Translate

Cerca nel blog

martedì 30 settembre 2008

Nasdaq 30/9/2008

Sebbene personalmente propendessi per le ipotesi rialziste, quella che si è realizzata è quella ribassista, come ivi considerato alla rottura dei 1630 prima, e dei 1605 poi, il ribasso ha violentemente accelerato.
D'altronde le ipotesi rialziste presumevano un'euforia sulla notizia dall'approvazione del piano di salvataggio, che è stato invece bocciato, evidentemente qualcuno sapeva e ha giocato d'anticipo.
In fondo poco male, se si è attuato lo stop reverse, si sono già recuperate abbondantemente le perdite, d'altronde ho ripetuto più volte che il trend principale era al ribasso.
In compenso il TS50 continua ad incrementare la performance dell'anno...lui è più bravo di me :))
Ribadisco ancora una volta che lo scopo dell'analisi è, come in una partita a scacchi, prevedere tutte le possibilità e regolarsi di conseguenza, la mia opinione personale è relativa.
L'accumulo è aumentato poco oggi, soprattutto un po' nel finale, è come fosse stato messo da parte per il rialzo che verrà.
Circa l'analisi degli indici ho poco da dire, la sessione di oggi è senz'altro un'onda 3, ma di quale sotto onda è difficile dirlo, per ora è solo molto probabile che il minimo non si sia ancora visto, non sono esclusi temporanei rimbalzi, ma avremo ulteriori affondi.
Un eventuale rimbalzo immediato non dovrebbe superare quota 1578.
Circa l'euro sembra stia espandendo ancora, lo stop per la posizione lunga va applicato solo al di sotto del punto II di questo grafico http://borsaronero.blogspot.com/2008/09/25908.html il conteggio va chiaramente cambiato pondendo una i sul massimo e la ii sarebbe in formazione.
Infine sul bund, qualora superasse il precedente massimo a 116.13 dovrebbe essere in formazione un'onda 5 e, quindi, dovrebbe comunque correggere dopo. Target ideale in tal caso 116.90.
Tanto per dare un'idea di quello che ci aspetta posto 2 ipotesi di medio termine, la prima molto ottimistica, dove la 3 in corso sarebbe una 3 di 5 e quindi dovremmo vedere i minimi assoluti tra non molto

Purtroppo il grafico dello sp500 non concorda con questa visione e mostra ben 3 espansioni ribassiste (se non 4 qualora la B fosse un'altra 2) e l'onda in corso sarebbe solo la 3 centrale.

lunedì 29 settembre 2008

BUND FGBLZ8 29-9-08


In coerenza con la visione rialzista dei mercati direi che anche il bund sta terminando la sua correzione al rialzo (correzione nella correzione credo al momento), che dovrebbe trovare il suo target intorno a 115, potrebbe essere esaurita anche col 114.91 realizzato oggi, ma, in verità credo leggermente al di sopra di questa quota.

Nasdaq 28/9/08

Venerdì gli indici si sono mostrati piuttosto deboli ed il NAsdaq ha realizzato addirittura un minimo inferiore al precedente, ma, come avevo anticipato, non sarebbe stata una buona idea stoppare in tale frangente, infatti abbiamo avuto un discreto recupero a fine sessione.
Sebbene il trend principale sia al ribasso, ritengo che quello di brevissimo sia sempre al rialzo, forse ora si può alzare lo stop di eventuali posizioni rialziste sul minimo di venerdì intorno a 1630 (sempre con qualche dubbio, ma ritengo che al momento le maggiori probabilità siano per il rialzo, un'eventuale rottura anche di questo minimo mi farebbe sospettare che ci stiano solo prendendo in giro).
Considerata la maggiore debolezza mostrata dal Nasdaq rispetto agli altri indici abbasserei il target a un doppio massimo (1770) o poco più (1800), una certa conferma del rialzo atteso si avrebbe col superamento di quota 1715.
Infine i livelli di accumulo registrati sono ancora notevoli, nonostante alcune sedute di scarico viste di recente.
Il conteggio sul Nasdaq dovrebbe quindi essere quello nel primo grafico.


Lo SP500 anche dal grafico appare messo un po' meglio il target ideale dovrebbe porsi tra 1270 e 1310.


Farei particolarmente attenzione ad eventuali aperture in gap up, a mio avviso sono probabili i seguenti due scenari sulla notizia del varo del fantomatico piano di salvataggio da $700bn:
1) apertura in forte gap up con raggiungimento dei primi target e crollo immediato verso nuovi minimi
2) apertura normale o in leggero gap con entusiasmo perdurante 2 o 3 sessioni, probabile raggiungimento dei secondi targets e successivo crollo come sopra.
Ho atteso apposta l'apertura del premarket, ma nel momento in cui scrivo non succede niente di eccezionale

Per completezza, ma solo per completezza, perchè, come ho già precisato, ritengo più probabili le ipotesi rialziste, posto anche il grafico di quella ribassista (che cmq verrebbe meno al di sopra di 1715)

venerdì 26 settembre 2008

Nasdaq 25-9-08

Sebbene il movimento all'inizio della sessione fosse molto incoraggiante, lo si poteva abbastanza facilmente (specie sui future) contare in 5 onde, sul finale ed in after hour si è perso tutto il terreno guadagnato, il mercato è piuttosto isterico ed ogni movimento è guidato da notizie o dall'aspettativa di esse, per cui improvvisi capovolgimenti di fronte sono all'ordine del giorno.
La WM pare venga acquisita dalla JPM, ma, a giudicare dalla reazione in after hour direi che i termini dell'accordo (nel momento in cui scrivo non ne ho trovato i dettagli) non sono per niente favorevoli ai suoi azionisti.
Infine la sessione odierna ha registrato un certo scarico, ma l'accumulo è ancora preponderante.
Operativamente:
La discesa di fine giornata non mi è piaciuta per niente, per la sua profondità non si accorda tanto con l'interpretazione rialzista attesa.
Resta, inoltre, particolarmente oscuro il movimento nel cerchio rosso.
Mi si è chiesto nei giorni scorsi se fosse il caso di alzare lo stop a 1645 circa, ovvero l'ultimo minimo, la mia risposta è stata (e resta)...sì e no, sì perchè al di sotto di esso potrebbe riprendere il ribasso anche con violenza, no perchè potremmo avere semplicemente una correzione più articolata (quindi realizzare un nuovo minimo inferiore a 1645, ma non a 1605), prima di andare verso i 1835.
Tale stop può quindi essere ritenuto idoneo da chi vuole rischiare poco, ma quello tecnicamente corretto resta a 1605.
Faccio inoltre presente un'altra ipotesi, ovvero che la correzione abbia già visto il suo massimo a 1777 e di lì sia già ripartito il ribasso, in tal caso il target ideale di correzione sarebbe a 1725/30, questa ipotesi presume cmq che i 1645 non vengano violati, a tale quota sarebbe bene alleggerire metà delle posizioni.

giovedì 25 settembre 2008

€-$ 25/9/08



In base al conteggio illustrato il target finale sembrerebbe essersi accorciato a 1.495, ma continuiamo a tener presente l'1.515.
Se poi la risalita anzichè correzione dovesse rivelarsi ripresa del trend al rialzo (dell'Euro) chiaramente tali target verrebbero superati aggiungendo un altra onda prima di ripiegare.
N.B. il grafico è del Future e non del Cash.

Nasdaq 24/9/08

La sessione di oggi non ha aggiunto molto, interessante la strenua tenuta dei 1640 che han sempre respinto ogni tentativo di ribasso, da notare inoltre il fatto che nonostante i volumi non eccezionali l'orso è stato sempre tenuto a bada, mentre nelle sessioni di qualche settimana fa, bastava pochissimo, anche volumi insignificanti, per far crollare tutto.
La forma della leggera salita odierna invece, non mi piace, sembra tipicamente correttiva, per cui, come anticipato ieri, potrebbe, ma sottolineo potrebbe, essere necessario un ulteriore minimo prima dell'onda C. Temporalmente anche ci saremmo, sarà forse necessaria una scintilla data da qualche notizia per innescare il tutto.
Segnalo infine che il TS 50 ha inanellato una serie di risultati positivi superando i 25000$ di gain, considerando che ne sarebbero necessari meno di 50000 per seguirne le indicazioni non è male ;)

mercoledì 24 settembre 2008

Nasdaq 23-9-08


Oggi abbiamo avuto un ulteriore minimo, tutto sommato non inatteso, tuttavia lo sviluppo sembra essere coerente con il conteggio che porto avanti, ho qualche dubbio se sia necessario un altro minimo di qualche punto (la solita sottoonda che non si nota), ma sarei più propenso ad una ripartenza immediata come riporto nel grafico.
Dal punto di vista dei volumi la giornata è stata equilibrata, tranne in zona minimi dove si è aggiunto dell'ulteriore accumulo.
Operativamente l'impostazione resta la stessa, stop solo sotto il minimo a 1600 e target sopra 1800.
L'Euro ha effettuato il rintracciamento previsto e potrebbe anche ripartire al rialzo, in ogni caso il movimento ascendente non è terminato.

martedì 23 settembre 2008

Nasdaq 21-9-08

Lo sviluppo odierno è andato più o meno come previsto, ovvero discesa continuata fino ai 1675. Di quì dovremmo avere una ripartenza verso i 1835, tuttavia, oggi, non c'è stato un forte accumulo, come mi sarei aspettato, il che significa che potrebbe essere necessaria un'altra sessione prima di ripartire, salvo qualche notizia non faccia scatenare il mercato. In ogni caso resta lo stop sotto il minimo intorno a 1600.
Segnalo l'Euro che sembra in piena risalita con target 1.52 come da tempo anticipato, oggi potrebbe correggere fino a 1.465.
Altrettanto per il petrolio che può arrivare fino a 125$

lunedì 22 settembre 2008

Nasdaq 20-9-08


Riporto in parte quanto scritto nei commenti di venerdì, perchè tutt'ora valido.
"dunque realizzato un nuovo massimo a 1773
purtroppo in gap che non lascia contare bene, di conseguenza provo a indovinare:
in coerenza con l'ipotesi 1 che ha target finale 1835 dovremmo avere avuto onda A a 1773 (con un occhio ai 1801 di future) la relativa onda B dovrebbe aver target 1675/80, dove potremmo aprire posizioni long.
In conclusione LONG da 1675 e cmq mantenere eventuali LONG in essere."
Lo stop corretto purtroppo si pone solo sotto il minimo a 1600 circa.
Dal punto di vista dell'accumulo, la sessione di venerdì è stata equivalente su entrambi i fronti, ciò lascia invariato l'ammontare dell'accumulo sin quì registrato, che lascia intravedere un proseguimento del rimbalzo.
Da tener presente che, sul lungo periodo siamo ancora in pieno ribasso e la salita in corso è solo un rimbalzo.

giovedì 18 settembre 2008

Nasdaq 18-9-08


Completata finalmente l'onda in corso (la quale con varie espansioni delle sottoonde e target scarsi di rimbalzo ha dimostrato quanto possa essere pericoloso andare controtrend anche indovinando il conteggio), abbiamo avuto il rimbalzo ...e che rimbalzo, ora la domanda che mi viene posta da pù parti è quali sono i possibili targets?
le ipotesi principali sono 3:
1) come al solito, la mia preferita, il rimbalzo in corso rappresenta solo un'espansione (ovvero onda II) del peggio che deve ancora venire, il suo target ideale è 1835 e dovrebbe arrivarci in 3 onde, in relazione al massimo effettuato in nottata dai future intorno a 1750 potrebbe essere completa la prima onda rintracciare fino a 1660/75 e ripartire per i 1835, chiaramente su realizzo di un massimo superiore domattina o post apertura i livelli cambierebbero;
2) quella completa sarebbe onda 3 di C per cui il ribasso sarebbe quasi completo e dopo i 1750 già raggiunti si dovrebbe andare a 1585 per l'onda 5 (massimi superiori ai 1750 metterebbero in crisi tale ipotesi);
3) abbiamo completato una sequenza abc-12345-abc ovvero WXY potrebbe seguire di tutto, per cui lascerei perdere questa ipotesi al momento non essendo di alcuna utilità.
Nella sessione di giovedì c'è stato un discreto scarico, ma del tutto insufficiente a consumare l'accumulo fin quì registrato, le rilevazioni sebbene compatibili con entrambe le prime due ipotesi, sono un po' più tipiche della prima.
Purtroppo UBS non ha raggiunto il target indicato e credo che il bund abbia già realizzato il suo top.

Nasdaq 17/9/08


Oggi sul veloce rimbalzo in zona 1647 ho davvero creduto che quello fosse il bottom, ma sono stato smentito poco dopo, come scrivevo nella risposta a Christian è sempre possibile sbagliarsi di qualche sottoonda in eccesso o in difetto, anche se al momento l'ulteriore affondo di qualche punto potrebbe trovare spiegazione in un'espansione dell'ultima onda, sempreche non affondi tutto ulteriormente nella mattimanata di oggi.
Nel grafico illustro quello che potrebbe essere il conteggio relativamente agli ultimi giorni.
Personalmente sono convinto che siamo vicini a un bottom di breve periodo, atteso un rimbalzo di una decina di giorni, con target che, al momento, fisserei in 1750/800.
Operativamente incrementerei le posizioni LONG, pero' senza esagerare che quì si perdono un centinaio di punti al giorno.
Gli elementi che guardo di solito in attesa di un bottom ci sono quasi tutti e credo che i mancanti si presenteranno domani, del resto la data ipotizzata e temporalmente attesa era venerdì 19, anche la chiusura di giovedì 18 andrebbe bene.
Anche il raggiungimento dei 13.5 CHF da parte di UBS non ci dispiacerebbe.
Segnalo, infine che anche €/$ e petrolio potrebbero aver trovato un bottom di breve periodo e il BUND che invece proprio venerdì dovrebbe vedere un top di medio.

mercoledì 17 settembre 2008

Nadaq 16/9/08


L'indice ha raggiunto con precisione il target dei 1685 indicato, il problema è che sembra averlo raggiunto prima del previsto, a questo punto o mi son perso una sottoonda da qualche parte e quindi il rimbalzo è già iniziato e, di ciò potrei avere conferma solo vedendo l'articolarsi delle prime onde; oppure la III è andata semplicemente un po' più giù dell'"ideale", in tal caso resterebbe pienamente valido lo schema di ieri, che vado ad aggiornare, e dovremmo avere il raggiungimento del target di onda IV a 1780 e poi la discesa di onda V a completamento del movimento, il target ideale sarebbe 1650, ma trattandosi dell'ultima onda, qualunque minimo inferiore al precedente andrebbe bene.
Il successivo rialzo dovrebbe arrivare almeno a 1840 (target da rivedere).
Dal punto di vista temporale l'ideale sarebbe che il minimo si verificasse venerdì 19
Circa l'accumulo, il livello corrente è veramente notevole (tanto che il TS e-mini ha emesso un LONG), però è opportuno ribadire che l'accumulo potrebbe prolungarsi prima di dar luogo a una salita anche se è indubitabile, guardando al passato, che essa ci sarà.
Operativamente aprirei qualche posizione LONG da alleggerire a 1780 e da incrementare in caso di un nuovo minimo, al momento però non si pone ancora uno stop idoneo.
La vendita di UBS nei giorni scorsi è stata tempestiva e provvidenziale, valuterei un rientro sul target successivo a 13/13.5 CHF
P.s. Il petrolio è ormai ben al di sotto dei 95/100$ previsti ed anche questo non ci dispiace!

martedì 16 settembre 2008

Nasdaq 15-9-08

Stante la notizia su Lehman non poteva aversi il raggiungimento del target ideale di onda iv che quindi viene fermata una decina di punti prima, tuttavia, nel complesso il movimento si sta articolando secondo lo schema principale previsto.
Dovrebbe esse in corso onda v di III, non è chiaro se essa sia già terminata o lo sarà nelle prime ore di martedì, dovremmo avere un successivo rimbalzo contenuto entro i 1800 (target ideale salvo ulteriori affondi, ma con l'aria che tira...) il quale dovrebbe costituire onda IV e con la successiva onda V dovremmo, finalmente, aver completato questo movimento, ponendo almeno temporaneamente fine al ribasso.
Per quanto posso calcolare adesso il target finale dovrebbe essere 1686 (quota da rivedersi in seguito).
A favore di questa interpretazione il notevole accumulo registrato oggi su tutti i settori e la volatilità record raggiunta, il che suggerisce che siamo vicini a un minimo, però mi manca ancora qualche elemento prima di arrischiare posizioni LONG.
Operativamente, sebbene non ritenga essere ancora il momento di aprire posizioni LONG, è da valutare invece l'alleggerire eventuali posizioni SHORT e comunque non ne aprirei di nuove sull'eventuale onda IV (si puo' sempre sbagliare il conteggio di una sottoonda) e le chiuderei tutte sul raggiungimento del target di onda V.

domenica 14 settembre 2008

Nasdaq 14/9

Non mi resta che confermare in toto quanto scritto nell'ultimo post.
venerdì si è rilevato un po' di accumulo, che potrebbe trovare sfogo immediato nel raggiungimento dei target indicati.
Da quel che vedo sui future pare invece che il ri basso sia già ripreso, ricordate che il trend princpale è SHORT. Meglio restare fuori che trovarsi contro mercato!

venerdì 12 settembre 2008

Nasdaq 12/9/08

Sembra in corso il rimbalzo prospettato, tuttavia non poso non tener presente le rilevazioni di un forte scarico su tutti i settori.
Illustro le 2 ipotesi principali:
la prima vede in formazione onda iv ed n base ai minimi raggiunti dovrebbe avere un target 1795/1820
la seconda darebbe per completata un'intera onda discendente e il relativo rimbazlo potrebbe spingersi fino a 1880.
Operativamente la questione si pone difficile, in quanto è senz'altro possibile l'apertura di short a 1790 da incrementare a 1820 ma dove porre lo stop?
Personalmente aprirei posizioni leggere a 1790 da incrementare a 1820 e ancor di più a 1880 se ci dovesse arrivare in quanto entrambe le ipotesi prevedono una ripresa del ribasso, inoltre nel caso in cui entrambe le ipotesi si rivelassero errate e partisse un rally (le rilevazioni di accumulo/scarico davvero non fanno ritenere probabile alcun rally) sarebbe in formazione una onda 1, il che ci consentirebbe di chiudere in gain o alla meno peggio nel corso della successiva 2.

giovedì 11 settembre 2008

Nasdaq & sp 500 10/9

Situazione più o meno invariata rispetto alle previsioni, rimbalzino che va a formare o sta formando probabilmente onda IV quindi resta l'impostazione data ieri cioè short da zona 1780/800.Probabile quindi per domani la continuazione del rimbalzo.
Particolare la giornata è stata rispetto ai volumi, in accumulo sui tech e in scarico sullo SP.

mercoledì 10 settembre 2008

Nasdaq & sp 9-9-08

Anche oggi giornata negativa come da aspetttative di fondo, abbiamo avuto un rimbalzo limitato a 1780 e poi nuovi minimi ora sorge il dubbio se i 1780 siano stati un target scarso di onda IV oppure onda 2 di un'espansione di onda (v).
Premesso che il ribasso non è terminato e che siamo alla ricerca esclusivamente di punti in cui entrare short, per entrambe le ipotesi un eventuale rimbalzo dovrebbe essere limitato entro la zona 1780/1800 e seguito da nuovi minimi.

Segnali di rimbalzo, comunque, per domani non ne vedo è più probabile un ulteriore minimo di qualche punto magari con un movimento laterale prima che si possa rimbalzare.
Da registrare un discreto accumulo che si è avuto a fine giornata, ma direi ancora insufficiente al rimbalzo.
Circa lo SP resta valido il grafico postato ieri.
Segnalo infine il petrolio in zona 102$ sempre più vicino ai 100 indicati qualche sessione fa.

martedì 9 settembre 2008

Nasdaq & sp500 9-9-08

Oggi abbiamo avuto il rimbalzo atteso fino ai 1800 di indice (sul future si è andati anche oltre prendendo abbondantemente il target dei 1807 preventivati) di quì dopo l'apertura in gap up sulla notizia, si è venuti giù di schianto (non era difficile da prevedersi), ora se il conteggio che illustro è giusto c'è la possibilità di un ritorno in zona 1800/10 a formare onda iv, ho qualche dubbio perchè il target ideale di onda (v) sarebbe stato 1725, ma al momento ci si è fermati un po' più su.
Comunque che si raggiunga prima i 1725 per poi risalire o che si risalga direttamente, si possono riaprire posizioni SHORT in zona 1800 per andare su ulteriori minimi.

Situazione un po' più complicata sullo sp500, che ancora una volta si mostra più forte raggiungendo in pieno primo e secondo target indicati, il grafico non è molto indicativo, per cio' che appare sono altrettanto validi il conteggio rialzista quì indicato http://borsaronero.blogspot.com/2008/09/nasda-sp500-5908.html
sia quello seguente ribassista

Di conseguenza per le posizioni SHORT sarà da preferire comunque il Nasdaq.
Una piccola nota conclusiva, nella sessione di lunedì c'è stato un forte scarico, che ovviamente ha "consumato" buona parte dell'accumulo registrato in precedenza.
Per chi avesse seguito i suggerimenti di acquisto in luglio comunico che oggi ho venduto UBS, AMD non sembra riuscire a passare la resistenza posta a 6.5 l'ho comunque ceduta tempo fa a prezzi peggiori di quelli correnti.

lunedì 8 settembre 2008

Nasdaq & Sp500 8/9/08

Considerata la consistente discesa dal livello indicato direi di alleggerire a scanso di equivoci, di qui' potrebbe andare giù a piombo o dirigersi verso i 1850...fate voi :)

domenica 7 settembre 2008

Nasdaq & sp500 6/9/08

L'analisi di fondo resta invariata, il forte accumulo registrato dovrebbe favorire la continuazione del rimbalzo per una o due sessioni per poi proseguire l'affondo generale, in questo contesto siamo alla ricerca di punti per shortare!
Constatato l'ulteriore minimo registrato nella giornata di venerdì il target ideale di rimbalzo (onda iv ) diventa 1807, il secondo livello a cui eventualmente incrementare la posizione short diventa 1850 (ma è davver velleitario che ci arrivi).
Per lo sp500 che si mostra ancora più resistente, l'ideale sarebbe 1250, ma considerato che siamo già molto vicini attenderei i 1260 che ormai tutti conoscono come un livello chiave, l'eventuale incremento a 1270.

venerdì 5 settembre 2008

Nasda & sp500 5/9/08

Temo di essermi auotinfluenzato, negli ultimi tempi, per il mancato raggiungimento del target di onda 2 da parte dello SP500, ma il fatto che il Nasdaq l'avesse centrato in pieno doveva indurmi maggiore sospetto.
Il nuovo minimo atteso è andato oltre le previsioni, e più andava oltre peggio appariva il grafico, sono venute meno quasi tutte le ipotesi rialziste, quindi prendiamone atto e regoliamoci di conseguenza.
La discea di oggi non può che essere un'onda 3 al ribasso nella sua parte iniziale o centrale, quindi diventano da preferire solo le posizioni short.
L'unico segno positivo è dato dal livello di accumulo particolarmente elevato che potrebbe provocare un rimbalzo, che a seconda della conformazione che andarà ad assumere il ribasso dovrebbe arrivare a 1820/30 e forse 1860 mentre 1245 e poi 1260 per lo sp500.Ciò sempre che il rimbalzo dovesse essere immediato, perchè onda 3 in corso potrebbe benissimo allungare il passo e allora i livelli indicati si abbasserebbero.
Assumerei quindi posizioni SHORT sul primo livello da incrementare sul secondo.



Posto l'unica ipotesi rialzista rimasta dove il target ideale di discesa è stato raggiunto in pieno, ma con l'avertenza che si tratta di un esempio, perchè vista la conformazione degli altri indici ritengo abbia davvero poche probabilità di concretizzarsi.

Note:
il cambio €/$ ha raggiunto quasi 1.42 quindi siamo all'obbiettivo indicato, potrebbe verificarsi un rimbalzo fino 1.52/3;
il Dax dopo essersi soffermato millimetricamente sul livello indicato, ha ceduto, anche se non è andato in stop, lo sarà sicuramente domani, terrei d'occhio i future USA in mattinata per cercare di limitare i danni, se fossero positivi all'apertura non venderei di certo al meglio in open, ma non mi illuderei troppo di riuscire a pareggiare;
anche il crude era piuttosto debole confermerei le attese per un ulteriore discesa

giovedì 4 settembre 2008

Nasdaq & sp 3-9

Abbiamo avuto in apertura ilrimbalzo previsto, seguito dai previsti nuovi minimi ed un'onda perfetta illustrata in intraday sullo sp.
Anche oggi il settore "old economy" performa meglio dei tech e ciò comincia a riflettersi anche nei grafici, il nasdaq assume una conformazione sempre più negativa, mentre lo SP resta aggrappato con le unghie e con i denti ai suoi supporti.
Quanto sopra trova conferma anche nei dati di accumulo che sono particolarmente concentrati e consistenti, oggi più di ieri, sul settore finanziario.
Venendo ai possibili conteggi quelli che riesco ad ipotizzare sul Nasdaq sono tutti piuttosto negativi e vedrebbero il ribasso di lungo già ripreso, inutile illustrarli tutti direi che il canale ribassista evidente sul grafico rende bene l'idea, tanto che penserei di aprire posizioni short qualora si toccasse il bordo superiore dello stesso.

Sullo sp la situazione sembra parzialmente diversa, hanno ancora spazio alcune varianti rialziste che avrebbero target 1325/50, ma anche quì il conteggio è piuttosto complicato.

Illustro delle ipotesi che mi lasciano però dubbioso:
1) se a 1303 abbiamo avuto onda I di c perchè la successiva onda II appare distintamente in 5 onde, quelle illustrate in intraday

2)se a 1303 è terminato con onda c un movimento questi avrebbe dovuto segnare un nuovo massimo e invece così non è stato, che sia stato un movimento in failure? oppure la correzione non è finita e si sta preparando un altro abc? Senza scendere troppo visto che il settore migliore è proprio il finanziario?
In conclusione, coerentemente con l'approccio che ci contraddistingue cercheremo di cogliere qualche "pezzo" sicuro o almeno probabile e, le probabilità per domani sono a favore di una risalita direi almeno a 1288/90 per lo sp, mentre per il nasdaq oltre i 1850/60 non mi sbilancio. E' possibile che la risalita parta da un nuovo minimo di qualche punto, il che potrebbe chiarire varie cose.
Segnalo infine che in tale scenario si pongono:
il grafico del petrolio che promette i 98/100$ o almeno un minimo inferiore a quello di ieri
i grafici di numerosi titoli bancari, che sembrano avere sviluppato finora un doppio abc ed iniziare, in questi giorni, un rialzo verso massimi superiori a quelli degli ultimi 2 mesi ciò sarebbe coerente con la visione di nuovi massimi per lo sp500.
...dimenticavo, nella medesima situazione sembrano anche il DAX e lo spmib
per il dax proverei long a 6370 stop 6240 target almeno 6700
per lo spmib non ci provo nemmeno, vedrei solo un target tra 30600 e 32000

mercoledì 3 settembre 2008

risposta al commento di Christian

Temo di essere in ritardo per risponderti
guardando la discesa di ieri (che ha completamente cambiato faccia rispetto al commento in cui consigliavo di provare a entrare)
questa sembra aver terminato sul minimo di ieri una sottoonda 3 con doppia espansione, per essere più chiari elenco il conteggio sul fut dello sp:
1 1303-1291
2 1291-1296
I 1296 1284
II 1284 1289
III 1289-1271
IV target ideale 1278/80 già segnato in mattinata dove ho anche chiuso in leggera perdita i long di ieri da questa quota un short per 10/20 pti ci poteva stare, magari verrà fatta di nuovo dopo l'apertura ufficiale per disegnarla anche sull'indice

2-9-08

Anche oggi niente da fare, nonostante l'exploit di apertra, gli indici terminano in territorio negativo.
L'iniziale salita non ha posto in campo, come credevo, una onda 1 di un ulteriore ascesa, ma, rompendo il minimo precedente, ha disegnato sul grafico un espansione al ribasso.
Unica nota positiva un discreto accumulo della giornata odierna che va ad aggiungersi al precedente e gli indici di SP e DJ che appaiono meno deboli del tech.
In conclusione però, per il brevissimo (qualche sessione), mi aspetterei ulteriori minimi, almeno di qualche decina di punti, anche se, proprio per domani è abbastanza probabile un rimbalzo (forse onda IV) di reazione alla sessione odierna.

martedì 2 settembre 2008

Nasdaq 2/9 intraday

considerando :
il minimo inferiore al precedente è stato fatto solo sui future durante la giornata festiva di ieri
l'apertura in gap up potrebbe/dovrebbe essere la nuova 1 che attendevo;
il successivo rintracciamento la relativa 2 direi che si può entrare alle quotazioni attuali con stop 1850 e 1275 rispettivamente.
Il gap up non lascia vedere bene se tale prima onda sia in 3 o 5, ma il rintracciamento per ora si mostra chiaramente in 3 quindi il tentativo è giustificato

€/$ 1-9-08

Se conto bene l'euro può calare ancora un po' anche se non credo tantissimo, diciamo intorno a 1.43