Translate

Cerca nel blog

domenica 22 ottobre 2017

Sp500 & C. 22-10-17

Innanzitutto mi scuso per la settimana scorsa, sono rimasto fuori più del previsto e non avevo gli "strumenti tecnici" per l'aggiornamento.

Cominciamo subito dall'SP, tutto sommato le cose non sono andate molto diversamente dal previsto, prima ha allungato un po' per cui il rintracciamento ideale della mia ipotesi personale passava da 2526 a 2532, giovedì scorso c'è stata una correzione notturna, che da' abbastanza l'idea di qual è il clima, al primo accenno di negatività vogliono tutti uscire ma la porta è stretta, tuttavia ancora una volta sono tornati gli acquisti e seganto nuovi massimi.

Ora se la visione molto diffusa è più o meno la seguente

io ritengo che l'onda partita da 2490 sia più una (iii) di espansione interna che non una v, inoltre la correzione di giovedì è coerente con la mia idea, non ha raggiunto i 2532 ma è compatibile con una correzione minima di una (iv), quindi vedrei le cose come segue

In base a tale conteggio i 2575 raggiunti venerdì sarebbero sufficienti al completamento della iii, salvo espansioni e una correzione immediata per la iv avrebbe target tra 2530 e 2546 (indice), ma la situazione è delicata, il sentiment è ancora piuttosto negativo e ciò potrebbe causare uno squeeze di posizioni short spingendo anche fino a 2590/600.

Concludendo la mia idea è che il rialzo non sia ancora terminato e che ogni rintracciamento sia ancora da comprare, inoltre, si può discutere sulla correttezza o meno del conteggio interno, ma quella in corso dovrebbe essere una III verde il che significa che anche il peggior rintracciamento per una IV verde non potrebbe andare a invadere il max della I a 2490.

Il dax è tutto sommato allineato e ci vedrei una 3 verde a 13150 e una 4 a 12700/12900

L'Italia invece è dissonante da qualche settimana e per di più la correzione ha invaso il massimo della 1 rossa, ciò può significare o che il movimento è alla sua fine con una ED e target finale 23000 o che ha creato una nuova espansione (in rosa).

A mio avviso il tutto è stata solo l'ennesima dimostrazione che il nostro mercato è stato pilotato in funzione delle scadenze di ottobre, per cui ora non ci sarebbero più ostacoli alla ripresa del rialzo.

L'EURUSD mostra qualche incertezza, a mio avviso deve continuare il rialzo, ma potrebbe allungare la correzione creando un minimo tra le linee verdi sotto il punto 4.

nel brevissimo manterrei i long con stop al punto 4 pronti a rientrare al primo segnale di ripresa

L'oro mostra simili incertezze, ma bisogna considerare che non c'è inflazione e la tendenza è verso un rialzo dei tassi, entrambe cose negative per il metallo giallo, inoltre si è appoggiato su un preciso livello per cui un affondo ulteriore comincerebbe a storpiare la situazione. Vedrei una discesa sotto 1260 piuttosto male.

L'argento è leggermente più forte, ma tutto sommato niente di significativo.

Il petrolio non ha ancora trovato forza, ma permane la rottura rialzista, penso quindi che almeno un testo in zona 55/56 ci stia.

Nessun commento: