracciamento indicato nel week end, è stato toccato. Stop 2555 target 2615.

mercoledì 15 novembre 2017

domenica 12 novembre 2017

Sp500 & C. 13-11-17

L'evoluzione di questa settimana è stata perfettamente in linea con le attese e, nonostante l'espansione è stato rispettato il target previsto a 2595/98, ma per averne riscontro bisogna osservare il future piuttosto che l'indice in quanto i top si sono tutti registrati fuori mercato.

Sempre sul future è piuttosto leggibile in 5 la discesa dal massimo, per cui, considerando che attendiamo niente di più della solita correzione, la discesa si pone come onda A la successiva risalita B che può essere: - già terminata (conteggio in rosso) oppure - ancora a metà strada e quindi necessita di un altro allungo sopra 2585 (conteggio in verde) per entrami i casi dovrebbe seguire una discesa con target 2553/28 (future) Quanto sopra è l'ipotesi principale con le sue due varianti, verrebbe smentita da una salita sopra 2595.

Sul medio termine, il conteggio ha seguito i passi indicati anche se il grafico appare leggermente diverso e i supporti leggermente più alti, (orizzontali bianche) il che indurrebbe a pensare che i minimi possano avvenire ancora fuori mercato, il successivo target dovrebbe essere 2615/20. Consideriamo poi l'ipotesi secondaria per cui sul top sia terminata onda III verde invece di onda III bianca, in tal caso il target di rintracciamento ideale si porrebbe a 2525/50 con stop 2490 (orizzontale rossa).

Il dax sembra abbastanza allineato ed ha già raggiunto il target minimo di correzione, continuando così potrebbe raggiungere il successivo a 12950 per poi andare sui 13800.

L'Italia si mantiene stranamente più forte, e i 20500 progettati mi sembrano piuttosto lontani, così ho pensato, come alternativa, che potremmo avere un'espansione dell'ultima onda, in tal caso il target ideale di rintracciamento sarebbe 22500 con stop 22000.

Dietrologicamente l'idea è che siamo all'ennesimo "al lupo, al lupo" non abbiamo neanche cominciato e già sono tutti ribassisti, una rottura del minimo di giovedì ne convincerebbe altri e lì potrebbe scattare l'ennesima inversione "a sorpresa".

L'oro è rimasto praticamente invariato, ma non sembra avere molta forza, penserei a un riappoggio sulla ribassista rossa.

In linea dovrebbe essere l'evoluzione dell'EURUSD, che dovrebbe essere al termine dell'ultimo rimbalzo (zona 1.17) prima del minimo previsto a 1.1485 quindi con un rafforzamento temporaneo del dollaro.

Il petrolio è ancora al rialzo e potrebbe correggere fino a 54.5.

martedì 7 novembre 2017

Sp 6-11-17

Al momento la vedo così

domenica 5 novembre 2017

Sp5005-11-17

Questa settimana lo sp ha fatto un po' le bizze, a un certo punto ha illuso che si facesse la dovuta correzione, invece pare che ci sia stata l'ennesima espansione, in verità mi pare abbia meno forza del solito, verrei smentito se lunedì/martedì facessero un gap up, altrimenti propenderei per una ED magari sul precedente target 2598.

Sebbene non si possa contare il medio lungo termine, l' ultima espansione è ancora più evidente sul Nasdaq100 dove i nuovi massimi sono netti.

Quindi per entrambi al momento il trend resta al rialzo!

Il dax non ha rispettato la correzione attesa, a questo punto ho parecchi dubbi sulla correttezza del conteggio, tuttavia la violenza degli ultimi movimenti conferma che è in corso una 3.

L'Italia ha raggiunto i 23000 preventivati, ma direi che può allungare ancora un po' diciamo 23300, attenzione che alla fine di quest'onda il target ideale vorrebbe i 20600.

L'oro non si è mosso particolarmente e così l'EURUSD che cmq segue il conteggio indicato.

Infine il petrolio continua la sua ascesa e i 57 sono vicini, come dicevo la scorsa settimana, per me anche i 60 sono possibili, potremmo cogliere qualche indizio in merito a seconda di come verranno raggiunti i 57, di getto o stancamente.