Translate

Cerca nel blog

Ricordate di passare dai link presenti in questa pagina quando fate shopping su Amazon per regalare qualche spicciolo al blog. Remember to use the links on this page when you shop on Amazon to give some money to the blog

Alexa Echo

domenica 27 novembre 2022

Sp500 & C. 28-11-22

 Anche il week end lungo del ringraziamento è passato, i volumi sono stati naturalmente scarsi e tuttavia il target indicato è stato praticamente raggiunto.

La situazione mi lascia un po' incerto, possiamo dire che la parte più tranquilla del trade è terminata e ho chiuso. Il successivo movimento può svilupparsi in vario modo:

in verde - ancora un po' di resilienza, potrebbe arrivare ai 4080/4140 e poi correzione minima al massimo fino ai 3900, presupposto per un prosieguo rialzista.

in blu - correzione "regolare" verso i 3720/3640, short a rottura dei 3900

in rosso - ripresa del ribasso, sempre short a rottura dei 3900 poi si deciderà il da farsi.

Si potrebbe tentare di anticipare, ma vedo troppa convinzione di questa discesa e temo qualche fregatura (ma in fondo tale sarebbe anche l'ipotesi verde)

Stessa situazione ambigua per il Nasdaq, con la sua debolezza in più, infatti non ha raggiunto il target previsto a 12170/12200, ci riuscirà? 
L'Europa sempre più forte con nuovi massimi...stentati, sia su DAX che su SPMIB
Per entrambi la più probabile è l'ipotesi verde, ovvero onda iv e chiusura del mensile.

Il NG ha allungato forte, come indicato per poi correggere, in verità il target non è stato raggiunto e anche ciclicamente mi mancherebbe qualche sessione al rialzo. Cmq il movimento mi sembra abbastanza chiaramente correttivo per cui a target aprirei posizioni short.
Come ho già accennato la settimana scorsa, il roll dei future da dicembre a febbrai comporta un'aggiunta di 0.6 alla quotazione, ho riportato sul grafico i rispettivi target ideali.
Qualora si tornasse sotto 6.4dic/7feb dovremmo concludere che il rialzo è finito e pensare a come entrare short.
Anche il petrolio si è comportato come previsto, 76 rimbalzo a 82 e ridiscesa. considerato le espansioni che leggo, ha tutte le premesse per raggiungere il vecchio target a 65/66 nel breve.
L'oro ha fatto un test sui 1720 e di lì sembra partito un nuovo movimento. 1720 si pone come nuovo livello da non violare almeno sino a rottura dei 1800. Potrebbe essere onda iv o una nuova II di espansione.
Nulla di nuovo per l'EUR USD, dovrebbe fare ancora un piccolo allungo, ma per un movimento più consistente è chiaramente in attesa delle banche centrali il 14/15-12.

A richiesta BTC, niente di nuovo e niente di buono in attesa.








mercoledì 23 novembre 2022

SP500 23-11-22

 Seguendo lo SP500 onda per onda, direi che è arrivato o quasi alla conclusione della C (target ideale ricalcolato a 4052) potrebbe allungare un po', magari solo sui futures stante la giornata festiva di domani. Un'espansione che tiri più su ci può ancora stare, ma è l'ora della massima attenzione.

Inoltre non mi piace che, negli ultimi giorni, gli indici europei siano stati esitanti, nonostante la marcia americana. Il Nasdaq è rimasto indietro, ma ce lo si poteva aspettare.

Volumi bassi, ma è normale in questa settimana.

Un eventuale correzione potrebbe arrivare ai 3700/3600, short sotto 3915 future/3911 indice.


domenica 20 novembre 2022

Sp500 & C. 21-11-22

Questa è la settimana del ringraziamento/blackfriday giovedì prossimo i mercati USA sono chiusi e venerdì mezza giornata. 

Venerdì scorso ho anticipato, che credo in un rialzo generale nei prossimi giorni, vengo ora a precisare i dettagli. 

ipotesi blu - manca onda v di C quindi un piccolo allungo sopra il recente massimo che stimo in 4085 dopo di che si dovrebbe scendere quanto meno per andare a chiudere il mensile target 3720, ma non sono esclusi ribassi maggiori (in viola).

ipotesi verde - potrebbe darsi che la v di C espanda e potrebbe quindi allungare fino a 4200, ciclicamente si giustificherebbe con una chiusura del mensile fatta sull'ultima verticale rossa tratteggiata e quindi la ripartenza dovrebbe essere forte.

ipotesi rossa - il movimento di giovedì ha fissato 1910 come supporto, qualora dovesse essere rotto vorrebbe dire che le cose non vanno come previsto e si dovrebbe sempre scendere per la chiusura del mensile, ci si potrebbe quindi mettere short.

Il Nasdaq100 continua ad essere più debole, ma anche qui dovrebbe mancare una v (di y in questo caso) con target 12170/200. Valgono poi le stesse considerazioni viste sopra.
Gli indici europei sono fortissimi, forse perchè bastonati maggiormente in precedenza.
Il maggior segno di imminente rialzo lo dà il DAX che ha già fatto capolino sopra il massimo.
Il primo target sarebbe 14600, ma già mostra almeno un'altra espansione se non due.
L'Italia non segna un nuovo massimo, ma chiude nei pressi ed anche qui abbiamo almeno un espansione.
L'oro è un po' debole, ma stimerei che si tratta solo di una correzione.
miriamo sempre almeno a 1850/80/1900.
Il parallelo EURUSD tiene meglio ed anche qui mi aspetterei un altro allungo v.
Il petrolio ha finalmente ceduto gli 81 non penso che possa tirare diretto ai 65/66 ma che rimbalzi sui 75/76 ritesti gli 81 da sotto, forse anche gli 84 e poi prosegua in giù.
Ho notato spesso che petrolio e gas vadano in direzioni opposte, non è sempre vero, ma la motivazione è semplice se l'uno è caro conviene comprare l'altro.
Il NG dopo una settimana di accumulazione sembra pronto alla salita che aspettavamo, target ideale 8, ma almeno sopra i 7.
Siamo all'inizio di un settimanale per cui potrebbe esitare ancora un po', in blu o partire e basta, in verde.








venerdì 18 novembre 2022

Indici 18-11-22

 In base a onde e cicli sembra tutto pronto per almeno tre giorni di salita e andare sopra i massimi per tutti e quattro gli indici NDX SP FIB DAX.

Target ideale sp future 4085.

Ovviamente i minimi segnati ieri non dovrebbero essere rotti.

domenica 13 novembre 2022

SP500 & C. 14-11-22

 Premetto che storicamente, in situazioni analoghe,  i minimi di mercato vengono raggiunti quando il taglio dei tassi è già iniziato o quanto meno lo si prende in seria considerazione ed è evidente che non siamo a questo punto. Qualche dato che indichi la diminuzione dell'inflazione rientra nelle normali fluttuazioni, ma a bene guardare dati essenziali come la disoccupazione, non sono cambiati abbastanza.

Ne deduco che quello in corso è solo un rimbalzo, anzi, temo molto la riunione del FOMC di dicembre, si pensa che l'aumento sarà dello 0,5,anzichè 0,75, può darsi, ma credo che il recupero dei mercati non vada nella direzione voluta e quindi Powell possa fare un discorso piuttosto hawkish.

Ora dai massimi ai 3500 si possono leggere abbastanza chiaramente cinque onde con una 4 che invade la 1 possibile Leading or A. il rimbalzo ideale in questa ipotesi avrebbe target 4315. (in verde)

In alternativa potrebbe trattarsi di un'espansione multipla, in tal caso il rimbalzo avrebbe target ideale 4000/4030, praticamente già raggiunto, ma comunque non potrebbe superare il punto 4.

Di quest'ultima ipotesi, poichè il target ideale è già raggiunto, ma sembra esserci ancora forza, se poniamo la A (3500/3928) = alla C avremmo un target 4115 (in blu) guarda caso proprio sulla ribassista di lungo.

Ciclicamente ci sono varie possibilità che ricalcano le ipotesi elliottiane, per cui ritengo superfla la descrizione.


Nell'analisi della settimana scorsa, avevo avvertito della possibilità che la discesa 3928/3700 che si è articolata in tre onde fosse già la correzione completa e quindi non si sarebbero raggiunti i 3664 previsti, quando il mercato è ritornato sui 3750 ha illuso per una continuazione, salvo poi ritornare sui suoi passi e oltre sul dato del CPI, ne deriva che effettivamente a 3700 si è chiusa onda B ed è incorso la C di cui saremmo in onda iii.

Questa onda iii può semplicemente:

proseguire, magari con meno enfasi (in blu);

correggere ed espandere (in verde)

essere terminata e formare una iv (in rosa)

Il Nasdaq100 dai minimi si è mosso in tre onde, ma poichè pensavo che sarebbe stato trascinato dallo SP, avevo anticipato che avrebbe superato il massimo del punto w e, dato lo sviluppo, leggerei quest'ultima onda in cinque si cui saremmo nella iii. C'è una resistenza sui 12200, ma avrei un target a 12500 se non oltre, potrebbe aver voglia di recuperare parte del terreno perso rispetto agli altri indici.
L'EUROPA è stata nettamente più forte dell'america con l'indice italiano superstar. Ho fatto notare che detto indice spesso anticipa gli altri e negli ultimi giorni ha mostrato meno forza, sebbene la nostra chiusura avviene prima di quella oltreoceano c'è un piccolo hammer rosso che mi fa pensare a una frenata soprattutto in vista delle scadenze di venerdì prossimo. Non è raro infatti che superino livelli "tondi" come i 24000 a spron battuto, onde vendere opzioni in gran quantità per poi tornare indietro e azzerarle e a volte nonostante la marcia americana continui.
Gli indici europei mostrano un conteggio diverso e già espanso, anche loro dovrebbero continuare la corsa fra una correzione e l'altra. Ciclicamente dovrebbero chiudere un mensile, ma c'è la possibilità che l'abbiano già fatto il 3/11, in tal caso dovrebbero solo chiudere il primo T del secondo mensile e una piccola discesa come il ritorno a 24000 di cui sopra, ci starebbe bene. 
Situazione simile abbiamo sul DAX con possibile correzione a 13780 e puntando ai 14880/15000
Sul cambio EURUSD mi aspettavo un rimbalzo a 1.015, ho poi modificato tale aspettativa a 1.045 e ora punterei a 1.055, ma tali modifiche implicano anche un cambio di conteggio, che se prima progettava multiple espansioni, adesso orienterei per una IV che, se realizzata come indicato, vorrebbe un target per la V fra un ritest dei minimi e 0.93.
Non ci sono variazioni per l'oro che continua nel suo recupero verso il target 1860/1900
Il petrolio continua a lasciarmi perplesso, sebbene ci fosse un possibile target a 104, non ha mostrato particolare forza di recente ed è anche probabile che non molli finche dura il rimbalzo generale, ma non sono troppo positivo su questo elemento.
Il NG mi ha sorpreso non poco, era in atto un discreto rialzo dopo la opportuna correzione, ma mi ritrovo una chiusura piuttosto negativa.
Potrebbe essere semplicemente la ii della nuova ripartenza (in verde);
oppure parte di essa (in rosa);
ma al disotto dei 5.6 (in rosso) penserei a un ritorno sui minimi ed anche peggio
Ho ricevuto varie mail che chiedevano dove entrare su alcuni titoli.
Considerato che i mercati sono abbastanza in ipercomprato e il sentiment molto positivo, sono dell'opinione che è opportuno aspettare una, sia pur minima, correzione. Se non ci sarà amen, non mancheranno altri treni, specie considerando la premessa iniziale.









domenica 6 novembre 2022

Sp500 & C. 7-11-22

 La Fed ha affondato i mercati un'altra volta, tuttavia si è notata una forza di fondo, che in altre circostanze è mancata, forza che mi porta a pensare che non debba modificare la view illustrata in precedenza. 

Il movimento ideale è illustrato in blu sul grafico, in particolare dovrebbe essere terminata la prima onda 1/A al rialzo ed essere in corso la relativa correzione 2/B ciclicamente la cosa corrisponde alla chiusura del mensile T+2 ed in particolare venerdì dovrebbe essere iniziato un T per cui ci sta un po' di salita tra lunedì e martedì target ideale 3840 (future) per poi ridiscendere verso 3650.

Considerata la forza latente, devo considerare la possibilità alternativa, che la correzione sia già terminata e che il mensile si dimostri particolarmente rialzista coincidendone la chiusura con la correzione della prima onda di onda 3/C (in verde)
La conferma della continuazione del rialzo si avrebbe cmq solo sopra 3928.

Ci sarebbe poi da considerare l'ipotesi ribassista, a cui darei pochissime possibilità tanto che non l'ho nemmeno riportata sui grafici, ma si avrebbe solo con la rottura dei 3500.

Più forte, ma rispondente allo stesso schema l'indice italiano, che però, dovrebbe avere in corso onda v verde. Ha raggiunto e leggermente sforato il maggior target indicato, vedremo quanta altra strada può fare, ma la correzione dovrebbe essere alle porte, target ideale 21750 indice.
Stessa cosa per il DAX, dove illustro anche la possibile espansione in più, tuttavia si richiama l'attenzione per entrambi sull'ipercomprato e l'indicatore in svolta.
Lo stesso Nasdaq evidenziato da tutti come il più debole e che effettivamente corre il rischio di andare  su un nuovo minimo, disegna in chiusura di venerdì un recupero, non eccezionale, ma discreto. Chissà che non ci sia una rotazione dopo il bloodbath delle trimestrali e questo recupero possa incrementarsi.

Segni di forza giungono da ogni dove. Il cambio EURUSD che  in base alle ultime notizie sarebbe potuto affondare, conclude la settimana con una long white, comincio a pensare che 1.015 non basti e che vedremo almeno 1.05.
Stessa cosa per l'oro, che ha tenuto il minimo con le unghie e con i denti. (Possibile triplo minimo).
idem per il titolo di riferimento AU che si sveglia dal suo torpore.
E non solo oro! Giusto per notare l'ultima candela posto FCX (rame e oro, si guardi anche il rame volendo, che è schizzato) 

Nonchè AG (argento)

E ancora il petrolio che sembra diretto di nuovo verso i 100.
Infine anche il NG in chiusura supera i 6.4 indicati come ingresso long, non mi fido tanto della salita a fine giornata perchè i grossi operatori a quell'ora hanno già staccato, ma il segnale resta, forse potrebbe lateralizzare qualche altro giorno.
C'è da notare che il corrente rialzo è particolarmente incentrato su bancari e healthcare.
Per chi mi chiedeva GS è sicuramente uno dei titoli messi bene, sta "bussando" sulla resistenza a 360 e potrebbe, in linea con quanto indicato per gli indici, correggere fino a 315, ma poi dovrebbe allungare sui massimi a 420.
Grafici simili possono osservarsi anche su MS e JPM, vagamente anche su ISP.

Per quanto riguarda l'healthcare, questi titolo hanno tenuto abbastanza bene in quanto classicamente difensivi.
I grafici sono piuttosto variegati.
Riporto MRK indicata in tempi non sospetti, che potrebbe aver concluso il suo conteggio.